(troppo vecchio per rispondere)
Cattivo odore asciugamani
Il Russo
2009-04-27 14:54:48 UTC
Post by PMF
Post by Il Russo
... quasi quasi faccio fare una campagna pubblicitaria come quella
che fecero contro il fumo ...
... smontare manicotti, guarnizioni e crociere sotto gli occhi di una
telecamera ... altro che calcare e calfort! ... c'è da farne un film
horro ... :-)
Saresti morto, commercialmente parlando, prima ancora di finire
davanti alel telecamere
la verita' la sai perfettamente: il mainstream dice "bassa
temperatura che si risparmia energia"
e le aziende produttrici di detergenti accondiscendono e foraggiano
questa convinzione
perche' permettera' di vendere millanta additivi, ben piu'
remunerativi
Per risparmiare 2,35 _cents_ (duevirgolatrentacinque), ti fanno
spendere non meno di 2,35 _euro_ in additivi, sarcazzi vari, e
infine sostituzione di elettrodomestico
Decisamente non avresti spazio Russo!
Paolo
... grazie per il consiglio ... vorrà dire che per 'stavolta non lo faccio
... ;-)
Blubbo
2009-04-27 15:43:09 UTC
Post by margie
Ho sentito svariati consigli, tra cui fare ogni tanto lavaggi ad alta
temperatura (60 o 90 gradi) con bicarbonato, oppure aceto, oppure
candeggina... Probabilmente quest'ultima e' la migliore per eliminare le
eventuali muffe, ma se - per contro - devo avere panni che puzzano di
candeggina...
io uso un po' di omino bianco con media temperatura e la puzza scompare
gio_46
2009-04-27 18:38:35 UTC
Post by margie
Ciao a tutti, da un po' di tempo dalla mia lavatrice escono panni si'
puliti, ma se ri-bagnati prendono un cattivo odore. Esempio classico: gli
asciugamani. Appena asciutti si sente poco (un po' si sente comunque), ma
appena li utilizzo per asciugarmi.... pfffff!!!
I panni li stendo in bagno e lascio andare un ventilatore al minimo tutta la
notte; si asciuga tutto in poche ore, per cui escludo che la puzza si formi
perche' restano umidi troppo a lungo. Faccio quasi sempre lavaggi a 40 gradi
con detersivo liquido e poco ammorbidente in cristalli; ho pulito piu' volte
la vaschetta dei detersivi, e fra un lavaggio e l'altro lascio sempre
l'oblo' aperto perche' si asciughi l'interno. Ma gli asciugamani puzzano
ancora.
Ho sentito svariati consigli, tra cui fare ogni tanto lavaggi ad alta
temperatura (60 o 90 gradi) con bicarbonato, oppure aceto, oppure
candeggina... Probabilmente quest'ultima e' la migliore per eliminare le
eventuali muffe, ma se - per contro - devo avere panni che puzzano di
candeggina...
Chi mi fa chiarezza sugli effeti benefici/controindicazioni?
Margie
sembra di preciso quello che capitava a me. Dopo un attento studio di mia
moglie, "sembra" che la causa risiedesse nelle scatole di cartone
dell'IKEA dove venivano stipati gli asciugamani e la biancheria, vedi
magliette etc. etc.
Ah, tanto per entrare nel particolare, il tipo di odore assomigliava
molto a quello del "puzzo di piedi". Pensate che per me poi la cosa è
durata molti anni.
Ciao
--
Giovanni

Più le cose sono difficili e più danno soddisfazione
http://www.mynewsgate.net/mp.php?u=21500
gio_46
2009-04-27 18:56:16 UTC
Post by margie
Margie
sembra di preciso quello che capitava a me. Dopo un attento studio di mia
moglie, "sembra" che la causa risiedesse nelle scatole di cartone
dell'IKEA dove venivano stipati gli asciugamani e la biancheria, vedi
magliette etc. etc.
Ah, tanto per entrare nel particolare, il tipo di odore assomigliava
molto a quello del "puzzo di piedi". Pensate che per me poi la cosa è
durata molti anni.
Ciao
errata corrige: le scatole di cartone non erano dell'IKEA, ma le aveva
fatte da se mia moglie. Dopo aver usato le scatole di stoffa dell'IKEA
il cattivo odore è sparito.
Ciao
--
Giovanni

