Discussion:
Pozzetto per laghetto...
(troppo vecchio per rispondere)
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:14:15 UTC
Dunque, il titolo è ambiguo, lo so. :)
Per il laghetto che sto facendo avrei pensato di interrare un pozzetto di
cemento nelle vicinanze.
In tale pozzetto metterei la pompa, rendendo così più semplici le operazioni
di pulizia o manutenzione e ci farei lo scarico per il troppo-pieno del
laghetto.
La vasca quindi dovrà essere collegata al pozzetto con un tubo. Io ho dei
tubi in PVC credo, quelli neri robusti che si usan in edilizia.
Ma un pozzetto in cemento è impermeabile al 100% si?
Non credo che ghiacci essendo sotto terra, ma se capita rischia qualcosa o
resiste tranquillo?
Come lo collego al tubo in modo che il giunto sia perfettamente a tenuta?
Non vorrei ritrovarmi con perdite dato che non prevedo un sistema automatico
di immissione acqua in caso di 'siccità'...

Mandi e grasie!
felix.
2004-07-18 15:19:59 UTC
Post by Roby P.I. ®
Dunque, il titolo è ambiguo, lo so. :)
Per il laghetto che sto facendo avrei pensato di interrare un pozzetto di
cemento nelle vicinanze.
In tale pozzetto metterei la pompa, rendendo così più semplici le operazioni
di pulizia o manutenzione e ci farei lo scarico per il troppo-pieno del
laghetto.
La vasca quindi dovrà essere collegata al pozzetto con un tubo. Io ho dei
tubi in PVC credo, quelli neri robusti che si usan in edilizia.
Ma un pozzetto in cemento è impermeabile al 100% si?
Se vuoi stare tranquillo usa un pozzetto in PVC.
Post by Roby P.I. ®
Non credo che ghiacci essendo sotto terra, ma se capita rischia qualcosa o
resiste tranquillo?
Come lo collego al tubo in modo che il giunto sia perfettamente a tenuta?
Con diametro esatto e collante specifico!
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:22:09 UTC
Post by felix.
Se vuoi stare tranquillo usa un pozzetto in PVC.
Altro che newsgroup, è una chat ormai questa! Risposte in realtime! ;)
Pozzetto in pvc? Dove si comprano? Mai visti...
Post by felix.
Con diametro esatto e collante specifico!
Ma parli di quello in pvc o di quello in cemento? O di entrambi?
Certo che quello in pvc forse va meglio da pulire essendo più liscio
(credo...).

Grasie! :)
felix.
2004-07-18 15:28:48 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
Se vuoi stare tranquillo usa un pozzetto in PVC.
Altro che newsgroup, è una chat ormai questa! Risposte in realtime! ;)
Pozzetto in pvc? Dove si comprano? Mai visti...
I soliti fornitori di materiali edili etc.
Oppure grossi idraulici.
http://www.europlast.it/accessori_suolo.htm
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
Con diametro esatto e collante specifico!
Ma parli di quello in pvc o di quello in cemento? O di entrambi?
Certo che quello in pvc forse va meglio da pulire essendo più liscio
(credo...).
Se usi il pozzetto in calcestruzzo dovrai forarlo col la
carotatrice e sigillarlo con silicone e simili.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:53:04 UTC
Post by felix.
I soliti fornitori di materiali edili etc.
Oppure grossi idraulici.
http://www.europlast.it/accessori_suolo.htm
Proverò da obi martedì. Anche se non li ho mai visti in giro, nemmeno negli
altri negozi di materiale edile in cui son stato...
Sul sito però dicon che son predisposti per tubi da 63 in su.
Sai mica se ne trovano anche con le pareti tutte chiuse in modo da aprirci
il foro della misura che occorre?
Ci son precauzioni da prendere quando li si pone a dimora per evitare
problemi con possibili ghiacciate?
Post by felix.
Se usi il pozzetto in calcestruzzo dovrai forarlo col la
carotatrice e sigillarlo con silicone e simili.
Uhm, nono, ormai che m'hai messo la pulce nell'orecchio si va di pvc! :)
Dato che siam in discorso comunque, se metto silicone o simile a contatto
col cemento, non c'è il rischio che il cemento ciucci acqua per porosità e
tale inumidimento causi il distacco dal silicone? Ovviamente con
applicazione ad hoc pulendo bene le parti da polveri et similia prima di
siliconare...
felix.
2004-07-18 16:14:37 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
I soliti fornitori di materiali edili etc.
Oppure grossi idraulici.
http://www.europlast.it/accessori_suolo.htm
Proverò da obi martedì. Anche se non li ho mai visti in giro, nemmeno negli
altri negozi di materiale edile in cui son stato...
Da OBI non li trovi di certo,i vari Brico-center non sono rivendite
di
materiali da costruzione di quel tipo,qualcosa ho visto da castorama.
Post by Roby P.I. ®
Sul sito però dicon che son predisposti per tubi da 63 in su.
Sai mica se ne trovano anche con le pareti tutte chiuse in modo da aprirci
il foro della misura che occorre?
No ma con una riduzione potrai collegarlo con qualsiasi diametro.
Post by Roby P.I. ®
Ci son precauzioni da prendere quando li si pone a dimora per evitare
problemi con possibili ghiacciate?
No il gelo non crea problemi particolari.
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
Se usi il pozzetto in calcestruzzo dovrai forarlo col la
carotatrice e sigillarlo con silicone e simili.
Uhm, nono, ormai che m'hai messo la pulce nell'orecchio si va di pvc! :)
Dato che siam in discorso comunque, se metto silicone o simile a contatto
col cemento, non c'è il rischio che il cemento ciucci acqua per porosità e
tale inumidimento causi il distacco dal silicone? Ovviamente con
applicazione ad hoc pulendo bene le parti da polveri et similia prima di
siliconare...
Ho detto silicone e simili,ci sono specifici sigillanti elastici
per giunti in calcestruzzo assolutamente adesivi allo stesso.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:35 UTC
Post by felix.
Da OBI non li trovi di certo,i vari Brico-center non sono rivendite
di
materiali da costruzione di quel tipo,qualcosa ho visto da castorama.
Ok, scartato obi, girerò le rivendite allora.
Post by felix.
No ma con una riduzione potrai collegarlo con qualsiasi diametro.
Vediam cosa trovo...
Post by felix.
Ho detto silicone e simili,ci sono specifici sigillanti elastici
per giunti in calcestruzzo assolutamente adesivi allo stesso.
Buono a sapersi, non si sa mai che serva in futuro...
Roby P.I. ®
2004-07-20 16:12:09 UTC
Post by felix.
Post by Roby P.I. ®
Sul sito però dicon che son predisposti per tubi da 63 in su.
Sai mica se ne trovano anche con le pareti tutte chiuse in modo da aprirci
il foro della misura che occorre?
No ma con una riduzione potrai collegarlo con qualsiasi diametro.
Bene, per la cronaca recuperato pozzetto 30x30x30 in materiale plastico
grigio chiaro (non so se sia pvc o meno, dopo controllo...) e per fortuna ha
tutti e 4 i lati chiusi quindi posso fare il foro del diametro a me più
conveniente. Preso anche il chiusino.
Peccato non vendano pure i buchi, adesso tocca scavare... :°|

