Discussion:
caminetto ad aria: qualche dubbio
(troppo vecchio per rispondere)
c***@t
2012-01-15 23:22:13 UTC
Salve a tutti,
chiedo il vostro prezioso aiuto e la vostra infinita pazienza.

abbiamo deciso di installare un caminetto ventilato ad aria in una
casetta di montagna nella quale i soli ventilconvettori a gpl non sono
sufficienti, oltre a consumare troppo.

La casa è circa 80 mq con mura in blocchetti di cemento, quindi
pochissimo isolanti. Gli infissi sono in Pvc di buona qualità.

Vi è un camino tradizionale ma disperde tutta la sua potenza dalla
canna contribuendo poco al riscaldamento della casa.

A questo punto vorremmo demolire il vecchio camino in mattoni e pietra
e inserire un ventilato.

La scelta potrebbe essere per uno della Clam che mi pare convincente
come marca e sulla quale potrei ottenere un buono sconto dal
venditore.

Nel catalogo vi sono diversi modelli che vanno a crescente potenza.
1) modello 5.84c con potenza termica nominale 14.4kw e 12.400k/cal
rendimento 80.6% 3,8 kg legna per ora
2) Modello 5.84 fr con potenza termica nominale 16 kw e 13.800 k/cal
rendimento 73% 5,1 kg di legna per ora
3) modello 5.94 p con potenza termica nominale 17 kw e 14.600 k/cal
rewndimento 74% 5,3 kg di legna per ora.

Ognuno sulla carta dovrebbe riscaldare ampiamente la superfice che ho
io (80 mq) ma con consumi ben diversi.

Mi chiedo se non sia il caso di comprare quello a consumo minore o se
prenderne uno più potente per sfruttarla magari non a pieno.
Immagino che quello più piccolo vada prima in temperatura e quindi
l'emanazione di calore parta prima ma magari i più potenti una volta
in temperatura ci restano più a lungo.... ditemi voi.

Altri quesiti:
1) quanto sono rumorose le ventole ?
2) usando dei tubi di trasmissione aria in acciaio liscio all'interno
inseriti in una finta trave di cartongesso serve qualche particolare
insonorizzazione o isolamento termico ?
3) le bocchette di entrata d'aria nelle stanze, ne esistono di
chiudibili ermeticamente per isolare la stanza che non mi serve
riscaldare ? Dove le trovo a prezzi umani ?
4) Quali sono i consigli più importanti per insonorizzare la ventola e
tutto il sistema al meglio ?
5) Il la canna fumaria va bene a strato singolo o va preso quelo a
doppio strato isolato ?
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?

Scusate la valanga di domande ma sto studiando da giorni la cosa e non
posso permettermi acquisti incauti.

Grazie a tutti.

L.
Fabbrogiovanni
2012-01-16 06:40:10 UTC
Rispondo parzialmente a un paio.
Post by c***@t
1) quanto sono rumorose le ventole ?
Non conosco i Clam, posso parlare per la mia, su caminetto Piazzetta.
Alla velocità più bassa è abbastanza silenziosa e la senti come costante
rumore di fondo.
Ti accorgi di quanto fosse rumorosa nel momento in cui si spegne.
Hai presente un mezzo sordo costante fastidioso mal di denti?
Se ti passa di colpo hai quella sensazione di benessere e di pace?
Post by c***@t
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?
L'aria esterna si usa, di solito e non sempre, per il focolare.
Entra, alimenta la combustione e se ne va dalla canna fumaria.

Il ventilatore farà circolare l'aria interna della casa.
La prende, la spinge nello scambiatore, lì si riscalda e riesce dalle
bocchette.
--
Fabbrogiovanni
c***@t
2012-01-16 22:19:30 UTC
il Mon, 16 Jan 2012 07:40:10 +0100, "Fabbrogiovanni"
Post by Fabbrogiovanni
Rispondo parzialmente a un paio.
Post by c***@t
1) quanto sono rumorose le ventole ?
Non conosco i Clam, posso parlare per la mia, su caminetto Piazzetta.
Alla velocità più bassa è abbastanza silenziosa e la senti come costante
rumore di fondo.
Da come capisco è più o meno, quando gira al minimo, come la ventola
di un pc... quando lo spegni te ne accorgi comunque.

Il fatto è che nel caminetto Clam, come in molti altri, il ventilatore
sta in basso e dovrebbe essere possible rivestirlo in mattoni, pietra,
marmo o cos'altro e pertanto far sparire una parte considerevole del
rumore.
Resta il rumore dell'aria nei tubi ma con un tubo in acciaio con
interno liscio dovrebbe diminuire parecchio.
Post by Fabbrogiovanni
Post by c***@t
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?
L'aria esterna si usa, di solito e non sempre, per il focolare.
Entra, alimenta la combustione e se ne va dalla canna fumaria.
Il ventilatore farà circolare l'aria interna della casa.
La prende, la spinge nello scambiatore, lì si riscalda e riesce dalle
bocchette.
In questi caminetti Clam, come anche in altri, si fanno 2 prese
d'aria, una esterna e una interna, entrambe da 12 cm che si collegano
ai 2 lati del ventilatore.
Quest'aria miscelata 50% interna e 50% esterna gira nello scambiatore
e se ne va poi nelle stanze attraverso tubi e bocchette.
La stessa aria va poi anche in parte ad alimentare la combustione.

Io vorrei aggiungere ad abbondanza nella stanza una presa da 12 cm per
ricambio d'aria.

Come dicevo l'aria esterna entra quindi di continuo nel circuito
dell'aria e mi preoccupavo che non desse luogo a fenomeni di
corrosione/ruggine/ossidazione ecc. visto che parliamo di aria
abbastanza fredda e umida in zona di montagna.

Spero di essere riuscito a spiegarmi bene e ringrazio.

L.
Loris_ro
2012-01-16 10:32:40 UTC
Post by c***@t
Ognuno sulla carta dovrebbe riscaldare ampiamente la superfice che ho
io (80 mq) ma con consumi ben diversi.
Mi chiedo se non sia il caso di comprare quello a consumo minore o se
prenderne uno più potente per sfruttarla magari non a pieno.
non saprei dirti, cmq tieni presente che le cose funzionano meglio quando
sono giuste.
Post by c***@t
Immagino che quello più piccolo vada prima in temperatura e quindi
l'emanazione di calore parta prima ma magari i più potenti una volta
in temperatura ci restano più a lungo.... ditemi voi.
non ho termocamini quindi non so aiutarti.
Post by c***@t
1) quanto sono rumorose le ventole ?
passo.
Post by c***@t
2) usando dei tubi di trasmissione aria in acciaio liscio all'interno
inseriti in una finta trave di cartongesso serve qualche particolare
insonorizzazione o isolamento termico ?
l' isolamento acustico occorre principalmente quando le vibrazioni (della
ventola in questo caso) si trasmettono alle tubazioni.

con qualche accorgimento si potrà ovviare a questa eventualità.

per l'isolamento termico ti dico che serve qualcosa sufficiente a non fare
rovinare la fintra trave di cartongesso.

dato che lo scopo è riscaldare gli ambienti il fatto che una tubazione che
sta all'interno dell'ambiente sterra sia calda non può fare altro che
aiutare.
Post by c***@t
3) le bocchette di entrata d'aria nelle stanze, ne esistono di
chiudibili ermeticamente per isolare la stanza che non mi serve
riscaldare ? Dove le trovo a prezzi umani ?
so che esistono ma per dove e quanto passo.
Post by c***@t
4) Quali sono i consigli più importanti per insonorizzare la ventola e
tutto il sistema al meglio ?
per la ventola c'è poco da fare dipende in parte dalla qualità del prodotto,
dall'usura dei cuscinetti, e dalla portata d'aria.

in breve, se io devo muovere tot metri cubi d'aria ho da dimensionare la
ventola e la velocità dell'aria in maniera tale da muovere quella quantità
d'aria.

posso fare tubi grandi e velocità piccole e quindi meno rumore

o posso fare tubi piccoli e velocità grandi e quindi tanto rumore.
Post by c***@t
5) Il la canna fumaria va bene a strato singolo o va preso quelo a
doppio strato isolato ?
dipende da dove va installata. in teoria una canna fumaria va calcolata,
progettata e certificata.

in linea di massima ti posso dire che coibentata serve per i tratti
all'esterno.

se la canna viaggia in un cavedio riparato (come ad esempio l'interno di una
vecchia canna fumaria in muratura) allora (in generale) non occorre
coibentarla.
Post by c***@t
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?
il camino ad aria ha in sostanza un braciere come un qualunque camino ed uno
cambiatore forzato aria aria

le arie sono due:

una è quella che serve per scaldare e viene presa dall'ambiente dove c'è il
camino e ributtata nell'ambiente.

la seconda è quella comburente che normalmente nei camini normali viene
presa dallo stesso ambiente ma potrebbe anzi sarebbe auspicabile prenderla
da fuori.

questa entra e alimenta la fiamma, si scalda ed esce dal camino dopo essere
passata dallo scambiatore.

dove secondo te c'è il problema che tale aria possa provocare
condense/corrosione/ossidazione?

vedo piuttosto una maggior probabilità che ciò avvenga con i residui di
combustione del legno.
Post by c***@t
Scusate la valanga di domande ma sto studiando da giorni la cosa e non
posso permettermi acquisti incauti.
spero di averti aiutato.

ciao.

Lo
c***@t
2012-01-16 22:19:30 UTC
Intanto grazie delle risposte.