Più le cose sono difficili e più danno soddisfazione
http://www.mynewsgate.net/mp.php?u=21500
..Ghigo..
2009-04-27 19:11:40 UTC
Post by margie
Ciao a tutti, da un po' di tempo dalla mia lavatrice escono panni si'
puliti, ma se ri-bagnati prendono un cattivo odore.
I panni li stendo in bagno e lascio andare un ventilatore al minimo tutta
la notte; si asciuga tutto in poche ore,
io non so se sei 1 zozza di natura o non puoi aprire la finestra e/o
stendere al SOLE.....

Cmq stiano le cose... non ti restano che lavaggi ad alta temperatura
(minimo 90 gradi) e uso (abbondante) di candeggina.... magari abbinando le
due cose......

Puoi usare la candeggina profumata se quella normale non ti aggrada.
Roberto Deboni
2009-04-27 19:44:58 UTC
Post by margie
Post by Roberto Deboni
E' un ventilatore o un'aspiratore ?
Perche' non apre la finestra ?
Come spiegavo prima, e' un ventilatore, perche' il bagno e' cieco ed ha un
aspiratore piccolo - insufficiente quando c'e' tutta la roba stesa... ma il
ventilatore asciuga tutto in una notte (lascio la porta del bagno aperta)...
nonostante questo batteri e muffe vivono?
Certo che vivono, il ventilatore non serve a molto, e' molta poca l'aria
che "esce".
Quello che lei ha e' un'ambiente con alto tasso di umidita', e che
l'aria sia in movimento o meno, non cambia.
Post by margie
Post by Roberto Deboni
Quanto tempo passa dal termine del lavaggio al momento in cui tira fuori
il bucato e lo stende per asciugare ?
Appena termina il ciclo di lavaggio stendo.
Bene, quindi, appena tira la roba fuori non ha odori.
Post by margie
Post by Roberto Deboni
Sempre meglio delle muffe, alcuni ceppi provocano brutte allergie.
Ok, mi sa che provero' con la candeggina ad alta temperatura.
C'e' una prova molto piu' semplice che puo' fare, provi a stendere
alcuni asciugamani in una stanza asciutta o alla finestra e provi a
verificare se una volta asciutti fanno ancora odore.

