Discussion:
nylon sotto massetto, a cosa serve?
(troppo vecchio per rispondere)
Alvin75
2006-08-26 20:26:50 UTC
Ciao a tutti, forse la materia è un po' OT, però magari trovo qualcuno che
sappia chiarirmi questo dubbio. La mia famiglia sta ristrutturando in
economia una piccola mansarda e siamo praticamente agli sgoccioli, cioè al
massetto per il pavimento (parquet di legno)...

Ci è stato prospettata la necessità di collocare una sorta di telo di nylon
al di sotto del massetto, che svolgerebbe una funzione di isolamento (ma da
cosa? Umidità? Condensa? rumore?); io però non capisco e vorrei capire: il
cemento del massetto non dovrebbe "aggrappare" quello del piano del
pavimento? E come fa ad aggrappare con un foglio di nylon in mezzo? Mi
sembrerebbe più logico che una tale barriera venisse collocata SOPRA il
massetto, cioè tra questo e il parquet...

Grazie in anticipo
Alvin75
felix.
2006-08-26 20:36:38 UTC
Post by Alvin75
Ci è stato prospettata la necessità di collocare una sorta di telo di nylon
al di sotto del massetto, che svolgerebbe una funzione di isolamento (ma da
cosa? Umidità? Condensa? rumore?);
Desolarizzare....che brutto termine..... no?...


io però non capisco e vorrei capire: il
Post by Alvin75
cemento del massetto non dovrebbe "aggrappare" quello del piano del
pavimento?
No!
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Alvin75
2006-08-26 22:52:25 UTC
Post by Alvin75
io però non capisco e vorrei capire: il
Post by Alvin75
cemento del massetto non dovrebbe "aggrappare" quello del piano del
pavimento?
No!
ciaofelix:-)
Ok, grazie, quindi è giusto così... ma cosa significa "desolarizzare"?

Alvin75
felix.
2006-08-27 04:53:15 UTC
Post by Alvin75
Post by Alvin75
io però non capisco e vorrei capire: il
Post by Alvin75
cemento del massetto non dovrebbe "aggrappare" quello del piano del
pavimento?
No!
ciaofelix:-)
Ok, grazie, quindi è giusto così... ma cosa significa "desolarizzare"?
E' un neologismo e viene da "solaio" quindi rendere indipendente dal-
la struttura del solaio, affinche' i movimenti di quest'ultimo non ven-
gano trasmessi al massetto e di conseguenza al pavimento con i ben noti
effetti di sollevamento, i pavimenti di una volta posati su sabbia e
calce non manifestavano infatti questo fenomeno.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Alvin75
2006-08-27 19:09:07 UTC
Post by felix.
E' un neologismo e viene da "solaio" quindi rendere indipendente dal-
la struttura del solaio, affinche' i movimenti di quest'ultimo non ven-
gano trasmessi al massetto e di conseguenza al pavimento con i ben noti
effetti di sollevamento, i pavimenti di una volta posati su sabbia e
calce non manifestavano infatti questo fenomeno.
ciaofelix:-)
Grazie per la spiegazione, ora mi è tutto (abbastanza) chiaro.