Boiler
2004-07-18 15:26:59 UTC
Post by Roby P.I. ®
Non vorrei ritrovarmi con perdite dato che non prevedo un sistema automatico
di immissione acqua in caso di 'siccità'...
Se vuoi prevederlo... basta dirlo.
Il circuitino elettronico è una scemata.

Ciao Boiler
FabbroGiovanni
2004-07-18 15:34:13 UTC
Post by Boiler
Se vuoi prevederlo... basta dirlo.
Il circuitino elettronico è una scemata.
Ciao Boiler
Non sono contrario all'elettronica per principio, ma il buon vecchio
galleggiante della cassetta del WC non è più semplice?
Fabbrogiovanni.
Boiler
2004-07-18 15:36:54 UTC
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Post by FabbroGiovanni
Post by Boiler
Se vuoi prevederlo... basta dirlo.
Il circuitino elettronico è una scemata.
Ciao Boiler
Non sono contrario all'elettronica per principio, ma il buon vecchio
galleggiante della cassetta del WC non è più semplice?
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)

Ciao Boiler
KOALA@3° eucalipto a sn.it
2004-07-18 15:51:43 UTC
Post by Boiler
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Ovvero: invece che progettare un ammazzamosche meglio un sistema di
puntamento automatico con collimazione laser ed incenerirle in volo?


KOALAse poi lo brevetti l'ig-nobel è garantito! :))
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:56:19 UTC
Post by ***@3° eucalipto a sn.it
Ovvero: invece che progettare un ammazzamosche meglio un sistema di
puntamento automatico con collimazione laser ed incenerirle in volo?
Si potrebbe usare il laser anche per misurare il ivello, basterebbe spararlo
inclinato rispetto alla superficie, lui rimbalzerebbe con un angolo uguale a
quello incidente e colpirebbe un sensore collocato appositamente.
Se l'acqua si abbassa cambia l'angolo di incidenza e di conseguenza quello
di riflessione che porterebbe il raggio fuori dalla zona di lavoro del
sensore: rifornimento!

Se qualcuno lo fa voglio metà ricavi! :P
Boiler
2004-07-18 16:04:20 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by ***@3° eucalipto a sn.it
Ovvero: invece che progettare un ammazzamosche meglio un sistema di
puntamento automatico con collimazione laser ed incenerirle in volo?
Si potrebbe usare il laser anche per misurare il ivello, basterebbe spararlo
inclinato rispetto alla superficie, lui rimbalzerebbe con un angolo uguale a
quello incidente e colpirebbe un sensore collocato appositamente.
Se l'acqua si abbassa cambia l'angolo di incidenza e di conseguenza quello
di riflessione che porterebbe il raggio fuori dalla zona di lavoro del
sensore: rifornimento!
Se qualcuno lo fa voglio metà ricavi! :P
Non è che sia un'idea proprio nuovissima: viene usata da anni e anni
negli apparecchi che misurano il punto di rugiada (si chiama così? in
inglese è Dew Point).

Ciao Boiler
Roby P.I. ®
2004-07-18 16:13:15 UTC
Post by Boiler
Non è che sia un'idea proprio nuovissima: viene usata da anni e anni
negli apparecchi che misurano il punto di rugiada (si chiama così? in
inglese è Dew Point).
Ne ESIGO i diritti! :)
Boiler
2004-07-18 16:01:31 UTC
Post by ***@3° eucalipto a sn.it
Post by Boiler
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Ovvero: invece che progettare un ammazzamosche meglio un sistema di
puntamento automatico con collimazione laser ed incenerirle in volo?
Piú o meno...