Roberto Deboni
vattelappesca
2009-04-28 07:26:14 UTC
Ciao a tutti, da un po' di tempo dalla mia lavatrice escono panni si' puliti,
ma se ri-bagnati prendono un cattivo odore. Esempio classico: gli
asciugamani. Appena asciutti si sente poco (un po' si sente comunque), ma
appena li utilizzo per asciugarmi.... pfffff!!!
I panni li stendo in bagno e lascio andare un ventilatore al minimo tutta la
notte; si asciuga tutto in poche ore, per cui escludo che la puzza si formi
perche' restano umidi troppo a lungo. Faccio quasi sempre lavaggi a 40 gradi
con detersivo liquido e poco ammorbidente in cristalli; ho pulito piu' volte
la vaschetta dei detersivi, e fra un lavaggio e l'altro lascio sempre l'oblo'
aperto perche' si asciughi l'interno. Ma gli asciugamani puzzano ancora.
Ho sentito svariati consigli, tra cui fare ogni tanto lavaggi ad alta
temperatura (60 o 90 gradi) con bicarbonato, oppure aceto, oppure
candeggina... Probabilmente quest'ultima e' la migliore per eliminare le
eventuali muffe, ma se - per contro - devo avere panni che puzzano di
candeggina...
Chi mi fa chiarezza sugli effeti benefici/controindicazioni?
Margie
Io uso una miscela di polveri ottenuta con detersivo + anticalcare
(sono in zona con acqua dura) + disinfettante + sbiancante. Lavo a
temperatura piuttosto elevata (bucato bianco sugli 80 gradi, colorato
sui 65), centrifugo forte e asciugo possibilmente in zona bene aerata;
non ho problemi di nessun tipo.
A volte, se mi ricordo, butto dentro un bel bicchierone (ma bicchierone
sul serio, circa 1/4 di litro) di aceto di vino di quello casalingo
(con 5 gocce si condisce una bella insalata).
Quando poi i panni si rovinano li uso come stracci e ne metto sotto
degli altri.
Ma tutto è sempre perfettamente profumato.
In sostanza alzerei, e di molto, la temperatura di lavaggio aggiungendo
degli antibatterici.
vattelappesca
2009-04-28 07:28:16 UTC
Post by margie
Già il fatto che tu lasci un ventilatore acceso mi fa pensare che
l'ambiente sia poco areato (che è invece il punto principale).
Hai ragione, purtroppo e' un bagno cieco che ha una ventolina "personale"
(non centralizzata), per questo lascio il ventilatore acceso tutta notte e la
porta aperta. Pero' cosi' i panni si asciugano in poche ore.. possibile che
'sti batteri prolifichino lo stesso?
Tanta aria e poi tanto sole, e ti si risolve tutto.
Eh, aria e sole... sarebbe bello, ma il clima spesso non aiuta :(, e poi sul
mio balcone tra inquinamento e polvere si sporcherebbero troppo... per questo
cerco aiuto nella chimica :)
M.
una asciugatrice?
minollo
2009-04-28 07:33:26 UTC
margie wrote :



cambiarli ogni settimana, varechina, cambiare detersivo (liquido!)
--
minollo

http://www.youtube.com/watch?v=uuOc7Eopiw4
Albe V°
2009-04-28 08:00:25 UTC
Post by margie
Ciao a tutti, da un po' di tempo dalla mia lavatrice escono panni si'
puliti, ma se ri-bagnati prendono un cattivo odore. Esempio classico: gli
asciugamani. Appena asciutti si sente poco (un po' si sente comunque), ma
appena li utilizzo per asciugarmi.... pfffff!!!
I panni li stendo in bagno e lascio andare un ventilatore al minimo tutta
la notte; si asciuga tutto in poche ore, per cui escludo che la puzza si
formi perche' restano umidi troppo a lungo. Faccio quasi sempre lavaggi a
40 gradi con detersivo liquido e poco ammorbidente in cristalli; ho pulito
piu' volte la vaschetta dei detersivi, e fra un lavaggio e l'altro lascio
sempre l'oblo' aperto perche' si asciughi l'interno. Ma gli asciugamani
puzzano ancora.
Ho sentito svariati consigli, tra cui fare ogni tanto lavaggi ad alta
temperatura (60 o 90 gradi) con bicarbonato, oppure aceto, oppure
candeggina... Probabilmente quest'ultima e' la migliore per eliminare le
eventuali muffe, ma se - per contro - devo avere panni che puzzano di
candeggina...
Chi mi fa chiarezza sugli effeti benefici/controindicazioni?
Margie
Io uso una miscela di polveri ottenuta con detersivo + anticalcare (sono in
zona con acqua dura) + disinfettante + sbiancante. Lavo a temperatura
piuttosto elevata (bucato bianco sugli 80 gradi, colorato sui 65), centrifugo
forte e asciugo possibilmente in zona bene aerata; non ho problemi di nessun
tipo.
A volte, se mi ricordo, butto dentro un bel bicchierone (ma bicchierone sul
serio, circa 1/4 di litro) di aceto di vino di quello casalingo (con 5 gocce
si condisce una bella insalata).
Quando poi i panni si rovinano li uso come stracci e ne metto sotto degli
altri.
Ma tutto è sempre perfettamente profumato.
In sostanza alzerei, e di molto, la temperatura di lavaggio aggiungendo degli
antibatterici.
Quanto cazzo di inquinamento, come energia e come inquinanti chimici,
per evitare di stendere la biancheria come si faceva una volta, con
tanta aerazione...

