Discussion:
Mercato libero energia elettrica si o no???
(troppo vecchio per rispondere)
Giobbe
2009-04-13 13:30:02 UTC
Salve,

stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Questo è il mio profilo:
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)

Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Grazie in anticipo per l'aiuto.

Giobbe
none
2009-04-13 14:50:56 UTC
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Grazie in anticipo per l'aiuto.
Giobbe
si se ti interessa il 20% in meno sulla componente energia della
bolletta (cioè circa il 65% della bolletta)

c'è nè sono svariati io ho scelto quello pubblicizzato in tv ultimamente
ma non nè sò un granchè
p***@pms.invalid
2009-04-13 16:16:31 UTC
Post by Giobbe
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne, il che significa
che quando i gestori saranno riusciti a far passare un bel numero di
persone a questo tipo di contratti allettandole con un piatto di
lenticchie, finirà con il solito cartello e con aumenti dei prezzi molto
superiori ai pochi vantaggi ottenuti. E' solo una mia opinione, sia
chiaro, ma mi pare abbastanza plausibile viste le liberalizzazioni
precedenti tipo carburanti, rc auto, ecc.
Cosmic
2009-04-13 16:45:43 UTC
Post by p***@pms.invalid
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne,
?????

non vero.
p***@pms.invalid
2009-04-13 17:32:37 UTC
Post by Cosmic
Post by p***@pms.invalid
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne,
?????
non vero.
Puoi tornare con Enel, ma solo stipulando un contratto per il mercato
libero. Sei escluso dalla fascia a maggior tutela.
Cosmic
2009-04-14 21:58:29 UTC
Post by p***@pms.invalid
Post by Cosmic
Post by p***@pms.invalid
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne,
?????
non vero.
Puoi tornare con Enel, ma solo stipulando un contratto per il mercato
libero. Sei escluso dalla fascia a maggior tutela.
Ti dico che sono tornato ad Enel, e non EnelEnergia ;)
none
2009-04-13 16:52:53 UTC
Post by p***@pms.invalid
Post by Giobbe
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne,
solo per la precisione: puoi rientrare in ENEL quando vuoi!


il che significa
Post by p***@pms.invalid
che quando i gestori saranno riusciti a far passare un bel numero di
persone a questo tipo di contratti allettandole con un piatto di
lenticchie, finirà con il solito cartello e con aumenti dei prezzi molto
superiori ai pochi vantaggi ottenuti. E' solo una mia opinione, sia
chiaro, ma mi pare abbastanza plausibile viste le liberalizzazioni
precedenti tipo carburanti, rc auto, ecc.
si ma siccome succederà non è certo rimanendo con ENEL che eviterai il
cartello.anche perchè cambiare è molto facile da farsi.
p***@pms.invalid
2009-04-13 17:31:02 UTC
Post by none
solo per la precisione: puoi rientrare in ENEL quando vuoi!
Sì, ma solo con contratti per il mercato libero. Non puoi più rientrare
nella fascia cosiddetta "a maggior tutela", quindi una volta che passi
al mercato libero, da questo punto di vista sei fregato per sempre...
none
2009-04-13 18:27:33 UTC
Post by p***@pms.invalid
Post by none
solo per la precisione: puoi rientrare in ENEL quando vuoi!
Sì, ma solo con contratti per il mercato libero. Non puoi più rientrare
nella fascia cosiddetta "a maggior tutela", quindi una volta che passi
al mercato libero, da questo punto di vista sei fregato per sempre...
questo mi era fuggito, comunque
non ci vedo poi stà gran fregatura, io compro energia da Edison [(il
gestore nazionale Francese) che è quello che vende l'energia a Enel...]
e per due anni mi garantisce il 20% di sconto sul 65% della STESSA
bolletta della fascia cosiddetta "a maggior tutela"...il rimanente 35 %
è uguale per tutti...poi se fra 2 anni mi bastoneranno crocefiggendomi
con impalatura e lapidazione annessa non lo sò
none
2009-04-13 20:02:20 UTC
Post by none
Post by p***@pms.invalid
Post by none
solo per la precisione: puoi rientrare in ENEL quando vuoi!
Sì, ma solo con contratti per il mercato libero. Non puoi più rientrare
nella fascia cosiddetta "a maggior tutela", quindi una volta che passi
al mercato libero, da questo punto di vista sei fregato per sempre...
questo mi era fuggito, comunque
non ci vedo poi stà gran fregatura, io compro energia da Edison [(il
gestore nazionale Francese) che è quello che vende l'energia a Enel...]
e per due anni
mi correggo un anno


