Discussione:
punte esagonali
Aggiungi Risposta
P 'o
2018-07-11 14:21:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Dopo i cacciavite piatti sono venuti quelli a croce.

Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Ad esempio c' è la punta esagonale con buco (torx) ma anche la punta
esagonale senza buco con finale arrotondato.

domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme e spieghi perchè sono state inventate? A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare. Forse va bene al fine commerciale. Avevo comprato
un cacciavite a croce con gambo lungo per un lavoro con un tassello. Ora
lo stesso tassello ha la testa esagonale torx e devo comprare un nuovo
cacciavite
Roberto
2018-07-11 14:27:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
Dopo i cacciavite piatti sono venuti quelli a croce.
Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Ad esempio c' è la punta esagonale con buco (torx) ma anche la punta
esagonale senza buco con finale arrotondato.
domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme e spieghi perchè sono state inventate? A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare. Forse va bene al fine commerciale. Avevo comprato
un cacciavite a croce con gambo lungo per un lavoro con un tassello. Ora
lo stesso tassello ha la testa esagonale torx e devo comprare un nuovo
cacciavite
E' la lobby delle ferramenta!

Saluti di coppia
massimominimo
2018-07-11 14:50:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme e spieghi perchè sono state inventate? A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare. Forse va bene al fine commerciale. Avevo comprato
un cacciavite a croce con gambo lungo per un lavoro con un tassello. Ora
lo stesso tassello ha la testa esagonale torx e devo comprare un nuovo
cacciavite
Pensa che tempo fa ho acquistato una multipresa e, quando ho provato
ad aprirla per sostituire il cavo, l'ho trovata chiusa con delle viti con
testa
a croce.

Solo che, invece di essere "scavate" come le normali viti con testa a croce,
avevano (hanno tutt'ora) la testa con la punta sporgente.

In pratica come se avssero messo delle punte di cacciavite a chiudere il
prodotto.

Per aprire la multipresa ho dovuto trovare una vite con testa a croce di
idoneo diametro e lunghezza e, con l'aiuto anche di una pinza, ho utilizzato
la vite come fosse un giravite per allentare e rimuovere le viti "inverse".

Ne studiano di ogni pur di far spendere soldi alla gente.
P 'o
2018-07-11 17:04:40 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by massimominimo
Solo che, invece di essere "scavate" come le normali viti con testa a croce,
avevano (hanno tutt'ora) la testa con la punta sporgente.
ci sono appositi "punte cacciavite" per ribattere le viti ed impedire di
svitare. Ad esempio le hanno usate quando mi hanno montato le sbarre alle
finestre
Roberto
2018-07-12 13:08:01 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
Post by massimominimo
Solo che, invece di essere "scavate" come le normali viti con testa a croce,
avevano (hanno tutt'ora) la testa con la punta sporgente.
ci sono appositi "punte cacciavite" per ribattere le viti ed impedire di
svitare. Ad esempio le hanno usate quando mi hanno montato le sbarre alle
finestre
Un carcerato! Dio caro vivete proprio nella cacca.
nn
2018-07-11 15:08:39 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
Dopo i cacciavite piatti sono venuti quelli a croce.
Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Si ti riferisci agli inserti che si mettono in cima al giravite...

Dalla ghiera a taglio all'impronta a croce philips si e` passati quando
gli avvitatori sono entrati nella produzione di serie... si capisce
anche il perche` l'impronta a croce e` autocentrante e se magnetizzata
tiene in situ la vite, quindi serve una sola mano.

Dato che l'impronta Philips (PH) e` un brevetto, per non pagare le
royalties qualcuno ad Est della cortina di ferro, ne ha studiata e
realizzata una simile... e` nata la Pozidriv (PZ), molto simile alla
Philips, ma diversa quel tanto da essere al sicuro da pagamenti e gabelle.

L'impronta esagonale nata anzitempo, e stata accolta comunque nel novero
dei cacciaviti, quindi si trovano inserti esagonali per queste viti che
sono conosciute come "brugole" ma il loro nome e` Allen.