Scrivo una risposta per ognuno in modo da mettere a profitto ogni
spunto che emerge nel discorso.
Post by Loris_ro
Post by c***@t
2) usando dei tubi di trasmissione aria in acciaio liscio all'interno
inseriti in una finta trave di cartongesso serve qualche particolare
insonorizzazione o isolamento termico ?
per l'isolamento termico ti dico che serve qualcosa sufficiente a non fare
rovinare la fintra trave di cartongesso.
Da quel che ho letto l'impianto parte quando la temperatura nella
camera d'aria raggiunge i 60 gradi. A questo punto parte la ventola e
l'aria scorre nel tubo d'acciaio fino alle bocchette.
Immagino che la temperatura parta da 60 gradi e velocemente scenda.
Secondo te c'è un rischio concreto di surriscaldare il cartongesso ?
Ne andrebbe usato uno di tipologia particolare ?
Un'idea potrebbe essere inserire una griglia ogni tot metri di
cartongesso per recuperare il calore del tubo d'acciaio e nel contempo
raffreddare il canale di cartongesso.
Che ne dici ?
Post by Loris_ro
posso fare tubi grandi e velocità piccole e quindi meno rumore
o posso fare tubi piccoli e velocità grandi e quindi tanto rumore.
So che è una stima difficile da fare ma butto li la domanda:
Secondo te un tubo da 12 cm come si pone dal punto di vista acustico
rispetto a un motore da 700 mc/h che manda aria in 2 tubi diversi ?
Post by Loris_ro
Post by c***@t
5) Il la canna fumaria va bene a strato singolo o va preso quelo a
doppio strato isolato ?
se la canna viaggia in un cavedio riparato (come ad esempio l'interno di una
vecchia canna fumaria in muratura) allora (in generale) non occorre
coibentarla.
Che ne dici di un pò di lana di roccia intorno ?
E' proprio superflua ?
Post by Loris_ro
Post by c***@t
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?
il camino ad aria ha in sostanza un braciere come un qualunque camino ed uno
cambiatore forzato aria aria
una è quella che serve per scaldare e viene presa dall'ambiente dove c'è il
camino e ributtata nell'ambiente.
la seconda è quella comburente che normalmente nei camini normali viene
presa dallo stesso ambiente ma potrebbe anzi sarebbe auspicabile prenderla
da fuori.
questa entra e alimenta la fiamma, si scalda ed esce dal camino dopo essere
passata dallo scambiatore.
dove secondo te c'è il problema che tale aria possa provocare
condense/corrosione/ossidazione?
A questa domanda rispondo ribadendo un ragionamento inserito
nell'altra branchia del thread che riporto:

In questi caminetti Clam, come anche in altri, si fanno 2 prese
d'aria, una esterna e una interna, entrambe da 12 cm che si collegano
ai 2 lati del ventilatore.
Quest'aria miscelata 50% interna e 50% esterna gira nello scambiatore
e se ne va poi nelle stanze attraverso tubi e bocchette.
La stessa aria va poi anche in parte ad alimentare la combustione.

Io vorrei aggiungere ad abbondanza nella stanza una presa da 12 cm per
ricambio d'aria.

Come dicevo l'aria esterna entra quindi di continuo nel circuito
dell'aria e mi preoccupavo che non desse luogo a fenomeni di
corrosione/ruggine/ossidazione ecc. visto che parliamo di aria
abbastanza fredda e umida in zona di montagna.
Post by Loris_ro
vedo piuttosto una maggior probabilità che ciò avvenga con i residui di
combustione del legno.
E' un pericolo esistente anche se c'è scritto nei depliants che esiste
un flusso d'aria specifico girato sul vetro a "continua pulizia"
dell'antina stessa.
Post by Loris_ro
spero di averti aiutato.
Assolutamente si e ti ringrazio.

L.
Loris_ro
2012-01-18 10:58:53 UTC
Post by c***@t
Da quel che ho letto l'impianto parte quando la temperatura nella
camera d'aria raggiunge i 60 gradi. A questo punto parte la ventola e
l'aria scorre nel tubo d'acciaio fino alle bocchette.
Immagino che la temperatura parta da 60 gradi e velocemente scenda.
Secondo te c'è un rischio concreto di surriscaldare il cartongesso ?
a quelle temperature francamente pendo proprio di no, ma che succede se tu
impazzisci e butti nel camino una cariolata di legna fine che brucia tutta
insieme e tutta infretta? posso capire che il camino è dichiarato per certe
potenzialità ma alla fine dei conti chi e che controlla se l'alimentazione è
corretta?

e se fai una cosa del genere la temperatura dentro lo scambiatore a che
temperatura sale benchè el ventole stiano funzionando?

io conosco uno che ha dovuto sostituire le ventole perchè sovraccaricando il
camino ha alzato la temperatura ed i cuscinetti ne hanno risentito.
Post by c***@t
Ne andrebbe usato uno di tipologia particolare ?
passo la risposta ad un cartongessista.
Post by c***@t
Un'idea potrebbe essere inserire una griglia ogni tot metri di
cartongesso per recuperare il calore del tubo d'acciaio e nel contempo
raffreddare il canale di cartongesso.
Che ne dici ?
è un'idea.
Post by c***@t
Secondo te un tubo da 12 cm come si pone dal punto di vista acustico
rispetto a un motore da 700 mc/h che manda aria in 2 tubi diversi ?
secondo me è rumoroso.

se conti che 700 metri cubi sono come un parallelepipedo di lato 7*10*10
metri il cui contenuto di aria deve passare tutto per un diametro di 12 mm
in un ora di tempo...

ah già dividi per due tubi....

comunque rimane tantino IMHO.

bisognerebbe calcolare la velocità teorica dell'aria.

poi l'esperienza ci dice che l'aria che si muove al di sopra di una certa
velocità è fastidiosa ma non conosco quei limiti.

io aumenterei di molto la sezione dei canali d'aria e li coibenterei bene
bene senza mettere griglie di recupero sulla falsa trave .

IMHO preferisco l'aria che mi arriva a velocità basse che mi crea anche meno
problemi per la polvere che non tubi piccoli, velocità alte, e problemi i
rumore e polvere.
Post by c***@t
Che ne dici di un pò di lana di roccia intorno ?
E' proprio superflua ?
non è certo superflua, diciamo che la canna fumaria per tirare bene deve
essere calda.

infatti il problema del tiraggio minore si ha all'accensione

se è esterna occorre coibentarla perchè sennò

1°ci mette troppo a scaldarsi e quindi a tirare bene

2° di conseguenza aumentano le perdite di calore al mantello del camino che
è calore che tu bruci ma non sfrutti perchè lo usi per mantenere la canna
calda.

se interna il fatto che ci sia una zona "filtro" tra la superficie esterna
della canna e l'atmosfera esterna crea già di per se una coibentazione.ù

quindi risulta più economico metterla non coibentata.

se tu ritieni che nonostante sia interna sia meglio coibentarla in qualche
maniera tanto meglio.
Post by c***@t
A questa domanda rispondo ribadendo un ragionamento inserito
In questi caminetti Clam, come anche in altri, si fanno 2 prese
d'aria, una esterna e una interna, entrambe da 12 cm che si collegano
ai 2 lati del ventilatore.
Quest'aria miscelata 50% interna e 50% esterna gira nello scambiatore
e se ne va poi nelle stanze attraverso tubi e bocchette.
ok quindi l'aria intesa come fluido termovettore e l'aria intesa come
ricambio dell'ossigieno comburente si mescolano tra di loro.
Post by c***@t
La stessa aria va poi anche in parte ad alimentare la combustione.
capito.
Post by c***@t
Io vorrei aggiungere ad abbondanza nella stanza una presa da 12 cm per
ricambio d'aria.
come dirti di no? Teoricamente il ricambio è garantito, e quindi non
occorrerebbe,e avrai una ulteriore perdita di calore ma come faccio a dirti
che non fai bene?
Post by c***@t
Come dicevo l'aria esterna entra quindi di continuo nel circuito
dell'aria e mi preoccupavo che non desse luogo a fenomeni di
corrosione/ruggine/ossidazione ecc. visto che parliamo di aria
abbastanza fredda e umida in zona di montagna.
se per fredda ed umida intendi dire temperature basse e livelli di umidità
relativa percentuale alti devo correggerti perchè non conosci bene la
psicometria.

Guarda che a parita di percentuale di umidità relativa è più umida l'aria
calda interna che l'aria fredda esterna.

la percentuale di umidità indica in che percentuale è presente acqua
nell'aria rispetto alla quantità massima che l'aria ne può immagazzinare in
se stessa.

quindi dire che a 0 gradi c'è una UR del 90 % magari viol dire che ad
esempio in un metro cubo d'aria è presente il 90 % di acqua che sarebbe
possibile immagazzinare (tanto per dire 900 ml invecie di 1 l di capienza)
ma bisogna tenere conto che più l'aria è calda e più acqua è possibile
immagazzinarvici e non è una proporzione lineare ma logaritmica (ci sono
tabelle apposite che rappresentano l'andamento).

quindi se prendi quell'aria e la scaldi a per dire 20 gradi la sua
percentuale di umidità magari piomba a 10% mentre in casa sicuramente hai un
ambiente con aria dal 40 al 60 % di UR.
Post by c***@t
E' un pericolo esistente anche se c'è scritto nei depliants che esiste
un flusso d'aria specifico girato sul vetro a "continua pulizia"
dell'antina stessa.
ecco appunto.
Post by c***@t
Assolutamente si e ti ringrazio.
prego.

Lo
c***@t
2012-01-18 18:47:54 UTC
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Secondo te un tubo da 12 cm come si pone dal punto di vista acustico
rispetto a un motore da 700 mc/h che manda aria in 2 tubi diversi ?
poi l'esperienza ci dice che l'aria che si muove al di sopra di una certa
velocità è fastidiosa ma non conosco quei limiti.
io aumenterei di molto la sezione dei canali d'aria e li coibenterei bene
bene senza mettere griglie di recupero sulla falsa trave .
IMHO preferisco l'aria che mi arriva a velocità basse che mi crea anche meno
problemi per la polvere che non tubi piccoli, velocità alte, e problemi i
rumore e polvere.
Il mio dubbio è che un tubo con sezione maggiore dei 12 cm previsto
dalla Clam possa essere non idoneo a mandare l'aria a distanza di 6/8
metri come dovrei fare io. Lo dico in modo assolutamente empirico ma
secondo me perde troppo di potenza.
Ho sentito dire che maggiore è l'angolo delle curve maggiore è il
rumore ma dovendo andare con i tubi seguendo pareti a 90° non vedo
come poter creare angoli meno bruschi.
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Che ne dici di un pò di lana di roccia intorno ?
E' proprio superflua ?
non è certo superflua, diciamo che la canna fumaria per tirare bene deve
essere calda.
infatti il problema del tiraggio minore si ha all'accensione
se è esterna occorre coibentarla perchè sennò
1°ci mette troppo a scaldarsi e quindi a tirare bene
2° di conseguenza aumentano le perdite di calore al mantello del camino che
è calore che tu bruci ma non sfrutti perchè lo usi per mantenere la canna
calda.
se interna il fatto che ci sia una zona "filtro" tra la superficie esterna
della canna e l'atmosfera esterna crea già di per se una coibentazione.ù
quindi risulta più economico metterla non coibentata.
L'economia è certa... mi hanno detto che un metro di canna normale va
a circa 30 euro e un metro coibentata va a 110 euro.
Pure ammesso che ci metto la lana di roccia la differenza è notevole.
Immagino che una canna fumaria di blocchetti di cemento con dentro il
tubo d'acciaio rivestito di lana di roccia sia sufficente.
Ma sopra, all'arrivo nel comignolo, va tappato o no lo spazio tra
canna in metallo e rivestimento esterno ?
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Io vorrei aggiungere ad abbondanza nella stanza una presa da 12 cm per
ricambio d'aria.
come dirti di no? Teoricamente il ricambio è garantito, e quindi non
occorrerebbe,e avrai una ulteriore perdita di calore ma come faccio a dirti
che non fai bene?
d'altra parte vorrei fare una bocchetta chiudibile per cui se non ne
ravviso l'esigenza posso sempre tappare...
Il fatto è che le bocchette della Clam in metallo e chiudibili vanno a
circa 50€ l'una e non riesco a trovarne di decenti a prezzi
convenienti.
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Come dicevo l'aria esterna entra quindi di continuo nel circuito
dell'aria e mi preoccupavo che non desse luogo a fenomeni di
corrosione/ruggine/ossidazione ecc. visto che parliamo di aria
abbastanza fredda e umida in zona di montagna.
se per fredda ed umida intendi dire temperature basse e livelli di umidità
relativa percentuale alti devo correggerti perchè non conosci bene la
psicometria.
Guarda che a parita di percentuale di umidità relativa è più umida l'aria
calda interna che l'aria fredda esterna.
quindi se prendi quell'aria e la scaldi a per dire 20 gradi la sua
percentuale di umidità magari piomba a 10% mentre in casa sicuramente hai un
ambiente con aria dal 40 al 60 % di UR.
Quando accendo il camino attuale accade che, dopo una serata di
utilizzo l'igrometro segni umidità esterna 80 e interna 20.
La percezione fisica è di maggior umidità fuori che dentro anche
perchè fuori fa molto freddo. Dal punto di vista effettivo non saprei
dire l'esatta umidità relativa.
La mia speranza è comuqnue che sti caminetti siano rivestiti bene e
che non diventino ferraglia dopo 10 anni.
Ancora grazie

