Discussion:
consumo metri cubi metano caldaia 24kw
(troppo vecchio per rispondere)
"e" <eòtin.it>
2012-01-10 13:52:31 UTC
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5 ore
?

Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5 ore
al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per il
calcolo ?

Grazie
Stefano
Albe V°
2012-01-10 13:57:42 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia Immergas
eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5 ore ?
5 ore a 24kW sarebbero 120kWh, ossia l'energia contenuta in 12 metri
cubi di metano.
Togliamo l'efficienza della caldaia (diciamo 90% la tradizionale e 97%
quella a condensazione, tanto per dire un valore spannometrico), a
andiamo da 13 a 15 metri cubi.

Alberto
">[ale]
2012-01-11 11:38:03 UTC
Post by Albe V°
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per
5 ore ?
5 ore a 24kW sarebbero 120kWh, ossia l'energia contenuta in 12 metri
cubi di metano.
Togliamo l'efficienza della caldaia (diciamo 90% la tradizionale e 97%
quella a condensazione, tanto per dire un valore spannometrico), a
andiamo da 13 a 15 metri cubi.
Alberto
E che diamine, quale caldaia funziona sempre al 100% della potenzialità??
Albe V°
2012-01-11 11:53:46 UTC
Post by ">[ale]
Post by Albe V°
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per
5 ore ?
5 ore a 24kW sarebbero 120kWh, ossia l'energia contenuta in 12 metri
cubi di metano.
Togliamo l'efficienza della caldaia (diciamo 90% la tradizionale e 97%
quella a condensazione, tanto per dire un valore spannometrico), a
andiamo da 13 a 15 metri cubi.
Alberto
E che diamine, quale caldaia funziona sempre al 100% della potenzialità??
Una caldaia non modulante, quando brucia brucia 'in pieno'.

A me non interessa sapere come l'OP abbia misurato il tempo di
funzionamento, se con il contaminuti integrato nella caldaia (come ad
esempio ha la mia) o mettendosi col cronometrino in mano davanti alla
fiamma.
Lui chiede quanto consuma in 5 ore ININTERROTTE, e a questo
rispondiamo.

Ciao

Alberto
">[ale]
2012-01-11 13:04:36 UTC
Post by Albe V°
Post by ">[ale]
Post by Albe V°
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per
5 ore ?
5 ore a 24kW sarebbero 120kWh, ossia l'energia contenuta in 12 metri
cubi di metano.
Togliamo l'efficienza della caldaia (diciamo 90% la tradizionale e 97%
quella a condensazione, tanto per dire un valore spannometrico), a
andiamo da 13 a 15 metri cubi.
Alberto
E che diamine, quale caldaia funziona sempre al 100% della potenzialità??
Una caldaia non modulante, quando brucia brucia 'in pieno'.
A me non interessa sapere come l'OP abbia misurato il tempo di
funzionamento, se con il contaminuti integrato nella caldaia (come ad
esempio ha la mia) o mettendosi col cronometrino in mano davanti alla
fiamma.
Lui chiede quanto consuma in 5 ore ININTERROTTE, e a questo rispondiamo.
Ciao
Alberto
Si, ma modulante o no, quando la temperatura dell'acqua viene raggiunta,
il bruciatore si spegne.
5 ore di funzionamento a 24KW di potenza potrebbero essere equivalenti a
2-3 giorni.
L'op intendeva 5 ore di caldaia accesa, non a piena potenza, salvo
smentite dall'op stesso.
">[ale]
2012-01-11 13:20:36 UTC
Post by Albe V°
Una caldaia non modulante, quando brucia brucia 'in pieno'.
La caldaia indicata è in grado di modulare la potenza, per la precisione
tra 9,3 e 24 kW.
Fabbrogiovanni
2012-01-10 14:08:28 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per
il calcolo ?
O segui il calcolo fatto da Albe (ma questo presuppone che le 5 ore non
siano solo ininterrotte ma anche con l'acceleratore che dosa la fiamma
sempre a tavoletta, cosa molto improbabile), oppure leggi e fai la
differenza dal contatore, che non è un metodo empirico ma molto molto
pratico ed efficace:-)
--
Fabbrogiovanni
MARIO.G
2012-01-10 15:07:48 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per
il calcolo ?
Grazie
Stefano
o la peppa cosa vuoi cucinarci dentro ? le persone ? :)

maniera empirica ?