Dato che le due grandi famiglie di passi per viti (imperiale e metrico)
hanno misure simili ma non proprio uguali, di inserti esagonali ne trovi
sia con misure metriche (ISO) che in pollici (imperiali).

In seguito a qualcuno venne in mente che non gli andava a genio che i
suoi prodotti chiusi con viti a testa esagonale, li potessero aprire
"cani e porci" quindi hanno pensato bene di mettere un "tamper" un
picioccolo sporgente all'interno dell'impronta stessa della vite, che
impedisse ad una chiave standard di inserirsi (tentare di forare il
durissimo acciaio di una chiave Allen e` da escludere).

La rottura del "tamper" nell'incasso esagonale, poteva cosi essere usato
come fattore per la decadenza della garanzia.

In questo gioco al massacro ci si e` messa di mezzo anche la "grandeur"
francese, che aborriva l'uso di viti con impronta anglosassone (forse
reminiscenze di vecchie guerre o revanscismo Napoleonico), fatto sta che
fecero diventare l'esagono una stella, la chiamarono Torx (o Tx) la
brevettarono, per non essere da meno degli altri, con tamper o senza.

A questo punto in Germania la WURTH nota azienda di accessori di
fissaggio si sara` detta:"e chi sono io Babbo Natale?" quindi per non
essere da meno ha tirato fuori dal cilindro e commercializzato, per il
settore strutturale in legno, viti con una impronta chiamata AW, simile
alla Torx ma con i vantaggi della Philips. (sara` vero?)

catalogo Wurh per viti strutturali per costruzioni in legno.
https://fs.wuerth.it/media/downloads/pdf/brochure_1/manuale_per_progettisti/carpenteria_legno_1013.pdf

Sull'onda del successo di queste nuove impronta forse per necessita
antivandalo, ma anche per protezionismo, sono nati altri inserti, chi
prima chi dopo:


Tri-Wing (croce a tre bracci)
Robertson (impronta quadra)
Spanner (due forellini sulla testa della vita diametralmente opposti)
One-Way (antisvitamento)

ed altre anche piu` complesse che ora non ricordo...


saluti max
massimo79mmm
2018-07-11 15:58:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
fatto sta che
fecero diventare l'esagono una stella,
in realta' avere una calettatura invece che un esagono ha molti vantaggi per quanto riguarda la trasmissione della coppia.
per fare un esempio: gli alberi di trasmissione hanno tutti una calettatura.
Post by nn
imile
alla Torx ma con i vantaggi della Philips. (sara` vero?)
quali sarebbero i vantaggi della phillips sulla torx?
nn
2018-07-11 16:21:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by massimo79mmm
per fare un esempio: gli alberi di trasmissione hanno tutti una calettatura.
mica dico di no... ma le calettature hanno ben piu` di sei bracci e per
di piu`, diventano leggermente coniche verso la fine, a centrare bene
l'incastro :-)
Post by massimo79mmm
Simile alla Torx ma con i vantaggi della Philips. (sara` vero?)
quali sarebbero i vantaggi della phillips sulla torx?
Non saprei, lo scrive il Sig. Wurth sul catalogo delle viti... :-)