L.
Loris_ro
2012-01-19 09:42:30 UTC
Post by c***@t
Il mio dubbio è che un tubo con sezione maggiore dei 12 cm previsto
dalla Clam possa essere non idoneo a mandare l'aria a distanza di 6/8
metri come dovrei fare io. Lo dico in modo assolutamente empirico ma
secondo me perde troppo di potenza.
ma potenza di che?

termica?

o intesa come forza di spostamento dell'aria?

è vero che esistono le perdite di carico per cui al di sopra di un tot di
sezione non conviene andare sennò va a finire che l'aria manco si muove...

però usando condotti ben coibentati e che quindi non disperdono, anche se
l'aria avanza nei canali ad una velocità più lenta il calore non si disperde
troppo dalle pareti e quindi alla fine dalle bocchette ci esce per forza e
si espande nei locali grazie ai moti convettivi naturali.

la clam ha fatto delle bocchette da 12 ma mica e detto che poi sia
obbligatorio mantenere tale sezione per tutta la tubazione...

cmq non so occorrerebbe fare alcuni calcoli....
Post by c***@t
Ho sentito dire che maggiore è l'angolo delle curve maggiore è il
rumore ma dovendo andare con i tubi seguendo pareti a 90° non vedo
come poter creare angoli meno bruschi.
per fare 90° si possono usare due curve da 45° in serie.
Post by c***@t
L'economia è certa... mi hanno detto che un metro di canna normale va
a circa 30 euro e un metro coibentata va a 110 euro.
ecco appunto.
Post by c***@t
Pure ammesso che ci metto la lana di roccia la differenza è notevole.
Immagino che una canna fumaria di blocchetti di cemento con dentro il
tubo d'acciaio rivestito di lana di roccia sia sufficente.
probabilmente sarebbe sufficinete anche senza.
Post by c***@t
Ma sopra, all'arrivo nel comignolo, va tappato o no lo spazio tra
canna in metallo e rivestimento esterno ?
questo lo devi decidere tu.

se c'è il rischio che entri l'acqua allora dire di si, se c'è il rischio che
entrino insetti/topi o quant'altro allora direi di si.
Post by c***@t
d'altra parte vorrei fare una bocchetta chiudibile per cui se non ne
ravviso l'esigenza posso sempre tappare...
Il fatto è che le bocchette della Clam in metallo e chiudibili vanno a
circa 50? l'una e non riesco a trovarne di decenti a prezzi
convenienti.
non so aiutarti.
Post by c***@t
Post by Loris_ro
quindi se prendi quell'aria e la scaldi a per dire 20 gradi la sua
percentuale di umidità magari piomba a 10% mentre in casa sicuramente hai un
ambiente con aria dal 40 al 60 % di UR.
Quando accendo il camino attuale accade che, dopo una serata di
utilizzo l'igrometro segni umidità esterna 80 e interna 20.
ecco giusto per darti un dato abbastanza corretto guardando il digramma di
mollier ti posso dire che a 5 gradi centrigradi e 80 % di umidità relativa
abbiamo circa 4,5 grammi di acqua per kilo di aria secca (qualcosa meno per
la verità).

se prendiamo aria a 20 gradi e 20% di umidità abbiamo circa 3,5 grammi per
kilo di aria secca.

praticamente in termini relativi c'è più umidita fuori che dentro, ma in
termini assoluti c'è più acqua nell'aria interna che acqua nell'aria
esterna.
Post by c***@t
La percezione fisica è di maggior umidità fuori che dentro anche
perchè fuori fa molto freddo. Dal punto di vista effettivo non saprei
dire l'esatta umidità relativa.
calcolo fatto.
Post by c***@t
La mia speranza è comuqnue che sti caminetti siano rivestiti bene e
che non diventino ferraglia dopo 10 anni.
diventano ferraglia perche si ossidano e si oddisano in quanto ospitanto al
loro interno di per se un fenomeno di ossidazione, la fiamma.

ciao.

Lo
c***@t
2012-01-19 21:11:43 UTC
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Il mio dubbio è che un tubo con sezione maggiore dei 12 cm previsto
dalla Clam possa essere non idoneo a mandare l'aria a distanza di 6/8
metri come dovrei fare io. Lo dico in modo assolutamente empirico ma
secondo me perde troppo di potenza.
ma potenza di che?
termica?
o intesa come forza di spostamento dell'aria?
Spostamento d'aria....
Post by Loris_ro
Post by c***@t
Pure ammesso che ci metto la lana di roccia la differenza è notevole.
Immagino che una canna fumaria di blocchetti di cemento con dentro il
tubo d'acciaio rivestito di lana di roccia sia sufficente.
probabilmente sarebbe sufficinete anche senza.
senza lana di roccia o senza tuno d'acciaio ?
A proposito che spessore dovrebbe avere il tubo d'acciaio monoparete ?
Il negoziante mi dice 6/10....
Post by Loris_ro
Post by c***@t
La mia speranza è comuqnue che sti caminetti siano rivestiti bene e
che non diventino ferraglia dopo 10 anni.
diventano ferraglia perche si ossidano e si oddisano in quanto ospitanto al
loro interno di per se un fenomeno di ossidazione, la fiamma.
Insomma non mi dai speranza... tra qualche anno andrà comunque
cambiato....
Post by Loris_ro
ciao.
Lo
MARIO.G
2012-01-16 11:54:56 UTC
Post by c***@t
La casa è circa 80 mq con mura in blocchetti di cemento, quindi
pochissimo isolanti. Gli infissi sono in Pvc di buona qualità.
Vi è un camino tradizionale ma disperde tutta la sua potenza dalla
canna contribuendo poco al riscaldamento della casa.
e si... tipico
Post by c***@t
A questo punto vorremmo demolire il vecchio camino in mattoni e pietra
e inserire un ventilato
si capisco... puoi anche fare , se si puo, l'inseriemnto della canna
fumaria nel vecchio camino e mettere la macchina inserto, all'interno
del focolare.
Post by c***@t
La scelta potrebbe essere per uno della Clam che mi pare convincente
come marca e sulla quale potrei ottenere un buono sconto dal
venditore.
Nel catalogo vi sono diversi modelli che vanno a crescente potenza.
1) modello 5.84c con potenza termica nominale 14.4kw e 12.400k/cal
rendimento 80.6% 3,8 kg legna per ora
2) Modello 5.84 fr con potenza termica nominale 16 kw e 13.800 k/cal
rendimento 73% 5,1 kg di legna per ora
3) modello 5.94 p con potenza termica nominale 17 kw e 14.600 k/cal
rewndimento 74% 5,3 kg di legna per ora.
Ognuno sulla carta dovrebbe riscaldare ampiamente la superfice che ho
io (80 mq) ma con consumi ben diversi.
si, come potenza, anche a fare 73 per cento hai un bel caldino..
per vedere se basta a riscaldare tutto l'appartamento , dovresti
meglio avere idea delle dispersioni del tuo involucro e nella
tua zona climatica.. capisci che se disperdi 18.000 watt
non tutti i modelli ti andrebbero bene
Post by c***@t
Mi chiedo se non sia il caso di comprare quello a consumo minore o se
prenderne uno più potente per sfruttarla magari non a pieno.
Immagino che quello più piccolo vada prima in temperatura e quindi
l'emanazione di calore parta prima ma magari i più potenti una volta
in temperatura ci restano più a lungo.... ditemi voi.
tutti consumano , se puoi vuoi il bel caldo, piu bruci legna, piu
ti arriva e dura :) tutto qui , quindi in una giornata entreranno
in focolare tanti kg... mi dicevano , a me, di non guardare il consumo
di legna ora indicato.. perché e poi hai la tua, di legna, magari
un po umida, magari non di qualità e quindi già qui se metti legni
con un 10 % in piu di acqua.. il peso di legna che bruci... aumenta.