Per le mosche uso il Ticino7 (un settimanale con programmi TV e
articoli insulsi) aperto a metà, rivoltato e ripiegato in 2. Batte
qualsiasi paletta ammazzamosche ;-)

Ciao Boiler

P.S.: se c'È interesse vi vendo gli arretrati ;-)
KOALA@3° eucalipto a sn.it
2004-07-19 13:16:04 UTC
Post by Boiler
P.S.: se c'È interesse vi vendo gli arretrati ;-)
Ovviamente immagino ognuno ben sigillato e con la mosca/zanzara
spiaccicata in bell'evidenza. Inoltre ognuno recherà un cartellino con
la corretta identificazione della tipologia di insetto


KOALApreferivo il laser, magari con un sistema di mira a telecamera.
Sai che divertimento bruciare le zanzare in volo (Hai osato entrare? e
allora ti aspetta una calda estate...). Ovviamente l'elmetto tipo
unità contraerea dovrebbe essere disponibile come accessorio a
richiesta... ;)
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:53:04 UTC
Post by Boiler
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Si ma state parlando comunque di 2 cose diverse secondo me.
Tu di un sistema per avvisare che l'acqua si sta esaurendo, il buon fabbro
invece parla di un sistema per rifornire di acqua la pozza.

Nel mio caso, essendo il laghetto piccolo (1,5 x 2,5 metri) come superficie
forse preferirei una elettrovalvola collegata a un sensore di livello perchè
credo sia meno ingombrante di un sistema a galleggiante.
Come affidabilità poi non saprei. Ma in un laghetto c'è da fidarsi di un
sensore fatto con 2 elettrodi? Magari dopo un po' si sporcano, conducono
poco e al sistema sembra non ci sia acqua... e via con lo straripamento! :)
Boiler
2004-07-18 16:05:21 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by Boiler
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Si ma state parlando comunque di 2 cose diverse secondo me.
Tu di un sistema per avvisare che l'acqua si sta esaurendo, il buon fabbro
invece parla di un sistema per rifornire di acqua la pozza.
Nel mio caso, essendo il laghetto piccolo (1,5 x 2,5 metri) come superficie
forse preferirei una elettrovalvola collegata a un sensore di livello perchè
credo sia meno ingombrante di un sistema a galleggiante.
Come affidabilità poi non saprei. Ma in un laghetto c'è da fidarsi di un
sensore fatto con 2 elettrodi? Magari dopo un po' si sporcano, conducono
poco e al sistema sembra non ci sia acqua... e via con lo straripamento! :)
Dipende di che materiale li fai. Comunque non ci sono grossi problemi:
si parla di microAmpère.

Boiler
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:36 UTC
Post by Boiler
si parla di microAmpère.
E' che nel laghetto potrebbe incrostarsi e non condurre più o come segnalato
da repo potrebbe rimanerci qualcosa che continua a tenerlo in conduzione...
Boiler
2004-07-18 21:10:57 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by Boiler
si parla di microAmpère.
E' che nel laghetto potrebbe incrostarsi e non condurre più o come segnalato
da repo potrebbe rimanerci qualcosa che continua a tenerlo in conduzione...
Questo si risolve senza problemi:
- Reticella a protezione degli elettrodi
- Elettrodi nel pozzetto e non nel laghetto
- Elettrodi il piú piccoli possibile
- Elettrodi in filo di platino-iridio

Non voglio però insistere. Se non ti interessa lasciamo pure
perdere... Non devo venderti nulla ;-)

Ciao Boiler
FabbroGiovanni
2004-07-18 16:14:21 UTC
Post by Roby P.I. ®
Si ma state parlando comunque di 2 cose diverse secondo me.
Tu di un sistema per avvisare che l'acqua si sta esaurendo, il buon fabbro
invece parla di un sistema per rifornire di acqua la pozza.
Nel mio caso, essendo il laghetto piccolo (1,5 x 2,5 metri) come superficie
forse preferirei una elettrovalvola collegata a un sensore di livello perchè
credo sia meno ingombrante di un sistema a galleggiante.
Come affidabilità poi non saprei. Ma in un laghetto c'è da fidarsi di un
sensore fatto con 2 elettrodi? Magari dopo un po' si sporcano,
conducono
Post by Roby P.I. ®
poco e al sistema sembra non ci sia acqua... e via con lo
straripamento! :)

A vantaggio del mio sistema ruspante:

-Sensore di livello e sistema di adduzione sono in blocco unico
-Non necessitano di corrente
-La regolazione iniziale del livello è semplificata, basta piegare più o
meno il braccetto e si ottiene una precisione micrometrica.
-Il tutto ci sta comodamente nel pozzetto.

Fabbrogiovanni.
Boiler
2004-07-18 16:26:14 UTC
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Il mio rende il pozzetto piú facile da pulire... gne gne gne ;-P

È questione di ideologie. Come già detto la mia manualità è scarsa,
quindi non mi metterei a cercar di fissare il galleggiante-valvola al
pozzetto, mentre in 5 minuti avrei costruito il sensore.
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica e non avresti
problemi a costruire qualcosa per piazzare il galleggiante nel
pozzetto.