mi garantisce il 20% di sconto sul 65% della STESSA
Post by none
bolletta della fascia cosiddetta "a maggior tutela"...il rimanente 35 %
è uguale per tutti...poi se fra 2 anni mi bastoneranno crocefiggendomi
con impalatura e lapidazione annessa non lo sò
none
2009-04-14 12:32:14 UTC
Post by none
Post by none
Post by p***@pms.invalid
Post by none
solo per la precisione: puoi rientrare in ENEL quando vuoi!
Sì, ma solo con contratti per il mercato libero. Non puoi più rientrare
nella fascia cosiddetta "a maggior tutela", quindi una volta che passi
al mercato libero, da questo punto di vista sei fregato per sempre...
questo mi era fuggito, comunque
non ci vedo poi stà gran fregatura, io compro energia da Edison [(il
gestore nazionale Francese) che è quello che vende l'energia a Enel...]
e per due anni
mi correggo un anno
mi garantisce il 20% di sconto sul 65% della STESSA
Post by none
bolletta della fascia cosiddetta "a maggior tutela"...il rimanente 35
% è uguale per tutti...poi se fra 2 anni mi bastoneranno
crocefiggendomi con impalatura e lapidazione annessa non lo sò
non ho parole!!! ritiro gli ultimi 2 messaggi dato che: confermo è
possibile ritornare alla fascia cosiddetta "a maggior tutela" quando si
vuole...(è l'AEEG che lo dice mica io)
poi se pms mi vuoi spiegare perchè sostieni con assoluta certezza il
contrario son qua adascoltarti
Roberto Deboni
2009-04-13 22:45:34 UTC
Post by p***@pms.invalid
Post by Giobbe
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Se posso darti un consiglio, lascia perdere: risparmieresti inizialmente
forse una ventina di euro all'anno, ma c'è la trappola: una volta
entrati nel mercato libero non è più possibile uscirne
I casi sono:

1) e' ignorante della materia (ma scrive con sicumera ...)

2) lavora presso ENEL (o altra municipalizzata)

3) per altri motivi non vuole che la gente passi al mercato libero

... qualcuno ha altri casi meno sconfortanti, e che io non ho considerato ?

Vediamo cosa dice che gestisce il mercato tutelato, ne' fa i prezzi e
ne' stabilisce le regole (e non solo per quello, ma anche per il mercato
libero):

http://www.autorita.energia.it/consumatori/schede/mercato_eledom_3.htm

Dove all'ultima domada:

Se passo al mercato libero, posso ritornare al servizio di maggior tutela?

Abbiamo la risposta:

[Citazione AEEG]
Si, il ritorno al servizio di maggior tutela è sempre possibile per i
clienti domestici e le piccole imprese che sono già passati al mercato
libero.
Per ottenere il servizio di maggior tutela, a condizioni monorarie o
biorarie standard, occorre farne richiesta all’impresa che lo fornisce
(il distributore locale o l’impresa di vendita appositamente costituita
dal distributore stesso), e recedere dal contratto in vigore rispettando
i termini e le modalità di preavviso. Per semplificare l’operazione,
sarà il fornitore del servizio di maggior tutela a trasmettere il
recesso al venditore sostituito.
[Fine citazione AEEG]

Cioe', non ha neanche bisogno di fare disetta al fornitore del libero
mercato. Si fa richiesta al fornitore del mercato tutelato (l'ENEL o
l'azienda municipalizzata o altro aziende che si aveva prima della
liberalizzazione) e ci pensera' lui a mandare la disdetta al fornitore
del libero mercato.

Sig.pms se non le piace che cosa ha scritto, ed e' in buonafede,
consideri che interventi come il suo uccidono il libero mercato prima
ancora che nasca e questo e' contro il mio interesse di consumatore,
percio', se permette, deve accettare una certa mia irritazione.