Posso capire chi non ha alcun altro ambiente a disposizione (ma a volte
è solo perchè non ci si è pensato, non è detto che sia inevitabile), ma
che sia una prassi 'normale' (e lava più caldo, e aggiungi roba
chimica, e compra l'asciugatrice, e butta i vestiti e comprane nuovi),
proprio mi dà un fastidio...

Tutti buoni a lamentarsi quando c'è la schiuma nei fiumi, quando l'aria
è irrespirabile, quando il petrolio costa troppo...
E poi trasformiamo un banale lavaggio di asciugamani in un'attività
semi-industriale...

Cazzo, bassa temperatura, poco detersivo, tanta aria, al limite il sole
quando c'è, e la roba dura di più e non ha odore...


Alberto



PS:
Scusate lo sfogo, non era rivolto allo specifico post a cui mi sono
accodato, ma proprio ad un approccio generalizzato che percepisco e che
non apprezzo...
--
Max Beerbohm: Tutto ciò che è degno di essere fatto è stato fatto
ripetutamente. Dalle cose mai fatte bisognerebbe tenersi, sospetto,
molto alla larga.
Il Russo
2009-04-28 08:07:24 UTC
Post by Albe V°
Cazzo, bassa temperatura, poco detersivo, tanta aria, al limite il sole
quando c'è, e la roba dura di più e non ha odore...
... è una fortuna vivere in una villa in campagna, eh? ...
Albe V°
2009-04-28 08:09:50 UTC
Post by Il Russo
Post by Albe V°
Cazzo, bassa temperatura, poco detersivo, tanta aria, al limite il sole
quando c'è, e la roba dura di più e non ha odore...
... è una fortuna vivere in una villa in campagna, eh? ...
Ho vissuto anche in un appartamento in città.

Volere è potere.

Solo che spesso ci si limita alla prima soluzione che viene in mente,
tanto chi se ne frega se il pianeta va a puttane...

Alberto
--
Fabio Fazio: Se siamo alleati come mai nei nostri bar si vende Coca
Cola e nei bar americani non si vende l'amaretto di Saronno?
margie
2009-04-28 08:33:41 UTC
Post by ..Ghigo..
io non so se sei 1 zozza di natura o non puoi aprire la finestra e/o
stendere al SOLE.....
La seconda che dici, fortunatamente.
Se avessi speso un minuto per leggere il resto del thread (anche se mi rendo
conto che e' un po' lungo) avresti letto che che il mio bagno e' cieco,
cioe' senza finestre. Inoltre possiedo un balcone (piccolo) ma la zona dove
vivo e' molto trafficata e polverosa, se stendo fuori ritiro la roba piu'
sporca di prima del lavaggio. Inoltre in casa lavoriamo entrambi tutto il
giorno, non posso stendere in salotto e lasciare le finestre aperte senza
nessuno in casa, non mi fido.
Ma forse questi problemi tu non li hai, beato te....
Post by ..Ghigo..
Cmq stiano le cose... non ti restano che lavaggi ad alta temperatura
(minimo 90 gradi) e uso (abbondante) di candeggina.... magari abbinando
le due cose......
Puoi usare la candeggina profumata se quella normale non ti aggrada.
Ti ringrazio comunque del consiglio.
M.
Albe V°
2009-04-28 08:37:01 UTC
Post by margie
Post by Il Russo
... ti sei mai chiesta qual è la temperatura media di un mammifero? ...
... e qual è la temperatura di pastorizzazione? ... ;-)
Ok, ho capito.... :) L'alta temperatura e' mia amica...
Io partirei dall'altra parte.
Va bene il ventilatore, ma è molto importante il ricambio d'aria.
Quindi, assolutamente acceso anche l'estrattore forzato (la ventola,
per capirci), e la porta aperta almeno fino alla griglia dell'aerazione
della cucina o altra presa d'aria.