Ciao Boiler
felix.
2004-07-18 16:59:43 UTC
Post by Boiler
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Il mio rende il pozzetto piú facile da pulire... gne gne gne ;-P
È questione di ideologie. Come già detto la mia manualità è scarsa,
quindi non mi metterei a cercar di fissare il galleggiante-valvola al
pozzetto, mentre in 5 minuti avrei costruito il sensore.
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica e non avresti
problemi a costruire qualcosa per piazzare il galleggiante nel
pozzetto.
Seguo divertito il thread! So della tua simpatia per l'elettronica
rispetto il secolare galleggiante meccanico,una sola domanda e se
manca la corrente? Adesso non mi parlare di batterie tampone!:-))
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Boiler
2004-07-18 18:42:42 UTC
Post by felix.
Post by Boiler
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Il mio rende il pozzetto piú facile da pulire... gne gne gne ;-P
È questione di ideologie. Come già detto la mia manualità è scarsa,
quindi non mi metterei a cercar di fissare il galleggiante-valvola al
pozzetto, mentre in 5 minuti avrei costruito il sensore.
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica e non avresti
problemi a costruire qualcosa per piazzare il galleggiante nel
pozzetto.
Seguo divertito il thread! So della tua simpatia per l'elettronica
rispetto il secolare galleggiante meccanico,una sola domanda e se
manca la corrente? Adesso non mi parlare di batterie tampone!:-))
ciaofelix:-)
No, c'è il gruppo elettrogeno che gira sempre al minimo e poi parte
appena mancva corrente ;-)
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:36 UTC
Post by felix.
Post by Boiler
Seguo divertito il thread! So della tua simpatia per l'elettronica
rispetto il secolare galleggiante meccanico,una sola domanda e se
manca la corrente? Adesso non mi parlare di batterie tampone!:-))
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
felix.
2004-07-18 20:00:56 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
Post by Boiler
Seguo divertito il thread! So della tua simpatia per l'elettronica
rispetto il secolare galleggiante meccanico,una sola domanda e se
manca la corrente? Adesso non mi parlare di batterie tampone!:-))
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
Tanto per complicare!!! P
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 20:15:49 UTC
Post by felix.
Tanto per complicare!!! P
Già testato e funzionante quello! :)
I miei problemi riguardano il lato edile della cosa...
FabbroGiovanni
2004-07-18 20:24:37 UTC
Post by felix.
Post by Roby P.I. ®
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
Tanto per complicare!!! P
Perchè complicare, il sole si spegnerà fra qualche milione di anni, non
è come le centrali svizzere che cade un albero e black-outizzano
l'Italia.
Fabbrogiovanni.
felix.
2004-07-18 20:27:38 UTC
Post by FabbroGiovanni
Post by felix.
Post by Roby P.I. ®
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
Tanto per complicare!!! P
Perchè complicare, il sole si spegnerà fra qualche milione di anni, non
è come le centrali svizzere che cade un albero e black-outizzano
l'Italia.
Dalle mie parti il sole si spegne ogni sera alle 19,30 da te forse
alle 21.00 ma e' un problema di montagne e pianure,comunque si
spegne!
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 20:33:42 UTC
Post by felix.
Dalle mie parti il sole si spegne ogni sera alle 19,30 da te forse
alle 21.00 ma e' un problema di montagne e pianure,comunque si
spegne!
E la batteria che ci sta a fare? :)
felix.
2004-07-18 20:36:25 UTC
Post by Roby P.I. ®
Post by felix.
Dalle mie parti il sole si spegne ogni sera alle 19,30 da te forse
alle 21.00 ma e' un problema di montagne e pianure,comunque si
spegne!
E la batteria che ci sta a fare? :)
Avevi promesso che non avresti parlato di batterie!!! PP
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roby P.I. ®
2004-07-18 21:03:35 UTC
Post by felix.
Avevi promesso che non avresti parlato di batterie!!! PP
N'ero io! :)
Boiler
2004-07-18 21:13:32 UTC
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Post by FabbroGiovanni
Post by felix.
Post by Roby P.I. ®
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
Tanto per complicare!!! P
Perchè complicare, il sole si spegnerà fra qualche milione di anni, non
è come le centrali svizzere che cade un albero e black-outizzano
l'Italia.
Fabbrogiovanni.
Posso fare un po' di polemica?

Sono servito anch'io dall'elettrodotto che è andato in corto
coll'albero, ma il black out è durato 22 minuti esatti (radiosveglia
dixit).
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.