Roberto Deboni
Dump
2009-04-14 06:22:31 UTC
Post by Roberto Deboni
Cioe', non ha neanche bisogno di fare disetta al fornitore del libero
mercato. Si fa richiesta al fornitore del mercato tutelato (l'ENEL o
l'azienda municipalizzata o altro aziende che si aveva prima della
liberalizzazione) e ci pensera' lui a mandare la disdetta al fornitore
del libero mercato.
Questo non è vero
se passi al libero mercato, l'azienda fa tutto da sola.
Ma se passi a enel maggior tutela, devi fare la disdetta al mercato libero
personalmente.
Io so solo che quando sono passato al mercato libero ho messo solo 2 firme
ma per fare il contrario
ho dovuto mandare raccomandate a destra e a manca.....
ciao
Roberto Deboni
2009-04-14 10:34:19 UTC
Post by Dump
Post by Roberto Deboni
Cioe', non ha neanche bisogno di fare disetta al fornitore del libero
mercato. Si fa richiesta al fornitore del mercato tutelato (l'ENEL o
l'azienda municipalizzata o altro aziende che si aveva prima della
liberalizzazione) e ci pensera' lui a mandare la disdetta al fornitore
del libero mercato.
Questo non è vero
se passi al libero mercato, l'azienda fa tutto da sola.
Ma se passi a enel maggior tutela, devi fare la disdetta al mercato libero
personalmente.
Ho capito. Lei praticamente ci sta dicendo che tutta questa gente:

http://www.autorita.energia.it/che_cosa/organigramma_nominativi.pdf

non ha capita nulla, anzi che non sono loro a fare le regole.
Post by Dump
Io so solo che quando sono passato al mercato libero ho messo solo 2 firme
ma per fare il contrario
ho dovuto mandare raccomandate a destra e a manca.....
Lei e' libero di spedire tutte le raccomandate che vuole, ma la smetta
di raccontare fandonie. Il testo del sito dell'autorita' regolatrice del
settore scrive chiaro, ed e' inutile che lo abbia cancellato nella replica:

"Per semplificare l’operazione, sarà il fornitore del servizio di
maggior tutela a trasmettere il recesso al venditore sostituito."

che trova in fondo a:

http://www.autorita.energia.it/consumatori/schede/mercato_eledom_3.htm

AVVISO A TUTTI GLI INTERESSATI: DIFFIDATE DI AFFERMAZIONI NON SOSTENUTE
DA RIFERIMENTI AUTOREVOLI O ALMENO PLAUSIBILI.

E per favore, non difondete leggende metropolitane.

Roberto Deboni
Dump
2009-04-14 10:47:20 UTC
Post by Roberto Deboni
AVVISO A TUTTI GLI INTERESSATI: DIFFIDATE DI AFFERMAZIONI NON SOSTENUTE
DA RIFERIMENTI AUTOREVOLI O ALMENO PLAUSIBILI.
E per favore, non difondete leggende metropolitane.
Mi dispiace contraddire tutte queste affermazioni autorevoli ma è stata
proprio enel maggior tutela a
dirmi di mandare la disdetta al mercato libero e di conseguenza enel ha
dovuto aspettare proprio la disdetta
effettiva per inoltrare il nuovo contratto.
Io non ho letto niente e neanche voglio leggerlo.
Scrivo solo quello che mi è accaduto relmente!!!!!!!!!!!!!!!!!!
E per favore non scriva cose basandosi solo su quello che legge
a me è capitato così!!!
distinti saluti
Roberto Deboni
2009-04-14 19:12:38 UTC
Post by Dump
Post by Roberto Deboni
AVVISO A TUTTI GLI INTERESSATI: DIFFIDATE DI AFFERMAZIONI NON SOSTENUTE
DA RIFERIMENTI AUTOREVOLI O ALMENO PLAUSIBILI.
E per favore, non difondete leggende metropolitane.
Mi dispiace contraddire tutte queste affermazioni autorevoli ma è stata
proprio enel maggior tutela a
dirmi di mandare la disdetta al mercato libero e di conseguenza enel ha
dovuto aspettare proprio la disdetta
effettiva per inoltrare il nuovo contratto.
Io non ho letto niente e neanche voglio leggerlo.
Non vuole leggerlo ? Male! Molto male!
Post by Dump
Scrivo solo quello che mi è accaduto relmente!!!!!!!!!!!!!!!!!!
E per favore non scriva cose basandosi solo su quello che legge
a me è capitato così!!!
Lei ha subito un'abuso, probabilmente a causa della sua ignoranza in
materia. Sarebbe bastato ricordare al bastardo (come chiamare altrimenti
chi abusa della sua ignoranza in materia) del funzionario ENEL che le ha
detto di "arrangiarsi" (questo e' in sostanza quello che le ha detto)
quale e' la disposizione dell'AEEG, che non fa solo le tariffe, ma anche
le regole che ENEL e' obbligata a rispettare. E se non lo fa' sono
multe, multe milionarie. E prima o poi a qualche gruppo di azionisti
ENEL cominciano a girare "le ..." e chiederano nome e cognome dei
funzionari responsabili per chiedergli i danni (le multe sono di fatto
pagate a scapito degli utili degli azionisti ... che magari sono i fondi
di cui avete comperato delle quote).