piu il focolare è piccolo , meno legna ci sta... e meno caldo
fai.... è questo il principio ... generalizzando...
Post by c***@t
1) quanto sono rumorose le ventole ?
di solito, misurate, assorbono poco, una ventina di watt
l'una, sono legate, negli inserti moderni, a sensori termostatici
che leggono la temperatura dei condotti, per cui si inseriscono
quando vale la pena ... portare caldo alle bocchette e si spengono
quando non vale la pena
Post by c***@t
2) usando dei tubi di trasmissione aria in acciaio liscio all'interno
inseriti in una finta trave di cartongesso serve qualche particolare
insonorizzazione o isolamento termico ?
secondo me se hai due tre metri.. va bene... l'aria arriverà dentro
a 40-50 gradi.. non penso di piu'm quindi va bene portare dal
camino alla stanza dietro.. se l'hai dietro.. ma portare condotte
a 4-5 metri se non piu... no, non lo farei, secondo me il caldo
e l'aria riscaldati in loco , dal camino, arriverebbero lo stesso
che non portandola con le canaline,... anzi ... andrebbe a finire
che non hai caldo ne nel locale del camino che nell'altro
Post by c***@t
3) le bocchette di entrata d'aria nelle stanze, ne esistono di
chiudibili ermeticamente per isolare la stanza che non mi serve
riscaldare ? Dove le trovo a prezzi umani ?
4) Quali sono i consigli più importanti per insonorizzare la ventola e
tutto il sistema al meglio ?
bho
Post by c***@t
5) Il la canna fumaria va bene a strato singolo o va preso quelo a
doppio strato isolato ?
6) L'aria presa da fuori e spinta dal ventilatore può avere alla lunga
effetti di condensa/corrosione/ossidazione del camino ?
quello te lo deve dire l'installatore e deve vedere lui, in base
alla macchina che prendi e al sui manuale


ciao

mario
c***@t
2012-01-16 22:19:31 UTC
Post by MARIO.G
Post by c***@t
A questo punto vorremmo demolire il vecchio camino in mattoni e pietra
e inserire un ventilato
si capisco... puoi anche fare , se si puo, l'inseriemnto della canna
fumaria nel vecchio camino e mettere la macchina inserto, all'interno
del focolare.
Non abbiamo optato per questa soluzione per poter mandare l'aria anche
nelle altre stanze altrimenti poco raggiungibili dal calore diretto.
Post by MARIO.G
si, come potenza, anche a fare 73 per cento hai un bel caldino..
per vedere se basta a riscaldare tutto l'appartamento , dovresti
meglio avere idea delle dispersioni del tuo involucro e nella
tua zona climatica.. capisci che se disperdi 18.000 watt
non tutti i modelli ti andrebbero bene
La zona climatica è D, l'altezza 1350 m.
La dispersione non so quantificarla ma di certo mezz'ora dopo che
spengo le stufe a Gpl fa di nuovo freddo...
Lo sbalzo termico tra una stanza riscaldata e una no è evidente anche
dopo poco che si accende o si spegne il riscaldamento.
Post by MARIO.G
piu il focolare è piccolo , meno legna ci sta... e meno caldo
fai.... è questo il principio ... generalizzando...
su questo ne convengo ma ragionavo se per portare a piena temperatura
un camino più grande non sia necessaria una quantità di legna
superiore al necessario.
D'altra parte un camino più grande dovrebbe immagazzinare più calore
nella ghisa e cederlo per un periodo maggiore, o no ?
Post by MARIO.G
Post by c***@t
2) usando dei tubi di trasmissione aria in acciaio liscio all'interno
inseriti in una finta trave di cartongesso serve qualche particolare
insonorizzazione o isolamento termico ?
secondo me se hai due tre metri.. va bene... l'aria arriverà dentro
a 40-50 gradi.. non penso di piu'm quindi va bene portare dal
camino alla stanza dietro.. se l'hai dietro.. ma portare condotte
a 4-5 metri se non piu... no, non lo farei, secondo me il caldo
e l'aria riscaldati in loco , dal camino, arriverebbero lo stesso
che non portandola con le canaline,... anzi ... andrebbe a finire
che non hai caldo ne nel locale del camino che nell'altro
Questo è un grande dilemma. In effetti la stanza più lontana sarebbe a
circa 6 metri di tubo ma immagino che dal tubo arriverebbe comunque un
maggior calore che per diffusione. Magari potrei convogliare il calore
giocando con le saracinesche delle bocchette: di giorno di più in
camino e di notte più nelle stanze.


Grazie in ogni caso dell'aiuto.

L.
MARIO.G
2012-01-17 08:59:53 UTC
Post by c***@t
La zona climatica è D, l'altezza 1350 m.
La dispersione non so quantificarla ma di certo mezz'ora dopo che
spengo le stufe a Gpl fa di nuovo freddo...
Lo sbalzo termico tra una stanza riscaldata e una no è evidente anche
dopo poco che si accende o si spegne il riscaldamento.
Post by MARIO.G
piu il focolare è piccolo , meno legna ci sta... e meno caldo
fai.... è questo il principio ... generalizzando...
su questo ne convengo ma ragionavo se per portare a piena temperatura
un camino più grande non sia necessaria una quantità di legna
superiore al necessario.
D'altra parte un camino più grande dovrebbe immagazzinare più calore
nella ghisa e cederlo per un periodo maggiore, o no ?
cat 80 ,m2 ... stufe a gpl appena spegni...hai sensazione hai
freddo... d .... 1350

altino sei altino, sopra il livello mare... MA COME FASCIA D
SEI TRA 1400 2100 GRADI GIORno

sono veramente pochi, confronto ai miei... se mi dici che hai
quella sensazione ... ok, hai eliminato i vecchi infissi
con i nuovi...

MA PENSEREI CHE NON HAI UN IMPIANTO DI RISCALDAMENTO VALIDO

non credo che tu possa risolvere con il camino ventilato,
inserto.

MOLTO MEGLIO PUNTARe A UN TERMOCAMONIO O CALDAIA A LEGNA.
solo in questo modo potresti tranquillamante pensare di
portare il calore bene in casa.
Un mio amico ha 65 m2 x 2 livelli, anche lui con una
canalizzazione inserto a legna 17 kw... ci brucia quintali di legna.. ma
l'aria che
entra a -10 gradi .. hai voglia che si scaldi... per buttar
fuori aria calda a 30 gradi... e magari portarla al paino di sopra
5 metri ... che poi sopra o di lato.. sempre 5 metri sono

PER IL RUMORE... IO NON SENTO, DISDICEVOLI IMBARAZZI NOIE...
sento che se deve portare da 16 a 18 gradi 120 m2 ,,, non riesce..
al massimo arriva a 19 al piano terra... ma sopra non arriva a 17
e non arriva a 18 nemmeno portando a 20 il paino terra....

il problema sono che gli inserti hanno sempre una faccia di vetro..
se non due... mentre ti ci vuole una stufa... che canalizzi la presa
di aria, il volume che aspirano le ventole e pemette all'aria
di riscaldarsi... con piu m2 possibili, ossia tutte le pareti della
stufa.... l'inserto ne avrà sempre uno di meno...


sui suoi 17 kw... devi sempre verificare quanti sono canalizzabili
e quanti arrivano per irraggiamento .... se hai 17 massimi di
cui 8 ti vanno alle canaline...e 8 ti restano in loco... quando
aspieri aria fredda ... e non hai dentro legna.. l'aria ti esce
a 20-25 gradi.... è pochissimo.. per pensare di riscaldare ambienti
e casa... ti ci vuole che va sempre... sempre...
Post by c***@t
Questo è un grande dilemma. In effetti la stanza più lontana sarebbe a
circa 6 metri di tubo ma immagino che dal tubo arriverebbe comunque un
maggior calore che per diffusione. Magari potrei convogliare il calore
giocando con le saracinesche delle bocchette: di giorno di più in
camino e di notte più nelle stanze.
secondo me, se puoi mettere un camino che possa riscaldare acqua calda,
e poi distribuire 10 kw per mezzo di caloriferi... stai meglio...sia
come confort che come effettivo obiettivo. se parli di canalizzazioni
da fare.. come impregno lavoro e tutto.. equivale a quello di mettere
due tubi da 10-16 mm lungo uno zoccolo a parete.

ciao

mario
c***@t
2012-01-17 21:38:11 UTC
Post by MARIO.G
MA PENSEREI CHE NON HAI UN IMPIANTO DI RISCALDAMENTO VALIDO
non credo che tu possa risolvere con il camino ventilato,
inserto.
MOLTO MEGLIO PUNTARe A UN TERMOCAMONIO O CALDAIA A LEGNA.
solo in questo modo potresti tranquillamante pensare di
portare il calore bene in casa.
Un mio amico ha 65 m2 x 2 livelli, anche lui con una
canalizzazione inserto a legna 17 kw... ci brucia quintali di legna.. ma
l'aria che
entra a -10 gradi .. hai voglia che si scaldi... per buttar
fuori aria calda a 30 gradi... e magari portarla al paino di sopra
5 metri ... che poi sopra o di lato.. sempre 5 metri sono
Quando abbiamo preso la casa aveva degli infissi praticamente
inesistenti, pieni di spifferi e con vetri singoli. Quelli li abbiamo
migliorati.
Poi aveva un camino tradizionale, senza neanche presa d'aria.

L'uso che ne facciamo è nel fine settimana, arrivo il venerdì sera
fino alla domenica.

Abbiamo messo i termoconvettori a gpl per avere caldo immediato quando
arriviamo e in casa c'è un grado !!

Ovviamente se fosse una casa abitata tutti i giorni dell'inverno
avremmo optato per un termocamino a pellet con termosifoni e acqua
calda integrata.
Ma in una casa abitata solo 2 giorni a settimana questa soluzione a
mio avviso non è praticabile perchè prima di entrare in funzione il
tutto ci vuole troppo tempo.