Ciao Boiler
felix.
2004-07-18 21:16:26 UTC
Post by Boiler
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.
La calma e dei forti!!! PPP
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Boiler
2004-07-19 04:42:56 UTC
Post by felix.
Post by Boiler
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.
La calma e dei forti!!! PPP
OK, all'Enel sono fortissimi, ma la popolazione è stata forte? ;-)

Ciao Boiler
felix.
2004-07-19 06:21:27 UTC
Post by Boiler
Post by felix.
Post by Boiler
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.
La calma e dei forti!!! PPP
OK, all'Enel sono fortissimi, ma la popolazione è stata forte? ;-)
Vedi,caro ragazzo!,la mia prima infanzia l'ho trascorsa negli anni
44-54 nel mio attuale paesello,d'inverno alla prima nevicata andava-
no giu' alcuni pali (o roba simile) e si restava senza energia
elettrica anche per 2 o 3 giorni,non ricodo che fosse un dramma,capisco che
oggi la situazione e' diversa,resta il fatto che le 12 ore di
black-out non mi hanno turbato minimamente!!! :-)))
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Boiler
2004-07-19 09:25:07 UTC
Post by felix.
Post by Boiler
Post by felix.
Post by Boiler
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.
La calma e dei forti!!! PPP
OK, all'Enel sono fortissimi, ma la popolazione è stata forte? ;-)
Vedi,caro ragazzo!,la mia prima infanzia l'ho trascorsa negli anni
44-54 nel mio attuale paesello,d'inverno alla prima nevicata andava-
no giu' alcuni pali (o roba simile) e si restava senza energia
elettrica anche per 2 o 3 giorni,non ricodo che fosse un dramma,capisco che
oggi la situazione e' diversa,resta il fatto che le 12 ore di
black-out non mi hanno turbato minimamente!!! :-)))
ciaofelix:-)
OK, non parlavo di te... ma delle gelaterie ;-)

Ciao Boiler
felix.
2004-07-19 10:44:17 UTC
Post by Boiler
Post by felix.
Post by Boiler
Post by felix.
Post by Boiler
Il problema sta nel fatto che il distacco di questa linea a causato il
distacco a valanga di molti altri elettrodotti vostri. E a riattivarli
ci avete messo una giornata.
La calma e dei forti!!! PPP
OK, all'Enel sono fortissimi, ma la popolazione è stata forte? ;-)
Vedi,caro ragazzo!,la mia prima infanzia l'ho trascorsa negli anni
44-54 nel mio attuale paesello,d'inverno alla prima nevicata andava-
no giu' alcuni pali (o roba simile) e si restava senza energia
elettrica anche per 2 o 3 giorni,non ricodo che fosse un dramma,capisco che
oggi la situazione e' diversa,resta il fatto che le 12 ore di
black-out non mi hanno turbato minimamente!!! :-)))
ciaofelix:-)
OK, non parlavo di te... ma delle gelaterie ;-)
Ma avvenissero piu' spesso,quel giorno il bar sotto casa si e'
messo a vendere i gelati a 1/2 prezzo o meglio compri 4 e paghi 2 ed alla
fine li
regalava ai bambini!! :-))
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Boiler
2004-07-19 11:27:40 UTC
Post by felix.
Ma avvenissero piu' spesso,quel giorno il bar sotto casa si e'
messo a vendere i gelati a 1/2 prezzo o meglio compri 4 e paghi 2 ed alla
fine li
regalava ai bambini!! :-))
Se riesci a procurarmi un'asta di messa a terra idonea ad un
elettrodotto da 400kV ti causo un bel black out quando mi telefoni ;-)

Ciao Boiler
KOALA@3° eucalipto a sn.it
2004-07-19 21:33:52 UTC
Post by Boiler
Se riesci a procurarmi un'asta di messa a terra idonea ad un
elettrodotto da 400kV ti causo un bel black out quando mi telefoni ;-)
Ad occhio e croce dovrebbe bastare un kiletto di tritolo


KOALAsempre di "messa a terra" si tratta... ;)
Boiler
2004-07-20 05:07:34 UTC
Post by ***@3° eucalipto a sn.it
Post by Boiler
Se riesci a procurarmi un'asta di messa a terra idonea ad un
elettrodotto da 400kV ti causo un bel black out quando mi telefoni ;-)
Ad occhio e croce dovrebbe bastare un kiletto di tritolo
No, a me la corrente fa comodo.

Metto a terra 10 minuti con l'asta e vi parte tutto, poi la tolgo e me
la do a gambe. Dopo 10 minuti mi riattivano la corrente. A voi dopo 12
ore ;-P

Boiler
KOALA@3° eucalipto a sn.it
2004-07-19 13:16:04 UTC
Post by felix.
Post by Roby P.I. ®
Il tutto è alimentato da un impianto fotovoltaico! :)
Tanto per complicare!!! P
No, semplificherebbe
A volerla fare complicata andrebbe usata l'energia geotermica


KOALAperché complicata? Provate a fare un buco abbastanza profondo da
creare un vulcano in giardino e poi ne riparliamo... :)
FabbroGiovanni
2004-07-18 17:21:26 UTC
Post by Boiler
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica
Ciao Boiler
In effetti hai ragione, quello che non si può misurare col metro o con
la bilancia mi è difficile da accettare:-))

Se non hai niente da fare provo a raccontare da cosa deriva questa mia
avversione.
Nel lontano 1972 fui spedito a Battipaglia a montare un
"Pallettizzatore"
Se hai fatto caso a un pallet di sacchi di cemento o di mangime vedrai
che sono disposti a strati: al primo livello due sacchi accostati per il
lungo e un terzo di traverso, secondo piano idem ma invertiti, in modo
da tenerli legati.