bye
massimo79mmm
2018-07-11 16:42:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by massimo79mmm
per fare un esempio: gli alberi di trasmissione hanno tutti una calettatura.
mica dico di no... ma le calettature hanno ben piu` di sei bracci e per
di piu`, diventano leggermente coniche verso la fine, a centrare bene
l'incastro :-)
Non sempre, per molti alberi uso agricolo, ci sono 10/12 denti.
Poi, un albero e' fatto per essere montato con calma, prova a vedere un fabbro come me sotto pressione, e poi vedi dove lasciamo la calma e la pazienza :)
Post by nn
Post by massimo79mmm
Simile alla Torx ma con i vantaggi della Philips. (sara` vero?)
quali sarebbero i vantaggi della phillips sulla torx?
Non saprei, lo scrive il Sig. Wurth sul catalogo delle viti... :-)
ehm... non fatemi parlare di wurth, per favore.
nn
2018-07-12 07:26:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by massimo79mmm
Non sempre, per molti alberi uso agricolo, ci sono 10/12 denti.
Poi, un albero e' fatto per essere montato con calma, prova a vedere un fabbro come me sotto pressione, e poi vedi dove lasciamo la calma e la pazienza :)
mio suocero buon'anima, in gioventu` faceva il fattore, quindi dotato di
furgone 1100 con pianale,
Loading Image...
per trasportare merci varie da e per il mercato... un giorno col furgone
sovraccarico sgrano` una delle calettature di uno dei due semiassi...
dopo che aveva alzato il mezzo con il crick, su un supporto adeguato ,
smonto`il giunto, lo intaso` con breccia e terriccio, rimontandolo a
martellate... (era un tipetto alla peppone e don camillo) riusci a
ripartire e confesso che quando il mezzo fu rivenduto, anni dopo, il
giunto era ancora nelle stesse condizioni, la riparazione aveva "tenuto
bene" :-)
Post by massimo79mmm
ehm... non fatemi parlare di wurth, per favore.
brutte esperienze? :-)

ciao max
massimo79mmm
2018-07-12 17:13:08 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
mio suocero buon'anima, in gioventu` faceva il fattore, quindi dotato di
giunto era ancora nelle stesse condizioni, la riparazione aveva "tenuto
bene" :-)
tuo suocero era cintura nera terzo dan di fai-da-te! :)
Post by nn
Post by massimo79mmm
ehm... non fatemi parlare di wurth, per favore.
brutte esperienze? :-)
ti ho detto di non farmi parlare :)
nn
2018-07-13 06:49:48 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by massimo79mmm
Post by nn
brutte esperienze? :-)
ti ho detto di non farmi parlare :)
Ok stendiamo un velo pietoso... :-)

ciao max
massimo79mmm
2018-07-13 13:59:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Ok stendiamo un velo pietoso... :-)
Per essere precisi: non ha niente a vedere con la qualita' dei prodotti.
P 'o
2018-07-11 17:10:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by P 'o
Dopo i cacciavite piatti sono venuti quelli a croce.
Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Si ti riferisci agli inserti che si mettono in cima al giravite...
Dalla ghiera a taglio all'impronta a croce philips si e` passati quando
gli avvitatori sono entrati nella produzione di serie... si capisce
anche il perche` l'impronta a croce e` autocentrante e se magnetizzata
tiene in situ la vite, quindi serve una sola mano.
Dato che l'impronta Philips (PH) e` un brevetto, per non pagare le
royalties qualcuno ad Est della cortina di ferro, ne ha studiata e
realizzata una simile... e` nata la Pozidriv (PZ), molto simile alla
Philips, ma diversa quel tanto da essere al sicuro da pagamenti e gabelle.
grazie, vedo che sei un vero storico delle viti !!
nn
2018-07-12 07:41:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
grazie, vedo che sei un vero storico delle viti !!
diciamo che ho visto arrivare le impronte alla spicciolata... scoperte
tutte tutte insieme possono sconcertare... ma solo un po' :-)

ciao max
Prova
2018-07-11 17:47:31 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by P 'o
Dopo i cacciavite piatti sono venuti quelli a croce.
Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Si ti riferisci agli inserti che si mettono in cima al giravite...
Dalla ghiera a taglio all'impronta a croce philips si e` passati quando
gli avvitatori sono entrati nella produzione di serie... si capisce anche
il perche` l'impronta a croce e` autocentrante e se magnetizzata tiene in
situ la vite, quindi serve una sola mano.
Dato che l'impronta Philips (PH) e` un brevetto, per non pagare le
royalties qualcuno ad Est della cortina di ferro, ne ha studiata e
realizzata una simile... e` nata la Pozidriv (PZ), molto simile alla
Philips, ma diversa quel tanto da essere al sicuro da pagamenti e gabelle.
Questa non l'ho capita !