Inoltre fisicamente viene difficile far stare nella stessa stanza
termosifoni, ventilconvettori e termocamino.
Post by MARIO.G
sui suoi 17 kw... devi sempre verificare quanti sono canalizzabili
e quanti arrivano per irraggiamento .... se hai 17 massimi di
cui 8 ti vanno alle canaline...e 8 ti restano in loco... quando
aspieri aria fredda ... e non hai dentro legna.. l'aria ti esce
a 20-25 gradi.... è pochissimo.. per pensare di riscaldare ambienti
e casa... ti ci vuole che va sempre... sempre...
Quindi tu credi che non appena cala la fiamma il tutto non funziona
più a dovere ?
Ma quanto dura una carica di legna ?
Tutti dicono che in un caminetto chiuso duri molto di più che in un
camino aperto (a prescindere che il calore prodotto viene messo in
circolo anzichè disperso dal camino).
La mia idea sarebbe che se carico prima di dormire mandi caldo almeno
per un 3 o 4 ore in modo da farci quasi la notte. Sono troppo
ottimista ?
Post by MARIO.G
secondo me, se puoi mettere un camino che possa riscaldare acqua calda,
e poi distribuire 10 kw per mezzo di caloriferi... stai meglio...sia
come confort che come effettivo obiettivo. se parli di canalizzazioni
da fare.. come impregno lavoro e tutto.. equivale a quello di mettere
due tubi da 10-16 mm lungo uno zoccolo a parete.
Lo capisco ma per i motivi detti prima (presenza solo nei week end e
afastellamento di altri impianti) la cosa mi sembra poco praticabile.
Mal che vada avrò almeno la possibilità che il caminetto funzioni
senza la necessità di tenere SEMPRE aperta una finestra per farlo
respirare... cosa che oggi devo fare e a -5 non è un piacere...
Post by MARIO.G
ciao
mario
ciao

L.
MARIO.G
2012-01-17 22:45:12 UTC
Post by c***@t
Quindi tu credi che non appena cala la fiamma il tutto non funziona
più a dovere ?
ciao cat....

cavolo.. si ... devi imparare a vedere come p la tua macchina..
se prende caldo , per esemio sulla fiamma... che quindi i fasci
tubieri ad aria sono tutto intorno al corpo dove brucia il
fuoco...

oppure

sono sotto, dove c'p la brace.... in base a questo devi
mettere in conto anche la pulizia, della macchina, perché
se lasci tanta cenere.. il calore della brace non arriva
bene a scaldare i fasci tubieri.. e idem non è il massimo
usare il braciere alzato dalla struttura.
Post by c***@t
Ma quanto dura una carica di legna ?
ne metti dentro un sacco.. ma veramente tanta legna
fai tranquillamente 7-8 kg all'ora.... ma anche piu
perché poi le provi tutte... aumenti il tiraggio...
ma poi entra anche piu aria fredda... insomma un po
come mordersi la cosa..
Post by c***@t
Tutti dicono che in un caminetto chiuso duri molto di più che in un
camino aperto (a prescindere che il calore prodotto viene messo in
circolo anzichè disperso dal camino).
vero.. questo si... rispetto a un camino aperto.. tu hai molto
piu calore e un maggior rendimento... ma caspita.. se tu mi
parti da 1 grado .. non penserai mica di avere 15-18 gradi
per magia... di fiamma e brace ... ne hai da mettere.
Post by c***@t
La mia idea sarebbe che se carico prima di dormire mandi caldo almeno
per un 3 o 4 ore in modo da farci quasi la notte. Sono troppo
ottimista ?
si se lo riempi prima di andare a letto... ma poi appena
l'aria calda scende sotto i 20 gradi, ti troverai ad aver
caldo solo sulla parete a vetro... ossia il potere del
riscaldamento, per cui ti danno 14-17 kw ce 'hai solo
per un tempo limitato che usi la carica della legna... ossia
il tempo che le sonde leggono una temperatura giusta, es 50 gradi,
chiamano l'aria
a riscaldarsi e te la sparano lungo le canaline... e appunto,
man mano che fanno passare aria... raffreddano quella che esce...
se escono 100 m3 all'ora avranno 35 gradi, ma se ne fai passare
300 m3 avranno 24 gradi in uscita .... e quindi si ferma la
ventola perchP sulla macchina leggerò < 50 grasi ... e passa tempo
perchP la struttura si riscalda..e riprende
a chiamre aria... quindi il potere di quei kw .. oltre ad
essere totale di aria+vetro irraggiamento, non è duraturo come
il fuoco che vedi o la brace che vedi... lo sfrutti molto meno.
Post by c***@t
Lo capisco ma per i motivi detti prima (presenza solo nei week end e
afastellamento di altri impianti) la cosa mi sembra poco praticabile.
CMQ , NON PREoccuparti del rumore delle ventole... secondo me
non è importante e quasi irrilevante, io ne ho due da 20 w... non
portano migliaia di m3 di aria... ma un 220 m3 ora e NON SI SENTONO
e sono vecchie di venti anni... quindi immagiono oggi siano almeno
da 100 w e 300-500 m3

io useri aria presa esterna , solo PER ALIMENTARE LA FIAMMA

per alimentare la ventilazione del riscaldamento, io pre riscalderei
la mandata recuperando aria tra la canna fumaria e il corpo radiante...
ossia che prendo almeno un 10-15 gradi ... prima che passi nella
fascia tubiera della macchina e poi fuoriesca dalle canaline...
canaline a sto punto, il piu breve tratto possibile.

ma al posto del camino, termoventilato.. UNA BELLA STUFA ?
PROGRAMMABILE A PELLET ? CON AMPIA ALIMENTAZIONE ? PROGRAMMABILE ?
QUELLA A MANETTA.... ti consuma... ma ti porta un vento caldo
direttamente da sola.

ci sono anche inserti per camino sui 1500-2500 euro , la finestra
è talemente piccolina che serve solo per bellezza, hai tutti i kw
alla macchina per la ventilazione .. tutto arriva per fiamma.. altezza
fiamma e non per brace.

SECONDO ME è proprio l'unica... rinunciare a rifare il camino , a legna
e canalizzazione e fare pellet a ventilazione

ciao

mario
c***@t
2012-01-18 19:18:50 UTC
ciao Mario,
Post by MARIO.G
Post by c***@t
Quindi tu credi che non appena cala la fiamma il tutto non funziona
più a dovere ?
ciao cat....
cavolo.. si ... devi imparare a vedere come p la tua macchina..
se prende caldo , per esemio sulla fiamma... che quindi i fasci
tubieri ad aria sono tutto intorno al corpo dove brucia il
fuoco...
oppure
sono sotto, dove c'p la brace.... in base a questo devi
mettere in conto anche la pulizia, della macchina, perché
se lasci tanta cenere.. il calore della brace non arriva
bene a scaldare i fasci tubieri.. e idem non è il massimo
usare il braciere alzato dalla struttura.
Da come capisco io le tubazioni sono in alto.
Post by MARIO.G
Post by c***@t
La mia idea sarebbe che se carico prima di dormire mandi caldo almeno
per un 3 o 4 ore in modo da farci quasi la notte. Sono troppo
ottimista ?
si se lo riempi prima di andare a letto... ma poi appena
l'aria calda scende sotto i 20 gradi, ti troverai ad aver
caldo solo sulla parete a vetro... ossia il potere del
riscaldamento, per cui ti danno 14-17 kw ce 'hai solo
per un tempo limitato che usi la carica della legna... ossia
il tempo che le sonde leggono una temperatura giusta, es 50 gradi,
chiamano l'aria
a riscaldarsi e te la sparano lungo le canaline... e appunto,
man mano che fanno passare aria... raffreddano quella che esce...
se escono 100 m3 all'ora avranno 35 gradi, ma se ne fai passare
300 m3 avranno 24 gradi in uscita .... e quindi si ferma la
ventola perchP sulla macchina leggerò < 50 grasi ... e passa tempo
perchP la struttura si riscalda..e riprende
a chiamre aria... quindi il potere di quei kw .. oltre ad
essere totale di aria+vetro irraggiamento, non è duraturo come
il fuoco che vedi o la brace che vedi... lo sfrutti molto meno.
Ma la ghisa di cui è fatto il camino non dovrebbe di per se assorbire
molto calore e rilasciarlo gradualmente ?

Ossia... se io mando tutta la "ferraglia" a una temperatura che so di
300° quella non la va rilasciando a poco a poco ?
Alla fine si tratta di mantenere il calore per qualche ora, poi si
comincia a rimettere legna dentro.
E a questo punto dovrebbe essere anche conveniente tenere al minimo il
ventilatore in modo che passando meno aria si raffredda meno
velocemente e arrivi una quantita di aria minore ma più calda e più a
lungo.
Post by MARIO.G
Post by c***@t
Lo capisco ma per i motivi detti prima (presenza solo nei week end e
afastellamento di altri impianti) la cosa mi sembra poco praticabile.
CMQ , NON PREoccuparti del rumore delle ventole... secondo me
non è importante e quasi irrilevante, io ne ho due da 20 w... non
portano migliaia di m3 di aria... ma un 220 m3 ora e NON SI SENTONO
e sono vecchie di venti anni... quindi immagiono oggi siano almeno
da 100 w e 300-500 m3
La ventola mi pare sia da 700 mc/h e da 190 kw, perlomeno alla massima
velocità. Diciamo che la ventola dovrebbe stare abbastanza imboscata e
insonorizzata nel rivestimento, probabilmente manda più rumore
attraverso i tubi che direttamente.
Post by MARIO.G
io useri aria presa esterna , solo PER ALIMENTARE LA FIAMMA
per alimentare la ventilazione del riscaldamento, io pre riscalderei
la mandata recuperando aria tra la canna fumaria e il corpo radiante...
ossia che prendo almeno un 10-15 gradi ... prima che passi nella
fascia tubiera della macchina e poi fuoriesca dalle canaline...
canaline a sto punto, il piu breve tratto possibile.
Il fatto è che il progetto della Clam, come puoi vedere dal sito se ne
hai voglia, ma anche di altre ditte, prevede l'alimentazione 50%
esterna e 50% con ricircolo aria interna.
A cambiare questo dosaggio potrebbe compromettersi il buon uso del
caminetto magari per mancanza d'aria interna visto che ci sono
finestre ermetiche oppure potrebbe pregiudicarsi la qualità dell'aria.

Ad ogni modo mettendo anche una presa d'aria in casa separata potrei
provare a chiudere quella del caminetto, che a questo punto girerebbe
ad aria di ricircolo e lasciare quella per l'alimentazione fiamma solo
dalla bocchetta autonoma.
Post by MARIO.G
ma al posto del camino, termoventilato.. UNA BELLA STUFA ?
PROGRAMMABILE A PELLET ? CON AMPIA ALIMENTAZIONE ? PROGRAMMABILE ?
QUELLA A MANETTA.... ti consuma... ma ti porta un vento caldo
direttamente da sola.
So che la stufa a pellet è la cosa più razionale ma francamente ho
sognato per una vita il camino a legna e ora che ce l'ho non lo mollo
a nessun costo. So che se avessi la stufa finirei per non accenderlo
mai.
Post by MARIO.G
ci sono anche inserti per camino sui 1500-2500 euro , la finestra
è talemente piccolina che serve solo per bellezza, hai tutti i kw
alla macchina per la ventilazione .. tutto arriva per fiamma.. altezza
fiamma e non per brace.
In che senso per fiamma/altezza fiamma ?
Comunque ho visto che quelli a semplice inserto che non ventilano sono
generalmente meno potenti e con ogni probabilità non ce la fanno a
dare un minimo di tepore nelle stanze adiacenti.
Post by MARIO.G
SECONDO ME è proprio l'unica... rinunciare a rifare il camino , a legna
e canalizzazione e fare pellet a ventilazione
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
Già mi sento un verme a demolire quel bel camino in mattoni rossi e
metterci dentro un mostro di ferro. Figurati come starei di fronte a
una stufa...
Al limite quando la vecchiaia incalza e la tasca lo consente ne
metterò una in cucina in aggiunta.
Post by MARIO.G
ciao
mario
Grazie ancora...