Questa macchina aveva un armadio con dentro un centinaio di blocchetti,
formato pacchetto di sigarette, su ogni blocchetto c'erano 3 lucine e le
scritte OR-AND-NAND.
In base a come innestavi questi blocchetti veniva creata la sequenza che
comandava le elettrovalvole pneumatiche e al passaggio del sacco sulla
rulliera c'erano pistoni che provvedevano a spostare o ruotare il sacco.
Se aggiungi che il pallet doveva abbassarsi di livello ogni tre
sacchetti e quando completo se ne doveva andare per far posto a quello
nuovo ti puoi immaginare la complicazione di gestire i messaggi in
arrivo alla *centralona*, dati da fotocellule e microswitch a braccetto
flessibile.

Quando la macchina andava in tilt bisognava risalire alla fotocellula
sporca o starata, al micro bloccato o al blocchetto guasto e la ricerca
consisteva in:
-aprire l'armadio
-consultare il book di 200 pagine dove c'erano i disegnini e di ogni
blocchetto verificare, partendo dall'inizio, che ognuno avesse gli
OR-AND-NAND con le lucine accese/spente come da programma.
Se eri fortunato trovavi il guasto prima di arrivare all'ultimo:-)).

Per non parlare di quando la direzione decideva di cambiare tipo di
produzione con sacchi diversi, ci voleva una nottata per riprogrammare
la macchina e fare qualche prova in modo da farla trovare funzionante al
mattino.
Immagino che in questi ultimi anni l'elettronica si sia evoluta ma io ho
gettato la spugna tanti anni fa e mi rifiuto di riprenderla:-))

Fabbrogiovanni.
Boiler
2004-07-18 18:45:33 UTC
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Post by FabbroGiovanni
Post by Boiler
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica
Ciao Boiler
In effetti hai ragione, quello che non si può misurare col metro o con
la bilancia mi è difficile da accettare:-))
[CUT]
Hai ragione, l'elettronica è cambiata di molto!

Voglio sottolineare però che la mia non era una critica! Ognuno ha il
suo campo...

Ciao Boiler
Alberto Schiesaro
2004-07-18 21:00:54 UTC
Hai lavorato con un antenato dei PLC !
Si oggi sono diversi, molto piu' piccoli, si programmano
con linguaggi evoluti e possono anche essere realizzati con un PC,
ma in fondo in fondo la logica
AND-OR-NAND e' sempre la stessa.
alberto
Post by FabbroGiovanni
Post by Boiler
Tu invece non hai molta simpatia per l'elettronica
Ciao Boiler
In effetti hai ragione, quello che non si può misurare col metro o con
la bilancia mi è difficile da accettare:-))
Se non hai niente da fare provo a raccontare da cosa deriva questa mia
avversione.
Nel lontano 1972 fui spedito a Battipaglia a montare un
"Pallettizzatore"
Se hai fatto caso a un pallet di sacchi di cemento o di mangime vedrai
che sono disposti a strati: al primo livello due sacchi accostati per il
lungo e un terzo di traverso, secondo piano idem ma invertiti, in modo
da tenerli legati.
Questa macchina aveva un armadio con dentro un centinaio di blocchetti,
formato pacchetto di sigarette, su ogni blocchetto c'erano 3 lucine e le
scritte OR-AND-NAND.
In base a come innestavi questi blocchetti veniva creata la sequenza che
comandava le elettrovalvole pneumatiche e al passaggio del sacco sulla
rulliera c'erano pistoni che provvedevano a spostare o ruotare il sacco.
Se aggiungi che il pallet doveva abbassarsi di livello ogni tre
sacchetti e quando completo se ne doveva andare per far posto a quello
nuovo ti puoi immaginare la complicazione di gestire i messaggi in
arrivo alla *centralona*, dati da fotocellule e microswitch a braccetto
flessibile.
Quando la macchina andava in tilt bisognava risalire alla fotocellula
sporca o starata, al micro bloccato o al blocchetto guasto e la ricerca
-aprire l'armadio
-consultare il book di 200 pagine dove c'erano i disegnini e di ogni
blocchetto verificare, partendo dall'inizio, che ognuno avesse gli
OR-AND-NAND con le lucine accese/spente come da programma.
Se eri fortunato trovavi il guasto prima di arrivare all'ultimo:-)).
Per non parlare di quando la direzione decideva di cambiare tipo di
produzione con sacchi diversi, ci voleva una nottata per riprogrammare
la macchina e fare qualche prova in modo da farla trovare funzionante al
mattino.
Immagino che in questi ultimi anni l'elettronica si sia evoluta ma io ho
gettato la spugna tanti anni fa e mi rifiuto di riprenderla:-))
Fabbrogiovanni.
FabbroGiovanni
2004-07-19 06:23:04 UTC
Post by Alberto Schiesaro
Hai lavorato con un antenato dei PLC !
Si oggi sono diversi, molto piu' piccoli, si programmano
con linguaggi evoluti e possono anche essere realizzati con un PC,
ma in fondo in fondo la logica
AND-OR-NAND e' sempre la stessa.
alberto
All'epoca questo impianto sostituiva il lavoro di due operai che
prendevano i sacchi in arrivo sulla rulliera e li sistemavano a mano, al
ritmo di uno ogni 10 secondi.
Se non mi fossi demoralizzato magari la mia carriera lavorativa sarebbe
stata diversa e ora sarei qui a chiedere come si fa a saldare o ad
affilare le punte:-))
Fabbrogiovanni.
FabbroGiovanni
2004-07-18 15:58:51 UTC
Post by Boiler
Post by FabbroGiovanni
Non sono contrario all'elettronica per principio, ma il buon vecchio
galleggiante della cassetta del WC non è più semplice?
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Ciao Boiler
Prova a descrivere come realizzeresti tutto il marchingegno (ovviamente
omettendo la parte elettronica pura).
Vale a dire: di qua il pozzetto, di là il tubo dell'acqua, come faresti
a mantenere il livello costante.
Fabbrogiovanni.
Boiler
2004-07-18 16:09:23 UTC
Il carretto passava e "FabbroGiovanni"
Post by FabbroGiovanni
Post by Boiler
Post by FabbroGiovanni
Non sono contrario all'elettronica per principio, ma il buon vecchio
galleggiante della cassetta del WC non è più semplice?
Se hai una buona manualità sì, ma per me sarebbe un disastro ;-)
Ciao Boiler
Prova a descrivere come realizzeresti tutto il marchingegno (ovviamente
omettendo la parte elettronica pura).
Vale a dire: di qua il pozzetto, di là il tubo dell'acqua, come faresti
a mantenere il livello costante.
Fabbrogiovanni.
Se ho capito bene il pozzetto ha un tubo in basso e quindi per il
principio dei vasi comunicanti sarebbe allo stesso livello del
laghetto.