L'impronta Phillips è registrata dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.
L'impronta Pozidive é Registrata come Novità sostitutiva innovativa sempre
negli anni '30 dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.

al di là della cortina durate la guerra fredda copiavano tutto quello che
potevano , invezioni autoctone poche
( commercializzabili e commercializzate)
Post by nn
L'impronta esagonale nata anzitempo, e stata accolta comunque nel novero
dei cacciaviti, quindi si trovano inserti esagonali per queste viti che
sono conosciute come "brugole" ma il loro nome e` Allen.
Dato che le due grandi famiglie di passi per viti (imperiale e metrico)
hanno misure simili ma non proprio uguali, di inserti esagonali ne trovi
sia con misure metriche (ISO) che in pollici (imperiali).
In seguito a qualcuno venne in mente che non gli andava a genio che i suoi
prodotti chiusi con viti a testa esagonale, li potessero aprire "cani e
porci" quindi hanno pensato bene di mettere un "tamper" un picioccolo
sporgente all'interno dell'impronta stessa della vite, che impedisse ad
una chiave standard di inserirsi (tentare di forare il durissimo acciaio
di una chiave Allen e` da escludere).
La rottura del "tamper" nell'incasso esagonale, poteva cosi essere usato
come fattore per la decadenza della garanzia.
In questo gioco al massacro ci si e` messa di mezzo anche la "grandeur"
francese, che aborriva l'uso di viti con impronta anglosassone (forse
reminiscenze di vecchie guerre o revanscismo Napoleonico), fatto sta che
fecero diventare l'esagono una stella, la chiamarono Torx (o Tx) la
brevettarono, per non essere da meno degli altri, con tamper o senza.
Torx è un marchio registrato della Textron ( ora Acument Global
Technologies)

i francesi in quanto a meccanica sono ancora a zuccherare le acciughe
Post by nn
A questo punto in Germania la WURTH nota azienda di accessori di fissaggio
si sara` detta:"e chi sono io Babbo Natale?" quindi per non essere da meno
ha tirato fuori dal cilindro e commercializzato, per il settore
strutturale in legno, viti con una impronta chiamata AW, simile alla Torx
ma con i vantaggi della Philips. (sara` vero?)
catalogo Wurh per viti strutturali per costruzioni in legno.
https://fs.wuerth.it/media/downloads/pdf/brochure_1/manuale_per_progettisti/carpenteria_legno_1013.pdf
Sull'onda del successo di queste nuove impronta forse per necessita
antivandalo, ma anche per protezionismo, sono nati altri inserti, chi
Wurth è un distributore
Post by nn
Tri-Wing (croce a tre bracci) Robertson (impronta quadra)
Spanner (due forellini sulla testa della vita diametralmente opposti)
One-Way (antisvitamento)
ed altre anche piu` complesse che ora non ricordo...
La maggior parte dei profili funzionali sono sempre della

THE PHILLIPS SCREW COMPANY
Post by nn
saluti max
Saluti
nn
2018-07-12 07:50:30 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Prova
L'impronta Phillips è registrata dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.
L'impronta Pozidive é Registrata come Novità sostitutiva innovativa sempre
negli anni '30 dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.
Ah ok... grazie per la dritta... mi chiedevo quale differenza di fosse,
dato che sono molto simili... e me lo avevano spiegato cosi`.
Post by Prova
Torx è un marchio registrato della Textron ( ora Acument Global
Technologies)
vero... anche per questa relata refero, ma grazie lo stesso
Post by Prova
i francesi in quanto a meccanica sono ancora a zuccherare le acciughe
io non ne sarei cosi` sicuro :-)
Post by Prova
Wurth è un distributore
... non del tutto se e` vero che ha prodotto l'impronta WA
Post by Prova
La maggior parte dei profili funzionali sono sempre della
THE PHILLIPS SCREW COMPANY
Nulla cambia sul "protezionismo di assistenza" che queste impronte hanno
realizzato e continuano a realizzare.