Roberto Deboni
p***@pms.invalid
2009-04-14 21:29:24 UTC
Post by Roberto Deboni
Sig.pms se non le piace che cosa ha scritto, ed e' in buonafede,
consideri che interventi come il suo uccidono il libero mercato prima
ancora che nasca e questo e' contro il mio interesse di consumatore,
percio', se permette, deve accettare una certa mia irritazione.
Prendo atto del fatto che mi sono sbagliato. Le mie informazioni
(errate) derivavano dal fatto che circa un anno fa mi ero informato per
passare anch'io ad altro gestore sul mercato libero e diverse fonti,
all'epoca, mi dissero che non sarebbe stato poi possibile rientrare in
quello a maggior tutela.

Non ho interessi personali nel settore, ho commesso l'errore di non
aggiornarmi prima di postare il mio intervento qualche giorno fa e di
questo mi scuso con tutti i frequentatori del NG.

Rimango tuttavia molto scettico riguardo al cosiddetto mercato libero,
memore di come sono andate tutte le "liberalizzazioni" finora attuate in
Italia.
Roberto Deboni
2009-04-15 00:18:06 UTC
Post by p***@pms.invalid
Prendo atto del fatto che mi sono sbagliato. Le mie informazioni
(errate) derivavano dal fatto che circa un anno fa mi ero informato per
passare anch'io ad altro gestore sul mercato libero e diverse fonti,
all'epoca, mi dissero che non sarebbe stato poi possibile rientrare in
quello a maggior tutela.
Voglio scommettere che tra le diverse fonti c'era anche ENEL ?
Della serie: "Mai chiedere all'oste come e' il suo vino."
I funzionari di ENEL si fanno prepotenti per la sua posizione dominante
e stanno cercando di inserire "prassi" a comodo loro in mezzo alle norme
dell'AEEG.

Abbiamo anche un'esempio in questo thread, ove un funzionario ha preteso
che il cliente stesso presentasse disdetta al fornitore del mercato
libero, invece di provvedere direttamente "d'ufficio".
Gli statali restano statali ...
Post by p***@pms.invalid
Rimango tuttavia molto scettico riguardo al cosiddetto mercato libero,
memore di come sono andate tutte le "liberalizzazioni" finora attuate in
Italia.
Esempio ?
TUTTE le liberalizzazioni, ne' fa presagire una marea. Sono curioso :-)

L'unica che ho presente che c'e' da sufficiente tempo e' quella della
telefonia. Ed io che di anni ne' ho molti, devo dire che, sul fronte dei
prezzi e dei servizi, ha funzionato molto bene. L'unica pecca e' il
monopolio di fatto di Telecom Italia nelle localita' extra-cittadine che
costringe a pagarle ancora il canone (io sono uno delle vittime).
Pero' le telefonate non arrivano piu' da Telecom Italia e costano
veramente poco.
Non so quanti anni ha, ma per darle un'idea, telefonare con la SIP
costava come oggi telefonare con il cellulare.
Si pagava quanto oggi si paga per una nazionale anche solo uscendo dalla
citta'.
Se si telefonava di giorno, al mattino, si pagava il doppio.