Scegli il livello che vuoi mantenere e piazzi a quell'altezza (nel
pozzetto) due elettrodi a 5mm di distanza. Poi due cavi che entrano in
una scatoletta (vanno bene le scatole di derivazione) e due cavi che
escono e vanno a un'elettrovalvola che immette acqua nel laghetto o
nel pozzetto.

Nella scatoletta ci vanno 2 transistor, 2 resistenze e un fototriac (o
un relais). Finito.
Per l'alimentazione puoi usare una batteria, un adattatore o
costruirti un circuitino ad hoc. L'alimentazione puoi anche metterla
distante.

Ciao Boiler
FabbroGiovanni
2004-07-18 16:29:19 UTC
Post by Boiler
Scegli il livello che vuoi mantenere e piazzi a quell'altezza (nel
pozzetto) due elettrodi a 5mm di distanza. Poi due cavi che entrano in
una scatoletta (vanno bene le scatole di derivazione) e due cavi che
escono e vanno a un'elettrovalvola che immette acqua nel laghetto o
nel pozzetto.
Nella scatoletta ci vanno 2 transistor, 2 resistenze e un fototriac (o
un relais). Finito.
Per l'alimentazione puoi usare una batteria, un adattatore o
costruirti un circuitino ad hoc. L'alimentazione puoi anche metterla
distante.
Ciao Boiler
Immaginavo qualcosa del genere, però se sei in grado di mettere insieme
tutto questo la tua *non buona* manualità è più che sufficiente anche
per la mia soluzione.

Sul tubo di arrivo invece dell'elettrovalvola ci avviti il galleggiante
e tutto il resto lo tieni nel cassetto per usi migliori:-))
Fabbrogiovanni.
Roby P.I. ®
2004-07-18 16:11:56 UTC
Post by FabbroGiovanni
Prova a descrivere come realizzeresti tutto il marchingegno (ovviamente
omettendo la parte elettronica pura).
Vale a dire: di qua il pozzetto, di là il tubo dell'acqua, come faresti
a mantenere il livello costante.
Io ti do la mia versione anche se non interpellato!
Per sentire il livello dell'acqua metterei 2 asticelle metalliche parallele
che normalmente se ne stanno immerse nell'acqua.
Ciò fa sì che si possa misurare una certa resistenza elettrica tra le 2
asticelle.
Se però il livello si abbassa tali asticelle si ritrovano in aria e la
resistenza diventa infinita o quasi.
Quindi con un circuitino che tenga controllata tale resistenza è facile
comandare una elettrovalvola all'occorrenza.
Il circuito è relativamente semplice perchè non fregherebbe di sapere a che
livello sia l'acqua ma solo se è normale o troppo bassa.
Sia il pozzetto che il laghetto son collegati da un tubo e per il principio
dei vasi comunucanti i livelli son gli stessi.
Basta quindi mettere tubo di approvigionamento e sensore nel pozzetto.
L'elettricità per gestire il tutto c'è dato che serve pure per alimentare la
pompa di ricircolo acqua.

Si potrebbe anche optare per un interruttore di livello, dai un occhio su
www.rs-components.it cercando l'articolo col codice: 331-017
Boiler
2004-07-18 16:21:29 UTC
Post by Roby P.I. ®
[CUT]
Proprio quello a cui avevo pensato.
Post by Roby P.I. ®
Si potrebbe anche optare per un interruttore di livello, dai un occhio su
www.rs-components.it cercando l'articolo col codice: 331-017
Quanto costa? Suppongo che costruirti il circuito costerebbe meno
(bisogna però tener conto dell'alimentazione).