L.
Fabbrogiovanni
2012-01-18 19:59:29 UTC
Post by c***@t
Ma la ghisa di cui è fatto il camino non dovrebbe di per se assorbire
molto calore e rilasciarlo gradualmente ?
Ossia... se io mando tutta la "ferraglia" a una temperatura che so di
300° quella non la va rilasciando a poco a poco ?


Frena i facili entusiasmi:-)
Sui 214 kg. di peso totale di ghisa abbiamo il piano orizzontale e un paio
di pannelli laterali.
Il resto è "tolla", dieci minuti dopo che finisce il fuoco sarà solo poco
più che tiepida.
Il piano orizzontale, con un po' di cenere sopra, passerà di poco i 100° a
fuoco acceso.
Rimane quello che ti possono dare le due piastre verticali.
Post by c***@t
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
E su questo concordo, fin che ce la farò a portar su le ceste di legna e a
pulire la canna fumaria non ci rinuncerò:-)
--
Fabbrogiovanni
c***@t
2012-01-18 22:26:36 UTC
il Wed, 18 Jan 2012 20:59:29 +0100, "Fabbrogiovanni"
Post by c***@t
Post by c***@t
Ma la ghisa di cui è fatto il camino non dovrebbe di per se assorbire
molto calore e rilasciarlo gradualmente ?
Ossia... se io mando tutta la "ferraglia" a una temperatura che so di
300° quella non la va rilasciando a poco a poco ?
Frena i facili entusiasmi:-)
Sui 214 kg. di peso totale di ghisa abbiamo il piano orizzontale e un paio
di pannelli laterali.
Il resto è "tolla", dieci minuti dopo che finisce il fuoco sarà solo poco
più che tiepida.
Il piano orizzontale, con un po' di cenere sopra, passerà di poco i 100° a
fuoco acceso.
Rimane quello che ti possono dare le due piastre verticali.
mmh... francamente pensavo meglio.... il camino aperto in mattoni che
c'è oggi arriva a temperature che ad occhio mi parevano altissime e
pensavo che il mostro di ghisa lo superasse ampiamente....
Spero almeno che il modello "p" che sarei intenzionato a prendere,
ossia il più potente della linea, e che pesa 270kg mantenga il calore
un po' di più....
Post by c***@t
Post by c***@t
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
E su questo concordo, fin che ce la farò a portar su le ceste di legna e a
pulire la canna fumaria non ci rinuncerò:-)
Pensa a me che ho vissuto 45 anni accanto ai termosifoni a metano e la
grigliata la facevo sul balcone del condominio con i vassoietti
preconfezionati di carbonella....
sorzatel
2012-01-18 23:16:29 UTC
Post by c***@t
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
il punto d'arrivo se vuoi andare a legna è questo


http://lmgtfy.com/?q=stufa+a+ole


http://urlin.it/23168
Fabbrogiovanni
2012-01-18 23:39:16 UTC
Post by sorzatel
il punto d'arrivo se vuoi andare a legna è questo
http://lmgtfy.com/?q=stufa+a+ole
Seguendo il tuo link sono arrivato a questa:
http://www.bestfire.it/prezzostufalegna.html

Dice la pagina che bruciando 5 kg. di legna al giorno scaldo 50 mq.
Compro 2 stufe, brucio 10 kg. di legna al giorno e scaldo i 100 mq. di casa
mia, spesa 1,3 euro al giorno.
Va ben che c'è da investire quasi 9.000 euro, ma poi è tutto grasso che
cola, per sempre.

L'accendiamo o meglio non fidarsi dell'oste? :-)
--
Fabbrogiovanni
sorzatel
2012-01-19 22:59:11 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Post by sorzatel
il punto d'arrivo se vuoi andare a legna è questo
http://lmgtfy.com/?q=stufa+a+ole
http://www.bestfire.it/prezzostufalegna.html
Dice la pagina che bruciando 5 kg. di legna al giorno scaldo 50 mq.
Compro 2 stufe, brucio 10 kg. di legna al giorno e scaldo i 100 mq. di casa
mia, spesa 1,3 euro al giorno.
Va ben che c'è da investire quasi 9.000 euro, ma poi è tutto grasso che
cola, per sempre.
L'accendiamo o meglio non fidarsi dell'oste? :-)
io sono diffidente perché nessuno regala niente

gli amici che hanno stufe a ole mi sembra che carichino più di 5 kg...
Fabbrogiovanni
2012-01-19 23:10:50 UTC
Post by sorzatel
Post by Fabbrogiovanni
http://www.bestfire.it/prezzostufalegna.html
Dice la pagina che bruciando 5 kg. di legna al giorno scaldo 50 mq.
Compro 2 stufe, brucio 10 kg. di legna al giorno e scaldo i 100 mq. di casa
mia, spesa 1,3 euro al giorno.
Va ben che c'è da investire quasi 9.000 euro, ma poi è tutto grasso che
cola, per sempre.
L'accendiamo o meglio non fidarsi dell'oste? :-)
io sono diffidente perché nessuno regala niente
gli amici che hanno stufe a ole mi sembra che carichino più di 5 kg...
Facciamo presto a fare una prova, senza nemmeno comprare la stufa.
Seguimi un attimo e dimmi se vado bene:-)

Queste stufe, belle, brave, buone e che rendono tantissimo, un minimo di
fumo/calore lo devono pur espellere dalla canna fumaria, giusto?
Quindi avranno un rendimento del 95, 96, 97, 98%, giusto?
Siamo generosi e concediamo il 98%.

Io posso fare di più, i miei 5 kg. al giorno li voglio far rendere il 100%.
Indosso le bombole da sub con maschera e boccaglio, chiudo tutte le finestre
e accendo il fuoco sul pavimento.
Tutto il calore prodotto, fumo compreso, rimane in casa, quindi rendimento
del 100%.

Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
--
Fabbrogiovanni
LuckyA
2012-01-19 23:31:04 UTC
Io posso fare di più,  i miei 5 kg. al giorno li voglio far rendere il 100%.
Indosso le bombole da sub con maschera e boccaglio, chiudo tutte le finestre
e accendo il fuoco sul pavimento.
Tutto il calore prodotto, fumo compreso, rimane in casa, quindi rendimento
del 100%.
Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
Infatti ...
E' quasi il principio della kachelofen con il vantaggio che la
kachelofen fa anche da accumulatore di calore.
Un mio amico l'ha fatta costruire in casa mi dice che per tenerla
calda-tiepida tutto il giorno ci vogliono poco più di 10 kg.
Con 5kg si portano a temperatura i 50mq ma non la si mantiene tutto il
giorno.

Se il suo (di lui) scopo è scaldare la casa in modo economico può
comprare (come me) una stufa in ghisa extralusso da 1200 euro e usare
i rimanenti 7800 per acquistare legna nei successivi vent'anni a forza
di 15-20 kg per 24 ore di accensione, oppure con la stessa cifra farsi
costruire una supermeravigliosa kachelofen e tenere la casa calda con
10-15 kg di legna al giorno :-)

Quando ho comprato casa non avevo i 9000 euro (circa) disponibili e
scelsi la soluzione più economica :-) ma, quando sarà ora di cambiare
la mia Sideros, spero proprio di aver messo da parte i soldi necessari
per la kachelofen ;-)
Fabbrogiovanni
2012-01-20 08:02:16 UTC
Post by LuckyA
Post by Fabbrogiovanni
Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
Infatti ...
E' quasi il principio della kachelofen con il vantaggio che la
kachelofen fa anche da accumulatore di calore.
Si, ma bisognerà decidersi, il calore prodotto da questi 5 kg. o lo usiamo
per scaldare o lo teniamo accumulato.
Parlando in generale, a me viene il dubbio che a volte ci sia gente che
pensa che dopo che una tale stufa si sia riscaldata avrà la casa calda per
tanto tempo:-)
Post by LuckyA
Un mio amico l'ha fatta costruire in casa mi dice che per tenerla
calda-tiepida tutto il giorno ci vogliono poco più di 10 kg.
10 kg. di legna ottima sono l'equivalente di quasi 5 mc. di metano.
Non è impossibile ma la casa deve essere molto, molto, tanto bene
coibentata.
--
Fabbrogiovanni
LuckyA
2012-01-20 10:05:39 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Post by LuckyA
Post by Fabbrogiovanni
Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
Infatti ...
E' quasi il principio della kachelofen con il vantaggio che la
kachelofen fa anche da accumulatore di calore.
Si, ma bisognerà decidersi, il calore prodotto da questi 5 kg. o lo usiamo
per scaldare o lo teniamo accumulato.
Parlando in generale, a me viene il dubbio che a volte ci sia gente che
pensa che  dopo che una tale stufa si sia riscaldata avrà la casa calda per
tanto tempo:-)
Rileggendo vedo che ho scritto cose incomprensibili. Sarà stata l'ora
tarda ;-)
Volevo semplicemente dire che l'esperimento mentale che hai proposto
ricalca in qualche modo ciò che accade nella stufa tirolese
(ovviamente nella stufa tirolese la combustione a fiamma libera non
può avvenire senza una adeguata areazione).

Per la mia esperienza, comunque, la stufa a legna funziona molto bene
come "mantenimento" in una casa calda.
Per portarla a temperatura è necessario usare molta legna o darsi un
aiuto con il gas.
Post by Fabbrogiovanni
Post by LuckyA
Un mio amico l'ha fatta costruire in casa mi dice che per tenerla
calda-tiepida tutto il giorno ci vogliono poco più di 10 kg.
10 kg. di legna ottima sono l'equivalente di quasi 5 mc. di metano.
Non è impossibile ma la casa deve essere molto, molto, tanto bene
coibentata.
In quella casa il discorso è particolare ma non lontanto da quello che
stiamo dicendo.
Con i termosifoni c'è sempre il problema di bilanciare i consumi
considerando la superfice radiante e la temperatura di esercizio.
Un termosifone piccolo lo si porta facilmente ad alta temperatura, un
termosifone con un'ampia superfice di irradiazione necessita di molto
calore prodotto dalla caldaia.
In quella casa c'era una stanza molto grande e molto fredda proprio
perché era un salone a vista, con la scala di accesso al piano
sottostante e alla mansarda e gli accessi alla zona cucina/giorno. I
numerosi termosifoni non riuscivano a scaldare tutto il volume proprio
perché la componente convettiva del calore emesso veniva dispersa
molto facilmente e la componente radiante era spesso mascherata da
pareti ad angolo e mobili.
Con la stufa tirolese sono riusciti ad ottenere una superfice molto
ampia e sufficentemente calda in modo tale che la componente radiante
del calore potesse raggiungere ogni angolo dell'ampio salone.