L'errore piu' grosso che e' stato con Telecom Italia e' stato di non
separare la rete dalla vendita della telefonia. Pero' nonostante questo
la pressione sui prezzi da parte della liberalizzazione ha funzionato,
anche se e' stata una liberalizzazione azzoppata.

Nel caso delle rete elettrica, almeno questo errore ci e' stato
risparmiato. I pasticci purtroppo sono d'altro ordine, una confusione ed
una faraginosita' delle tariffe di sistema, da parte dell'AEEG, che pare
voluta per confondere i clienti, per non fare capire le grandi
potenzialita' della liberalizzazione.

Fortunatamente due rivenditori, i due piu' grossi concorrenti di ENEL,
hanno mostrato che si puo' fare diversamente.

Sorgenia con la sua tariffa "Senza pensieri" ha mostrato che le tariffe
dell'AEEG non devono per forza essere esposte ai clienti (come fa ENEL
Energia), ma possono essere incorporate in un prezzo totale, come
succede per qualsiasi altro prodotto che comperate, alimentari, benzina,
etc. Edison ha invece dato l'esempio (timido, perche' e' su una sola
offerta) che e' anche possibile fornire un facsimile di fattura, invece
di fare tante chiacchere. Inoltre ha spiazzato l'AEEG ed ENEL piazzando
lo sconto direttamente sull'offerta del mercato vincolato, cancellando
ogni dubbio se la tariffa Edison Famiglia fa risparmiare o meno.
Fa risparmiare perche' e' proprio la struttura dell'offerta: quello che
e' in dubbio e' solo l'ammontare globale del risparmio: 10% ? 14% ? etc.
che dipende dal proprio consumo. E' non era possibile evitare queste
incertezze proprio a causa della struttura bizantina dei prezzi
dell'energia del mercato vincolato.

E' vero pero' che tutte le aziende concorrenti di ENEL, anche Edison,
sono partite con il piede sbagliato, perche' all'inizio hanno
semplicemente copiato ENEL, quasi a trasformare le sue prassi in legge.
Ma questi sono tipici errori di infanzia, avvenuti anche in telefonia.

La possibilita' che ENEL impari "una lezione" e diventi piu' umana nei
confronti dei suoi clienti e' tutta nelle mani dei clienti.
Se i funzionari di ENEL si accorgono che in sostanza ENEL non ha perso
clienti, continuerano come prima.
Ma se arriva una emorragia, ENEL fara' come Telecom Italia, correndo al
ribasso, dietro ai concorrenti. E migliorando il comportamento dei suoi
funzionari: e' ancora carente, ma e' decisamente migliore di quello di
20 anni fa.