Alberto
--
Henry David Thoreau: L'uomo è tanto più ricco quanto meno costano i
suoi piaceri.
margie
2009-04-28 08:37:55 UTC
Una volta che sono perfettamente asciutti, gli asciugamani li piego e li
metto nell'armadio, lo stesso armadio dove altri capi non prendono lo stesso
odore.
Sono quindi propensa a scagionare il luogo di stoccaggio... :)

M.
marcick
2009-04-28 09:27:18 UTC
Post by margie
Una volta che sono perfettamente asciutti, gli asciugamani li piego e li
metto nell'armadio, lo stesso armadio dove altri capi non prendono lo
stesso odore.
se ti interessa un'asciugatrice ne ho una da vendere (provincia MI)
mk
vattelappesca
2009-04-30 15:22:08 UTC
Quanto cazzo di inquinamento, come energia e come inquinanti chimici, per
evitare di stendere la biancheria come si faceva una volta, con tanta
aerazione...
Posso capire chi non ha alcun altro ambiente a disposizione (ma a volte è
solo perchè non ci si è pensato, non è detto che sia inevitabile), ma che sia
una prassi 'normale' (e lava più caldo, e aggiungi roba chimica, e compra
l'asciugatrice, e butta i vestiti e comprane nuovi), proprio mi dà un
fastidio...
Tutti buoni a lamentarsi quando c'è la schiuma nei fiumi, quando l'aria è
irrespirabile, quando il petrolio costa troppo...
E poi trasformiamo un banale lavaggio di asciugamani in un'attività
semi-industriale...
Cazzo, bassa temperatura, poco detersivo, tanta aria, al limite il sole
quando c'è, e la roba dura di più e non ha odore...
Alberto
Scusate lo sfogo, non era rivolto allo specifico post a cui mi sono accodato,
ma proprio ad un approccio generalizzato che percepisco e che non apprezzo...
...se devo lavare gli asciugamani un giorno si e uno anche per non
avere la puzza di muffa, addio ecologia.
Inoltre, non è affatto detto che una bella e semplice asciugata al sole
e/o all'aria aperta risolvano il problema perchè potrebbe essere che la
persona in questione non può disporre ne del tempo ne dello spazio ne
delle condizioni meteo per fare quello che consigli.
I lavaggi a bassa temperatura per i batteri non sono poi molto efficaci
e può darsi che il tuo mix sia meno "aromatico" di quello della persona
che ha postato.
Il potere lavante dell'acqua aumenta, e di molto, in funzione della
temperatura. se provi a lavarti le mani con sapone e acqua a 1 grado ti
accorgerai che farai una bella fatica a togliere del semplice olio
dalle tue mani quindi, temperatura alta significano anche una minor
necessità di detersivo; ergo, la natura non è così bistrattata come
dici.
Le cose o si fanno o non si fanno.
C'hai un problema, lo risolvi.
Lavi la sera quando l'energia elettrica costa meno (se costa meno
significa che costa meno produrla, se costa meno produrla credo, un
motivo ci dovrà pur essere) e non costringi i produttori di energia a
tenere accesa una centrale solo per generare l'elettricità necessaria
al lavaggio diurno.
Ma se vuoi rimanere in tema di ecologia, al limite, una buona e brava
nonnina, una bidonata di cenere, tanto olio di gomito, una vagonata
d'acqua, un mare di tempo e mettiamoci anche un po' di sapone fatto con
grasso di maiale e la natura è (forse?) salva.

< Pagina Precedente
Pagina 2 di 2