bye
E. Delacroix
2018-07-12 17:35:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by Prova
i francesi in quanto a meccanica sono ancora a zuccherare le acciughe
io non ne sarei cosi` sicuro :-)
Ho un piccolo cacciavite Facom da 2mm fin dagli anni70; non ho mai visto
un acciaio così resistente. Ho rovinato la punta a decine di cacciaviti
simili storcendola, ma con il Facom ho rovinato decine di viti, non si
piega e non si spezza. Sugli acciai speciali i francesi hanno qualcosa
da dire.
_ _
0 0;
@-

E. Delacroix
Prova
2018-07-13 16:43:05 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by Prova
L'impronta Phillips è registrata dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.
L'impronta Pozidive é Registrata come Novità sostitutiva innovativa sempre
negli anni '30 dalla THE PHILLIPS SCREW COMPANY.
Ah ok... grazie per la dritta... mi chiedevo quale differenza di fosse,
dato che sono molto simili... e me lo avevano spiegato cosi`.
Post by Prova
Torx è un marchio registrato della Textron ( ora Acument Global
Technologies)
vero... anche per questa relata refero, ma grazie lo stesso
Post by Prova
i francesi in quanto a meccanica sono ancora a zuccherare le acciughe
io non ne sarei cosi` sicuro :-)
Io si . Se hai esperienze esprimile
Post by nn
Post by Prova
Wurth è un distributore
... non del tutto se e` vero che ha prodotto l'impronta WA
Ha prodotto e studiato l'impronta WA ?
Post by nn
Post by Prova
La maggior parte dei profili funzionali sono sempre della
THE PHILLIPS SCREW COMPANY
Nulla cambia sul "protezionismo di assistenza" che queste impronte hanno
realizzato e continuano a realizzare.
Non ho capito cosa sia il "protezionismo di assistenza"

Esiste l'amerinda definizione "Intellectual property" che preferisco in
italiano , ma gli americani sono generalmente più bravi a farla valere.
Se io penso, brevetto , produco o distribuisco una soluzione perche dovrei
regalarla "aggratiss" a tutti i peones del mondo ??.

Se risolve il problema è giusto che sia pagata !
Se la faccio solo io perche deve essere monopolio ?

Se la Wurh commercializza le viti con il Marchio Torx perche deve farlo
"aggratis" ??


In quanto al Profilo Aw , mi sembra proprio la furbata per bypassare il
marchio torx


Saluti
Post by nn
bye
Vitto76
2018-07-13 14:18:49 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Si ti riferisci agli inserti che si mettono in cima al giravite...
[...]

Obietto all'uso del termine "tamper" che significa "manomissione".
Le impronte esalobate col picciolo al centro rientrano(rientravano) nella categoria delle anti-tampering, cioè antimanomissione. Ma il termine non c'erntra nulla con la forma o col picciolo.
Tra le più bastarde antitampering che ho incontrato (sempre in ciabatta multipla) ci sono quelle elicoidali che si possono solo avvitare ma non svitare (con un cacciavite a lama).

Saluti
nn
2018-07-13 14:50:41 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Vitto76
Obietto all'uso del termine "tamper" che significa "manomissione".
Ok... in effetti avrei dovuto scrivere anti tamper, evidentemente mi
sono unito anche io all'accezione comune, che indica cosi`
l'antimanomissione.
Post by Vitto76
Ma il termine non c'erntra nulla con la forma o col picciolo.
certo l'antitampering e` presente nei dispositivi che non devono essere
aperti o manomessi, come centraline di allarme, sensori e sirene... o
come si vede nei film, anche detonatori... :-) dove tipicamente si deve
tagliare il filo rosso, ma a volte proprio quello e` il dispositivo
antimanomissione. :-)
Post by Vitto76
Tra le più bastarde antitampering che ho incontrato (sempre in ciabatta multipla) ci sono quelle elicoidali che si possono solo avvitare ma non svitare (con un cacciavite a lama).
gia` le One-Way
https://tse3.mm.bing.net/th?id=OIP.kTFHrydTOZOAssy8AXO5qAAAAA&pid=15.1&P=0&w=300&h=300