Roberto Deboni

Dump
2009-04-13 17:09:46 UTC
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Grazie in anticipo per l'aiuto.
Io l'ho provato in azienda e sono uscito appena è stato possibile.
Il mercato libero ha le letture ogni 6 mesi e così ti arrivano bollette non
esatte
per poi fare il conguaglio alla fine.
forse si risparmia qualcosa ma non si capisce niente.
adesso sono con enel distribuzione e ogni mese mi arriva la bolletta esatta
al centesimo.
ciao
none
2009-04-13 17:22:33 UTC
Post by Dump
Io l'ho provato in azienda e sono uscito appena è stato possibile.
Il mercato libero ha le letture ogni 6 mesi e così ti arrivano bollette non
esatte
per poi fare il conguaglio alla fine.
che te frega? hai degli sbalzi di consumo cosi alti? poi lo fà anche Enel...
Post by Dump
forse si risparmia qualcosa ma non si capisce niente.
certo che si risparmia. per le residenziali il 20% sul 65 % della
bolletta , quanto a capirci le bollette enel non riesce a leggerle un
ingegnere elettrotecnico...
Post by Dump
adesso sono con enel distribuzione e ogni mese mi arriva la bolletta esatta
al centesimo.
dubito. Vedrai che avrai dei conguagli e consumi presunti lostesso
Post by Dump
ciao
Dump
2009-04-13 18:47:11 UTC
Post by none
Post by Dump
adesso sono con enel distribuzione e ogni mese mi arriva la bolletta
esatta al centesimo.
dubito. Vedrai che avrai dei conguagli e consumi presunti lostesso
No, adesso con la telelettura, ogni mese ho il consumo esatto!!!!
ciao
Alberto Rubinelli
2009-04-13 17:31:42 UTC
Post by Dump
Io l'ho provato in azienda e sono uscito appena è stato possibile.
Il mercato libero ha le letture ogni 6 mesi e così ti arrivano bollette non
esatte
per poi fare il conguaglio alla fine.
forse si risparmia qualcosa ma non si capisce niente.
Anche noi siamo nelle stesse condizioni. Il risparmio c'e' , nel nostro
caso circa il 10% (ovviamente solo sulla pura energia)
Pero' e' un casino allucinante.
A parte le letture fatte quando vogliono (incolpano enel di non
trasmettere i dati e sembra sia vero), ma fanno su un casino ... fatture
sbagliate, note di credito, errori, addebiti sbagliati ...
Insomma, a volte anche se c'e' un risparmio, mi viene voglia di tornare
con enel per non dover di fatto non sapere mai esattamente quando mi
costa di energia l'azienda.
--
================================================================
Alberto Rubinelli - A2 SISTEMI news.aioe.org ThunderBird 2.0.0.14
Via Costantino Perazzi 22 - 28100 NOVARA - ITALY
Tel 0321 640149 Fax 0321 391769 BBS 0321 392320
Mail: ***@oldcomputers.de
skype: albertorubinelli ICQ : 49872318
Visita il mio museo di computers: http://www.oldcomputers.it
================================================================
felix...
2009-04-13 17:21:14 UTC
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Una persona a me cara ha stipulato un contratto con altro fornitore
le fatture non rispondevano a quanto promesso il risparmio era in
realta' modesto, alla disdetta ha dovuto pagare una penale e l'enel
ha riallacciato il contatore addebitandogli il costo ( operazione
prevista nel contratto in una clausa scritta a caratteri illegibili)
pur non avendolo chiesto poiche' non necessario.
felix.
P.S. in realta' non esiste nessuna libera concorrenza.
--
Video meliora proboque, deteriora sequor.

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
none
2009-04-13 17:25:11 UTC
Post by felix...
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Una persona a me cara ha stipulato un contratto con altro fornitore
le fatture non rispondevano a quanto promesso il risparmio era in
realta' modesto,
r i s p a r m i o


alla disdetta ha dovuto pagare una penale

a chi??

e l'enel
Post by felix...
ha riallacciato il contatore addebitandogli il costo ( operazione
prevista nel contratto in una clausa scritta a caratteri illegibili)
pur non avendolo chiesto poiche' non necessario.
felix.
P.S. in realta' non esiste nessuna libera concorrenza.
si certo è meglio affidarsi a erogatori seri!!!!
felix...
2009-04-13 17:27:08 UTC
Post by none
Post by felix...
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Una persona a me cara ha stipulato un contratto con altro fornitore
le fatture non rispondevano a quanto promesso il risparmio era in
realta' modesto,
r i s p a r m i o
alla disdetta ha dovuto pagare una penale
a chi??
Al nuovo fornitore!
felix.
--
Video meliora proboque, deteriora sequor.

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
pat82
2009-04-13 21:03:13 UTC
Post by Giobbe
Salve,
stavo valutando se passare alle tariffe libere o meno.
Residenza prov. LE
Potenza impegnata 2,2 KW (residente)
consumo annuo circa 1700 KW/h (2008)
spesa annua circa 285 euro (2008)
Secondo voi mi conviene passare al mercato libero e se si con quale
fornitore??
Grazie in anticipo per l'aiuto.
Giobbe
L'Autorita' per l'energia elettrica e il gas (AEEG) mette a disposizione un
Calcolatore per trovare il fornitore piu' conveniente:
http://trovaofferte.autorita.energia.it/trovaofferte/TKStart.do

Sul sito
http://www.qualetariffa.it/sistema-di-comparazione-delle-offerte-autorita-italiana-e-degli-altri-paesi-europei/
e' disponibile un altro Calcolatore.

Saluti
Pat