:-)
Fabbrogiovanni
2012-01-20 19:39:22 UTC
Post by LuckyA
Rileggendo vedo che ho scritto cose incomprensibili. Sarà stata l'ora
tarda ;-)
Propongo un concorso di colpa, anche chi legge a ora tarda deve assumersi le
sue responsabilità:-)
--
Fabbrogiovanni
Max
2012-01-20 13:14:27 UTC
Post by Fabbrogiovanni
10 kg. di legna ottima sono l'equivalente di quasi 5 mc. di metano.
Non è impossibile ma la casa deve essere molto, molto, tanto bene
coibentata.
Quantifichiamo questa legna ottima: percentuale di acqua contenuta del
15%? O inferiore?

Nel secondo caso Wikipedia


http://it.wikipedia.org/wiki/Potere_calorifico


ci dice che la legna ha un potere calorifico inferiore di 15.9 MJ/kg
vale a dire 3797.6 kcal/kg.

Inoltre, 5 m^3 di metano fanno 8500 kcal/m^3*5 m^3 = 42500 kcal che
diviso per 10 kg fanno 4250 kcal/kg. Che significa 4.42 kWh/kg. Esiste
una siffatta legna?

Dal link


http://www.zoboli.net/entra/ECORISCALDAMENTO/biocombustibili/BIO.htm


sappiamo che la legna si ferma a 4.07 kWh/kg, cioè 3499.57 kcal, in
linea con quanto dichiarato dal sito


http://www.fuocoelegna.it/legna.php


che ci dà secondo il catalogo Unical un valore di 3490 kcal/kg.


Conclusione: sei stato troppo ottimista, Fabbrogiovanni. :-)

Per avere lo stesso numero di calorie occorrerebbe bruciare

42500 kcal/4.07 kWh/kg = 12.14 kg di legna al 15% e non 10 (un aumento
del 21.4%).


Max
Fabbrogiovanni
2012-01-20 15:00:00 UTC
Post by Max
Conclusione: sei stato troppo ottimista, Fabbrogiovanni. :-)
Essere ottimisti aiuta a vivere felici:-)
Post by Max
Per avere lo stesso numero di calorie occorrerebbe bruciare
42500 kcal/4.07 kWh/kg = 12.14 kg di legna al 15% e non 10 (un aumento
del 21.4%).
Ti ringrazio per aver quantificato in modo preciso il mio errore:-)
Per un conto fatto a spanne, un errore di solo il 21,4% è da considerare
ininfluente.

Probabilmente il tuo lavoro ti porta a dover presentare risultati
precisissimi, un errore di uno zero virgola qualcosa e il tuo capo ti fa lo
shampoo, o non ti rinnova il contratto precario alla scadenza:-)
Probabilmente non ti trovi mai in situazioni in cui stai trattando col
cliente (ai noi fabbri capita spesso), devo magari convincerlo che il mio
cancello da 3.000 euro gli conviene di più di quello della concorrenza a
1.000 euro, e capita che lui vuole uno sconto, e qui devi valutare e
calcolare a spanne di quanto puoi scendere senza smenarci, e mica puoi
dirgli "ne riparliamo domani, lasciami fare i conti".
Spesso il cliente va cotto fin che è caldo, se lo lasci raffreddare rischi
da riscaldato non sarà più tenero.
Quindi sei costretto a macinare dati a mente, gli mollo 200 euro, diminuisco
la sezione di quel tubolare, risparmio tot chili, uguale tot euro,
compensano lo sconto, anzi ci guadagno di più.

Col tempo queste procedure mentali diventano quasi automatiche, il metano
diventa 8.000, la legna diventa 4.000, più arrotondi e più i calcoli
diventano veloci.
--
Fabbrogiovanni
Max
2012-01-20 13:35:56 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
Casomai 49 m^2, l'ultimo metro quadro da dove lo tiri fuori? :-)

Per rispondere alla domanda, bisogerebbe sapere i parametri delle pareti
del salone: trasmittanza, inerzia termica, ecc.

Max
Fabbrogiovanni
2012-01-20 14:40:19 UTC
Post by Max
Post by Fabbrogiovanni
Dopo due ore i 5 ciocchi di legna sono diventati cenere, il mio salone da
metri 7 x 7 = 50 mq. rimarrà caldo per le restanti 22 ore?
Casomai 49 m^2, l'ultimo metro quadro da dove lo tiri fuori? :-)
Per rispondere alla domanda, bisogerebbe sapere i parametri delle pareti
del salone: trasmittanza, inerzia termica, ecc.
Eh no, caro Max, se vuoi pignolare vai un po' a scrivere al produttore di
stufe che ho citato?
Nella pagina il tizio dice che la sua stufa scalda 50 mq. con 5 chili di
legna al giorno, senza tante gabole di trasmittanza, inerzia ecc. :-)
--
Fabbrogiovanni
c***@t
2012-01-19 21:34:50 UTC
Post by sorzatel
Post by c***@t
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
il punto d'arrivo se vuoi andare a legna è questo
http://lmgtfy.com/?q=stufa+a+ole
http://urlin.it/23168
sono molto belli... ma ad occhio ho l'impressione che siano un po'
costosi... che ne dici ?
Fabbrogiovanni
2012-01-19 09:00:58 UTC
Post by c***@t
Post by Fabbrogiovanni
Rimane quello che ti possono dare le due piastre verticali.
mmh... francamente pensavo meglio.... il camino aperto in mattoni che
c'è oggi arriva a temperature che ad occhio mi parevano altissime e
pensavo che il mostro di ghisa lo superasse ampiamente....
Non pensare solo alla temperatura, più o meno alta, ma al volume di
materiale che fa da accumulo.
Nel tuo di adesso, in mattoni, hai una massa molto più grande.
--
Fabbrogiovanni
MARIO.G
2012-01-18 22:58:15 UTC
Post by c***@t
So che la stufa a pellet è la cosa più razionale ma francamente ho
sognato per una vita il camino a legna e ora che ce l'ho non lo mollo
a nessun costo. So che se avessi la stufa finirei per non accenderlo
mai.
ummmm capisco...


allora... senti... e fare cosi ?.... mettere una macchina con
una bella facciata, a sportello veriticale , a legna... ma con
la parte superiore che è una caldaia ?... in tutto e per tutto,
il calore della legna scalda acqua delle serpentine che poi
la portano ai termosifoni.

tu hai l'impianto con i ferroli, fan coil, bene, li colleghi
a sta macchina e ci aggiungi sul tragitto anche un qualche
elemento e amen

... secondo me p l'unica... soprattutto se ti
capita il wwwk end gelido... non puoi star in casa ad aspettare
che si scalda ad aria... o fai scaldare con gpl e fan coil e poi
mantieni con il camino ventilato... oppure NON TI BASTA...
SECONDO ME TI FICCHI IN UN MACELLO....

invece , se vai ad acqua... ce la fai... tutto il calore te lo
cede e ti viene utile e dovrebbe bastarti.
Post by c***@t
Post by MARIO.G
ci sono anche inserti per camino sui 1500-2500 euro , la finestra
è talemente piccolina che serve solo per bellezza, hai tutti i kw
alla macchina per la ventilazione .. tutto arriva per fiamma.. altezza
fiamma e non per brace.
In che senso per fiamma/altezza fiamma ?
nel senso.. che sti cosi dei pellet.. son geniali... cè ... un
tubo che fa scendere i pallini di legna, in un braciere... uno per
volta e con la velocità che dipende dall'aria , dal consumo, dal
calore che imposti... si srpigiona una fiamma , come un bruciatore,
come un ugello del gas... e tutta la camera di combustione, è fatta
apposta per cedere calore , in una maniera che l'aria , o l'acqua
hanno poi , a livello di macchina, un rendimento piu alto che non
quello del camnino a ventilazione. --- una macchina a pellet che
ha 10 kw avrò una stanza di combustione, con relativa fiamma e
sportello di vetro per mostrare la fiamma ... di una certa altezza...
dimensione.. una macchina piu piccola.. sarò + piccola e viceversa..
tuttavia ... il riscaldamento... non passa dal vetro... dalla vetrata..
MENTRE INVECE NELLE MACCHINE A DUE , TRE O A MONOFACCIATE A VETRO...
C'è IL CONTO DELL'IRRAGGIAMENTO + ARIA/ACQUA... E capisci che un
camino con due lati a vetro.. è bellissimo, lo ammiri e tutto, ti
sembra che prenda piede in soggiorno e tutto.. ma come macchina
p poco funzionale.. gli manca una parete .. per fare lo scambio
termico... ti dicono che rende 75-80 % ma sono conti tirATISSIMI...
CONDIZIONI CHE TI SFIDO , MAGARI A METTERLE IN ATTO.. ossia 20
gradi di t ambiente, legna con < 10 % umidità etc etc...
SEI SEMPRE MEGLIO CHE CON UN CAMINO APERTO.. MA SEI LONTANO DA
UN SISTEMA DI RISCALDAMENTO... AL MASSIMO TI AVVICINO A UN AIUTO...
A UN COMPLEMENTO + PACE E PIACERE DEL FUOCO... COSI...

quindi ricapitolo, secondo me... con macchine a ventialazione , camino+
condutture aria... rischi di stare al freddo o far fatica ad avere
caldo... tuttavia avrai un effetto scenico desiderato

con macchine ad acqua... ce la puoi fare

se mantieni impianto gpl + ferroli e ti aiuti con il camino a
ventilazione ok.. allora SI... CE LA FAI

CIAO

MARIO
Post by c***@t
Caro Mario il camino a legna è il punto di arrivo dopo una vita...
Già mi sento un verme a demolire quel bel camino in mattoni rossi
A GUARDA.. COME IL MIO.. MA MIA MOGLIE NON ME LO FA USARE :(
PAZZESCO ..... HO QUI UN CAMINO VENTILATO, in garages, mi han
regalato un collega di malattia... che ha cambiato e messo
l'inserto camino a pellet... che non me lo lascia installare..
quando proprio io vorrei almeno vedere la fiamma ... come dici
te.. per bellezza... e perché no, avere un po' di caldino in piu..
a me basta proprio in quel posto...e stop...

mah vedremo :)

cosa riesco a combinare , in futuro

CIAO E BUON RIPOSO :) AL CALDO :)

MARIO
Loris_ro
2012-01-19 09:46:50 UTC
Post by c***@t
La ventola mi pare sia da 700 mc/h e da 190 kw, perlomeno alla massima
velocità.
190 kW? rivedi un po questo dato perchè e degno di una officina meccanica di
medie dimensioni.

ciao.