Boiler
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:36 UTC
Post by Boiler
Quanto costa? Suppongo che costruirti il circuito costerebbe meno
(bisogna però tener conto dell'alimentazione).
Si, bisognerebbe fare i conti se costa meno il 'pulsante' o il circuitino
con alimentatore annesso...
repo
2004-07-18 16:59:18 UTC
Post by Roby P.I. ®
Io ti do la mia versione anche se non interpellato!
Per sentire il livello dell'acqua metterei 2 asticelle metalliche parallele
che normalmente se ne stanno immerse nell'acqua.
Ciò fa sì che si possa misurare una certa resistenza elettrica tra le 2
asticelle.
Se però il livello si abbassa tali asticelle si ritrovano in aria e la
resistenza diventa infinita o quasi.
Tutto vero per un impianto industriale di produzione, dove i liquidi
sono puliti, nel tuo caso basta una foglia bagnata fra gli elettrodi per
mandare il sistema a donne di facili costumi. :-))))
Post by Roby P.I. ®
Si potrebbe anche optare per un interruttore di livello, dai un occhio su
www.rs-components.it cercando l'articolo col codice: 331-017
Soluzione decisamente migliore, se poi sei disposto ad aumentare la
spesa da 14.80 euro a 19.66 euro, ti consiglio il 228-1964.
viene utilizzato per i distributori automatici di bibite e ha il grosso
vantaggio di tenere la cerniera all'asciutto, evitando che possa
bloccarsi per la vischiosità del liquido.


Repo
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:36 UTC
Post by repo
Tutto vero per un impianto industriale di produzione, dove i liquidi
sono puliti, nel tuo caso basta una foglia bagnata fra gli elettrodi per
mandare il sistema a donne di facili costumi. :-))))
Eh infatti, non mi fiderei granchè...
Post by repo
Soluzione decisamente migliore, se poi sei disposto ad aumentare la
spesa da 14.80 euro a 19.66 euro, ti consiglio il 228-1964.
viene utilizzato per i distributori automatici di bibite e ha il grosso
vantaggio di tenere la cerniera all'asciutto, evitando che possa
bloccarsi per la vischiosità del liquido.
Alla fine è sempre il principio del galleggiante del wc! :)
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:53:03 UTC
Post by FabbroGiovanni
Non sono contrario all'elettronica per principio, ma il buon vecchio
galleggiante della cassetta del WC non è più semplice?
Se lo faccio lo faccio così, magari con una valvola meno appariscente... :)
Il problema sono i 60 e rotti metri di tubo che dovrei interrare per portare
acqua alla valvola...
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:53:03 UTC
Post by Boiler
Se vuoi prevederlo... basta dirlo.
Il circuitino elettronico è una scemata.
Lo so, ma una valutazione visiva sarebbe sufficiente! :)
FabbroGiovanni
2004-07-18 15:31:28 UTC
Post by Roby P.I. ®
Come lo collego al tubo in modo che il giunto sia perfettamente a tenuta?
Non vorrei ritrovarmi con perdite dato che non prevedo un sistema automatico
di immissione acqua in caso di 'siccità'...
Per la parte tecnica vedo che ti sta aiutando Felix.
Non so quanto grande e profondo sarà il laghetto ma hai pensato a quanta
acqua evapora in una giornata di sole e caldo?
Senza un sufficiente apporto di acqua non rischi di ritrovarti il
laghetto secco?
Fabbrogiovanni.
Roby P.I. ®
2004-07-18 15:53:03 UTC
Post by FabbroGiovanni
Per la parte tecnica vedo che ti sta aiutando Felix.
Non so quanto grande e profondo sarà il laghetto ma hai pensato a quanta
acqua evapora in una giornata di sole e caldo?
Senza un sufficiente apporto di acqua non rischi di ritrovarti il
laghetto secco?
Si, giusto, ma provo intanto senza apporti idrici, spero che il metterci
piante galleggianti ne riduca il riscaldamento e quindi l'evaporazione.
Mario
2004-07-18 19:14:00 UTC
Io provvisoriamente in un pozzetto per tenere costante il livello dell'acqua
ho appeso una bottiglia da mezzolitro di plastica parzialmente piena ad un
pulsante a cordicella(quelli che si usano in bagno per chiamare) quando
l'acqua scende di livello la bottiglia tira la cordicella e parte la pompa.
Stà così provvisoriamente da un paio di anni!!
Mario
Post by Roby P.I. ®
Io ti do la mia versione anche se non interpellato!
Per sentire il livello dell'acqua metterei 2 asticelle metalliche
parallele
Post by Roby P.I. ®
che normalmente se ne stanno immerse nell'acqua.
Ciò fa sì che si possa misurare una certa resistenza elettrica tra le
2
Post by Roby P.I. ®
asticelle.
Se però il livello si abbassa tali asticelle si ritrovano in aria e la
resistenza diventa infinita o quasi.
Roby P.I. ®
2004-07-18 19:55:36 UTC
Post by Mario
Io provvisoriamente in un pozzetto per tenere costante il livello dell'acqua
ho appeso una bottiglia da mezzolitro di plastica parzialmente piena ad un
pulsante a cordicella(quelli che si usano in bagno per chiamare) quando
l'acqua scende di livello la bottiglia tira la cordicella e parte la pompa.
Stà così provvisoriamente da un paio di anni!!
Fin che va lasciacelo... :)
Mello
2004-07-20 14:17:51 UTC
Sei un genio!!!
Post by Mario
Io provvisoriamente in un pozzetto per tenere costante il livello dell'acqua
ho appeso una bottiglia da mezzolitro di plastica parzialmente piena ad un
pulsante a cordicella(quelli che si usano in bagno per chiamare) quando
l'acqua scende di livello la bottiglia tira la cordicella e parte la pompa.
Stà così provvisoriamente da un paio di anni!!
Mario