saluti
Giampaolo Natali
2018-07-13 16:39:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by nn
Post by Vitto76
Obietto all'uso del termine "tamper" che significa "manomissione".
Ok... in effetti avrei dovuto scrivere anti tamper, evidentemente mi
sono unito anche io all'accezione comune, che indica cosi`
l'antimanomissione.
Post by Vitto76
Ma il termine non c'erntra nulla con la forma o col picciolo.
certo l'antitampering e` presente nei dispositivi che non devono essere
aperti o manomessi, come centraline di allarme, sensori e sirene... o
come si vede nei film, anche detonatori... :-) dove tipicamente si deve
tagliare il filo rosso, ma a volte proprio quello e` il dispositivo
antimanomissione. :-)
Post by Vitto76
Tra le più bastarde antitampering che ho incontrato (sempre in ciabatta
multipla) ci sono quelle elicoidali che si possono solo avvitare ma non
svitare (con un cacciavite a lama).
gia` le One-Way
https://tse3.mm.bing.net/th?id=OIP.kTFHrydTOZOAssy8AXO5qAAAAA&pid=15.1&P=0&w=300&h=300
saluti
Già, ma se usate per esempio nella ferramenta di porte in legno, come le mie
per esempio, è opportuno che sia difficile svitarle.
Poi io le svito tranquillamente quando debbo restaurare una porta
bisognevole di una buona passata di levigatrice, ma almeno non ci riesce
ilprimo che passa dalle mie parti :-)
--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Bernardo Rossi
2018-07-11 15:38:46 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
un cacciavite a croce con gambo lungo per un lavoro con un tassello. Ora
lo stesso tassello ha la testa esagonale torx e devo comprare un nuovo
cacciavite
Fonche' di tratta di torx, e' ancora semplice. Ma di viti
antimanomisisone ne esiste un fottio di diverse.
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
massimo79mmm
2018-07-11 15:55:01 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme e spieghi perchè sono state inventate?
AFAIK l'impronta a croce e' stata inventata per "scappare" raggiunta una certa coppia di serraggio. quando e' stata inventata, non c'erano avvitatori con regolazione della coppia di serraggio, e le viti erano fatte di materiale piuttosto tenero, se paragonato a quelli d'oggi, cosi' l'unico metodo era fare un'impronta che facesse scappare la punta del cacciavite una volta serrata a dovere, senza rischiare di rompere la vite.
Oggi, con viti piu' robuste e avvitatori con frizione, secondo me non hanno piu' molto senso, in ambito di carpenteria, sia in legno che in ferro.

Per quanto mi riguarda, odio l'impronta a croce, fosse per me tutte torx o brugola, non scappano e sono molto piu' durature.
il resto e' stato fatto per questioni commerciali.
Post by P 'o
A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare.
cambia. prova ad avvitare tanti tasselli, con la punta a croce devi fare molta forza per evitare che scappi, con la torx o brugola, una volta innestata non c'e' pericolo che scappi, e devi solo tenere premuto leggermente l'avvitatore.
P 'o
2018-07-11 17:13:56 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by massimo79mmm
cambia. prova ad avvitare tanti tasselli, con la punta a croce devi fare
molta forza per evitare che scappi, con la torx o brugola, una volta
innestata non c'e' pericolo che scappi, e devi solo tenere premuto
leggermente l'avvitatore.
fra un mese dovrò montare un centinaio di tasselli con testa torx.
e potrò provare il miglioramento