Lo
Max
2012-01-16 17:09:50 UTC
Post by c***@t
Nel catalogo vi sono diversi modelli che vanno a crescente potenza.
1) modello 5.84c con potenza termica nominale 14.4kw e 12.400k/cal
rendimento 80.6% 3,8 kg legna per ora
A titolo di esempio, prendiamo questo modello di caminetto.

A parte il fatto che a me convertendo i 14.4 kWh in kcal mi vengono
12381 kcal circa, dividendo la potenza termica nominale per quella
termochimica, si ottiene

14.4/17.9 = 0.804

cioè un rendimento dell'80.4% e direi che ci siamo con quanto dichiarato
dal produttore al link


http://www.clam.it/prodotti_scheda.php?id=115


Di quanti m^3 è la tua casetta?

Nel catalogo on line specificano un volume riscaldabile di 400 m^3 e 140
m^2 con due distinguo: 35 W/m^3 e un'altezza dei vani di 2.80 m (400
m^3/140 m^2).

Allora

400 m^3*35 W/m^3 = 14000 W (come da catalogo) e soprattutto

80 m^2*2.80 m = 224 m^3. Ci ho azzeccato?

In effetti dividendo 400 m^3 per 140 m^2 viene un'altezza media
di 2.86 m.

Considerando lo scarso isolamento dei blocchetti in cemento, forse
sarebbe il caso di "abbondare" e prendere un caminetto *leggermente* più
potente del necessario, dato che buona parte del calore prodotto se ne
andrà dalle pareti, stando a quanto ci racconti.

Però non capisco cosa intendi per "blocchetti in cemento". Intendi forse
cls cellulare ? Se sapessimo almeno la marca o alcuni parametri tipo
l'inerzia termica dei suddetti blocchetti potremmo essere più precisi.

Max
c***@t
2012-01-16 22:19:31 UTC
Post by Max
Post by c***@t
Nel catalogo vi sono diversi modelli che vanno a crescente potenza.
1) modello 5.84c con potenza termica nominale 14.4kw e 12.400k/cal
rendimento 80.6% 3,8 kg legna per ora
A titolo di esempio, prendiamo questo modello di caminetto.
A parte il fatto che a me convertendo i 14.4 kWh in kcal mi vengono
12381 kcal circa, dividendo la potenza termica nominale per quella
termochimica, si ottiene
14.4/17.9 = 0.804
cioè un rendimento dell'80.4% e direi che ci siamo con quanto dichiarato
dal produttore al link
http://www.clam.it/prodotti_scheda.php?id=115
Di quanti m^3 è la tua casetta?
Non ho misurato l'altezza ma direi che siamo a 280 cm. Quindi i 224
m^3 che dici sotto dovrebbero esserci tutti.
La casa nella certificazione energetica iniziale era classe G, la
peggiore. Ci ho messo i migliori infissi in pvc che ho trovato con
triplo vetro e probabilmente ho migliorato qualcosa.
Fatto sta che appena si spegne il riscaldamento in una stanza la
temperatura crolla velocemente.
Post by Max
Nel catalogo on line specificano un volume riscaldabile di 400 m^3 e 140
m^2 con due distinguo: 35 W/m^3 e un'altezza dei vani di 2.80 m (400
m^3/140 m^2).
Allora
400 m^3*35 W/m^3 = 14000 W (come da catalogo) e soprattutto
80 m^2*2.80 m = 224 m^3. Ci ho azzeccato?
In effetti dividendo 400 m^3 per 140 m^2 viene un'altezza media
di 2.86 m.
Considerando lo scarso isolamento dei blocchetti in cemento, forse
sarebbe il caso di "abbondare" e prendere un caminetto *leggermente* più
potente del necessario, dato che buona parte del calore prodotto se ne
andrà dalle pareti, stando a quanto ci racconti.
Questo è il ragionamento che faccio anche io.
Quindi sebbene il n. 1) sia sulla carta più che sufficente potrei
passare, secondo quel catalogo, al modello 2) con potenza termica
nominale 16 kw e 13.800 k/cal rendimento 73% 5,1 kg di legna per ora
ed eventualmente, per motivi di estetica al modello 3) modello 5.94 p
con potenza termica nominale 17 kw e 14.600 k/cal rendimento 74% 5,3
kg di legna per ora.

Quello che non mi torna, nelle mie modeste cognizioni, è come, con
l'aumentare della quantità di legna/ora necessaria, la potenza termica
nominale salga in modo molto meno che proporzionale.

Non vorrei che crescendo di caminetto ci voglia in proporzione molta
più legna per un risultato simile.

Quello che mi chiedo anche è quanto dura l'autonomia del caminetto una
volta caricato. Più volgarmente se lo carico di legna prima di dormire
per quante ore avrà un rendimento accettabile ?
Post by Max
Però non capisco cosa intendi per "blocchetti in cemento". Intendi forse
cls cellulare ? Se sapessimo almeno la marca o alcuni parametri tipo
l'inerzia termica dei suddetti blocchetti potremmo essere più precisi.
Dal rapporto del tecnico si legge "muratura in blocchi di cls". Risale
al 1980 e francamente non vi sono altre indicazioni. La percezione è
che il costruttore non abbia abbondato in qualità anche perchè
l'ottica di allora era una casa solo estiva.

Grazie anche a te delle risposte e ci aggiorniamo sul forum.

L.
Post by Max
Max
joebeer
2012-01-19 07:43:44 UTC
Io ho un termocamino ad aria in casa e lo uso quotidianamente.

Ho predisposto anche io una canalizzazione nelle diverse stanze e non
mi sono preoccupato affatto della tenuta del cartongesso: ormai sono 4
anni che il tutto funziona e non ho notato crepe nè nulla.

Il rumore dell'aria, però, quello c'è e alla lunga è fastidioso,
sarebbe l'unico motivo reale per cui, se dovessi tornare sui miei
passi, opterei senza ombra di dubbio su un terrmocamino ad acqua.

Il mio consiglio è quello di abbondare col diametro delle tubazioni:
più ampio il diametro, più lenta l'aria, minore il rumore e in più hai
la possibilità di montare ventilatori di maggior dimensione e portata.

Altra cosa: se le tue canalizzazioni saranno lunghe (più di 3/4 metri)
potrebbe essere utile inserire un ventilatore intermedio di quelli in
linea: aiuta il tiraggio, è silenzioso ed anche relativamente
economico. Io non l'ho fatto e me ne pento.

Non entro nel merito delle stufe, di cui sono innamorato ma sono
proprrio una cosa diversa e non alterrnativa al camino: potresti
utilizzare quello per l'ambiente principale re le altre, piccoline,
nelle stanze da letto ...

cià
c***@t
2012-01-19 21:31:07 UTC
ciao,


il Wed, 18 Jan 2012 23:43:44 -0800 (PST), joebeer
Post by joebeer
Io ho un termocamino ad aria in casa e lo uso quotidianamente.
Ho predisposto anche io una canalizzazione nelle diverse stanze e non
mi sono preoccupato affatto della tenuta del cartongesso: ormai sono 4
anni che il tutto funziona e non ho notato crepe nè nulla.
Per la cappa che tipo di cartongesso hai usato ?
Hai coibentato i tubi dell'aria ?
Post by joebeer
Il rumore dell'aria, però, quello c'è e alla lunga è fastidioso,
sarebbe l'unico motivo reale per cui, se dovessi tornare sui miei
passi, opterei senza ombra di dubbio su un terrmocamino ad acqua.
ma il rumore che senti e da fastidio è quello della ventola o
dell'aria nei tubi ?
Post by joebeer
più ampio il diametro, più lenta l'aria, minore il rumore e in più hai
la possibilità di montare ventilatori di maggior dimensione e portata.
la casa li da da 12 cm e non so se sia il caso di modificare le
specifiche. Siccome una delle 2 tubazioni deve percorrere almeno 6
metri e 3 bocchette non vorrei perdesse troppa forza.
Post by joebeer
Altra cosa: se le tue canalizzazioni saranno lunghe (più di 3/4 metri)
potrebbe essere utile inserire un ventilatore intermedio di quelli in
linea: aiuta il tiraggio, è silenzioso ed anche relativamente
economico. Io non l'ho fatto e me ne pento.
potrebbe essere un'idea... ne parlo col tecnico,
Post by joebeer
Non entro nel merito delle stufe, di cui sono innamorato ma sono
proprrio una cosa diversa e non alterrnativa al camino: potresti
utilizzare quello per l'ambiente principale re le altre, piccoline,
nelle stanze da letto ...
il ministero delle finanze per ora non autorizza...
comunque siamo stati un inverno con un freddo cane... camino aperto e
finestra aperta per dare aria alla combustione e abbiamo resistito...
l'organismo umano piano piano si adatta e poi il freddo mantiene
tonici... ^__^
Post by joebeer
cià
joebeer
2012-01-20 07:58:06 UTC
Post by c***@t
ciao,
Per la cappa che tipo di cartongesso hai usato ?
Non lo so, fatto fa re a ditta specializzata. Penso che sia specifico
perchè era rosa.
Post by c***@t
Hai coibentato i tubi dell'aria ?
no, tanto quello che disperdono lo disperdono in stanza ...
Post by c***@t
ma il rumore che senti e da fastidio è quello della ventola o
dell'aria nei tubi ?
... è quello della ventola che si trasmette attraverso l'aria dei
tubi. Ora sto pensando di costruire una specie di "marmitta" (uno
scatolone stagno rivestito di fonoassorbente tra la pompa e l'inizio
delle tubazioni), anche se temo perdite di carico. Insomma un traffico
senza fine: se hai un impianto di termosifoni ***senza dubbio*** fatti
un termocamino ad acqua e collegalo a quelli.
Post by c***@t
la casa li da da 12 cm e non so se sia il caso di modificare le
specifiche. Siccome una delle 2 tubazioni deve percorrere almeno 6
metri e 3 bocchette non vorrei perdesse troppa forza.
sono tanti metri e tante bocchette ... lo sforzo potrebbe non valere
la candela, rischi la delusione. Io almeno sono rimasto deluso, passa
il rumore, ma arriva poca aria.

Per farla breve: nel mio caso, che però mi sembra abbastanza simile al
tuo, col senno di poi certamente sceglierei un termocamino ad acqua.
In alternativa, userei il camino per riscaldare l'ambiente principale
e al massimo la stanza adiacente, mentre non farei le canalizzazioni:
soldi buttati da spendere in modo migliore.

cià