Un saluto
Alvin75
Andy
2006-08-28 10:36:23 UTC
Post by felix.
Post by Alvin75
Ok, grazie, quindi è giusto così... ma cosa significa "desolarizzare"?
E' un neologismo e viene da "solaio" quindi rendere indipendente dal-
la struttura del solaio, affinche' i movimenti di quest'ultimo non ven-
gano trasmessi al massetto e di conseguenza al pavimento con i ben noti
effetti di sollevamento, i pavimenti di una volta posati su sabbia e
calce non manifestavano infatti questo fenomeno.
ciaofelix:-)
I pavimenti si sollevavano anche in passato...nelle case dove le
mattonelle stavano troppo a contatto con le pareti.
Basta lasciare 3/4 mm tra maiolica e tramezzo per evitare certi
inconvenienti ;).
Lo stesso inconveniente (quello del sollevamento) si verifica neile
giunte tra pavimentazioni di diversa natura(parquet-marmo,parquet-
maiolica).
felix.
2006-08-28 12:39:49 UTC
Post by Andy
I pavimenti si sollevavano anche in passato...nelle case dove le
mattonelle stavano troppo a contatto con le pareti.
Credo che il mio passato sia diverso dal tuo! :-))
Non ho mai visto il pavimento in graniglia spesso 3 cm sollevarsi maga-
ri sconnettersi.
Post by Andy
Basta lasciare 3/4 mm tra maiolica e tramezzo per evitare certi
inconvenienti ;).
Non sempre basta, il sollevamento avviene anche perche'
lo strato superficiale, ovvero il pavimento segue il movimento elastico
del solaio che puo' flettere in negativo o positivo, se ci pensi bene
questi due movimenti aumentano la superficie non la riducono quindi
tendono a distaccare il pavimento dai muri non a comprimerlo.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Andy
2006-08-28 13:20:05 UTC
Post by felix.
Post by Andy
I pavimenti si sollevavano anche in passato...nelle case dove le
mattonelle stavano troppo a contatto con le pareti.
Credo che il mio passato sia diverso dal tuo! :-))
Non ho mai visto il pavimento in graniglia spesso 3 cm sollevarsi maga-
ri sconnettersi.
E' vero che ognuno ha esperienze diverse e passato diverso...e infatti
io non ho mai trovato teli di nylon o sabbia a spolvero sotto vecchi
pavimenti di graniglia per separare il solaio dal massetto e il pavimento.
E' vero anche che quei pavimenti di cui parli erano presenti in edifici
a muro romano...e invece di sollevarsi si spaccavano.
Post by felix.
Post by Andy
Basta lasciare 3/4 mm tra maiolica e tramezzo per evitare certi
inconvenienti ;).
Non sempre basta, il sollevamento avviene anche perche'
lo strato superficiale, ovvero il pavimento segue il movimento elastico
del solaio che puo' flettere in negativo o positivo, se ci pensi bene
questi due movimenti aumentano la superficie non la riducono quindi
tendono a distaccare il pavimento dai muri non a comprimerlo.
ciaofelix:-)
Sui movimenti sussultori e' come dici tu ma sugli ondulatori quel
margine salva il pavimento...poi magari sbaglio ma nei casi in cui si
sono presentati pavimenti alzati ho proceduto utilizzando
quell'accorgimento senza fare modifiche sul massetto.
felix.
2006-08-28 15:57:52 UTC
Post by Andy
Sui movimenti sussultori e' come dici tu ma sugli ondulatori quel
margine salva il pavimento...poi magari sbaglio ma nei casi in cui si
sono presentati pavimenti alzati ho proceduto utilizzando
quell'accorgimento senza fare modifiche sul massetto.
Non sbagli perche' la causa dei sollevamenti non e' sempre solo
la stessa, tutto sta' nell'individuarla. ciao.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Andy
2006-08-28 16:44:48 UTC
Post by felix.
Post by Andy
Sui movimenti sussultori e' come dici tu ma sugli ondulatori quel
margine salva il pavimento...poi magari sbaglio ma nei casi in cui si
sono presentati pavimenti alzati ho proceduto utilizzando
quell'accorgimento senza fare modifiche sul massetto.
Non sbagli perche' la causa dei sollevamenti non e' sempre solo
la stessa, tutto sta' nell'individuarla. ciao.
Nei casi di cui parlo il pavimento scoppio' in seguito ad una
gelata...non c'era una perdita e la casa era ben riscaldata.
Si trattava del pavimento di una camera comunicante per due lati con
l'esterno.
ciao
felix.
2006-08-28 19:22:08 UTC
Post by Andy
Post by felix.
Post by Andy
Sui movimenti sussultori e' come dici tu ma sugli ondulatori quel
margine salva il pavimento...poi magari sbaglio ma nei casi in cui si
sono presentati pavimenti alzati ho proceduto utilizzando
quell'accorgimento senza fare modifiche sul massetto.
Non sbagli perche' la causa dei sollevamenti non e' sempre solo
la stessa, tutto sta' nell'individuarla. ciao.
Nei casi di cui parlo il pavimento scoppio' in seguito ad una
gelata...non c'era una perdita e la casa era ben riscaldata.
Si trattava del pavimento di una camera comunicante per due lati con
l'esterno.
Il pavimento si e' raffreddato piu' rapidamente del solaio! :-))
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it