Da quanto capisco la forma migliore sarebbe esagonale
massimo79mmm
2018-07-11 17:26:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
fra un mese dovrò montare un centinaio di tasselli con testa torx.
e potrò provare il miglioramento
Da quanto capisco la forma migliore sarebbe esagonale
in realta' la migliore e' calettata, proprio perche' trasmette piu' coppia.
Giacobino da Tradate
2018-07-12 08:12:49 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme
https://www.wiha.com/it/guida-profili-per-avvitare/
Post by P 'o
e spieghi perchè sono state inventate?
in generale, servono ad aumentare la superficie di contatto fra punta e
testa della vite, trasmettendo piu' coppia. Una volta si avvitava solo a
mano mentre adesso si usano gli avvitatori molto piu' forti del polso.

per esempio passando da una brugola esagonale a una testa torx, il lato
di contatto dell'esagono viene quasi raddoppiato, le facce di contatto
passano da 6 a 12 e si trasmette piu' forza angolare.

Stesso concetto il passaggio da lama (piatta) a Phillips (stella) a
Pozidriv, in cui ci passa da 2 a 4 a 8 superfici.

Va da se' che viti e inserti devono essere via via piu' tenaci
altrimenti si sbriciolano o si spanano sotto sforzo.

Quindi la moltiplicazione delle impronte e' spiegata dalla migliore
tecnologia metallurgica, associata alla diffusione degli elettroutensili
che producono molto piu' coppia rispetto al polso umano.
Post by P 'o
A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare. Forse va bene al fine commerciale.
l'aspetto commerciale subentra nel caso di impronte proprietarie per
limitare lo smontaggio da parte di interventi non autorizzati. Se un
oggetto e' premium e un cane lo manomette rompendolo, dopo si diffonde
la voce negativa "l'oggetto si rompe", e questo deprezza il marchio
premium anche se non e' colpa sua.
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Vitto76
2018-07-13 14:14:58 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by P 'o
Ora le forme della punta sono diventate tantissime.
Non ora, già da un po' :-)
Post by P 'o
domanda: esiste un semplice documento che spieghi tutte queste ( per me
inutili) forme e spieghi perchè sono state inventate?
Incredibile ma nessuno ha postato questo:
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_screw_drives
Post by P 'o
A mio avviso se va
bene un vite con testa a croce cambiarla in esagonale non serve a nulla
al fine di avvitare.
Forse va bene al fine commerciale.
Dunque, "al fine di avvitare", cioè del bricolaggio, gliene 'mporta na pippa a nessuno.
Le considerazioni commerciali, si vabè ci sono, ma non le ho mai viste prendere il sopravvento nelle questioni tecniche.
Dimentichi LA questione fondamentale, cioè dell'industrializzazione, della produzione in volume a prezzi sempre più bassi.
Risparmiare un decimo di secondo sull'avvitamento di una vite fa la differenza tra la fabbrichetta cinese che fiorisce e quella che chiude.
La maggior parte delle scelte tecniche che ritroviamo in un prodotto sono incomprensibili se non si tiene in considerazione che è fatto in serie col costo minimo possibile.
Post by P 'o
Avevo comprato un cacciavite a croce con gambo lungo per un lavoro con un tassello.
Ora lo stesso tassello ha la testa esagonale torx e devo comprare un nuovo
cacciavite
Che dire. Quasi sempre al supermercato compriamo merda, ma ogni tanto capita un bel colpo: ho una scatola con chiave a cricco, cacciavite e inserti di ogni tipo della LIDL che va alla grande da 20anni.
Non precipitarti al lidl perchè ogni volta che hanno proposto un prodotto simile era simile, ma differente. Sono stato fortunato. Con quello ci potrei fare pressochè tutto (eccetto le pozidrive piccole e grandi che ho aggiunto).

Idem per i cacciaviti: il migliore che ho è un Oreca Koala Philips 1. I più attenti sanno che Oreca rivende alla grande distribuzione, non è certo sinonimo di qualità. Eppure quel cacciavite è perfetto e non ha mai perso un colpo. (e costava due lire) Boh!

In bocca al lupo per l'attrezzatura.
Se non la vuoi non la comprare e non fare i lavori, ti voglio bene lo stesso! :)
(oppure procurati un amico da cui fartela prestare, basta che gliela tratti bene)
Loading...