se parti da 10 gradi t interna... e gli comandi ... portami a 30
e brucia 5 ore ininterrotte e produci acqua alla massima
temperatura , assumo quasi certamente che farà il suo dovere
e consumerà tot metri cubi all'ora, come riportato nel manuale-

ora mettiamo che la tua è la eolo extra @ cs sei sui 2.78 m3 all'ora di
gas metano , x 5 = 13.9 m3

se sei su altre caldaie extra, vai alla pagine web immergas, libretti
e manuali e recuperi la tua e il dato EMPIRICO :)



costo. ti conviene , andare al sito aeeg, prendere trova offerte,
metti cap, e consumo stimato, ti esce l'offerta del mercato a maggior
tutela, prendi la riga della spesa totale e calcoli il tuo prezzo..
purtroppo variano da regione a regione, potrei dirti 0.85 euro
a metro cubo per la mia regione.. ma se sei in quella sbagliata
arrivi a 1 euro.

ciao

mario
Max
2012-01-11 01:43:12 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh. Il potere calorifico del
metano è di 8500 kcal/m^3, ed essendo 1 kcal = 0.001163 kWh, abbiamo che
8500 kcal = 9.8855 kWh.

Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione 100%
della potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.

Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di
circa 11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
Post by "e" <eòtin.it>
Sapendo il costo al metro cubo e il consumo ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che la caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
Se il metano costa, in media, 0.50 €/m^3 (ma varia a seconda della zona
in cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento,
11.3*0.50 = 5.67 €/giorno.

Se accendiamo la caldaia in media per 6 mesi all'anno
avremo 5.67*180 = 1020 euro circa, ed un consumo totale
di 11.3*180 = 2034 m^3.

La reazione di combustione del metano è

CH4 + 2O2 → CO2 + 2H2O

per cui 2 moli di ossigeno sono necessarie per bruciare una mole di
metano, producendo 1 mole di anidride carbonica e 2 di acqua.

Una mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol.

V = 2034 m^3 = 2034000 litri da cui otteniamo

P*V = n*R*T supponendo un comportamento ideale del gas
a P = 1 atm e T = 25 °C = 298.15 K

n = P*V/(R*T) = 1*2034000/(0.082057*298.15) = 83137 mol da cui

83137*44.0098 = 3658842 g = 3658.842 kg di CO2 immessi nell'atmosfera.



Max
MARIO.G
2012-01-11 01:57:19 UTC
Post by Max
Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di
circa 11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
ciao max

ma perché esce 2.27

e non il valore dichiarato sul libretto, alla voce consumo ?
Post by Max
Max
ciao mario
Albe V°
2012-01-11 08:10:42 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh. Il potere calorifico del metano
è di 8500 kcal/m^3, ed essendo 1 kcal = 0.001163 kWh, abbiamo che 8500 kcal =
9.8855 kWh.
Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione 100% della
potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.
Quindi al diminuire del rendimento diminuisce il consumo?
Io nei miei calcoli avevo diviso, non moltiplicato...
Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di circa
11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
Sostituendo la divisione alla moltiplicazione, secondo me arrivi ai
miei stessi numeri.
Però non ho voglia di verificare i dati della caldaia, ma non vorrei
che tu avessi usato il rendimento sul pci e non sul pcs, perchè in
genere è questo primo che viene pubblicato sui dati tecnici delle
caldaie.
Post by "e" <eòtin.it>
Sapendo il costo al metro cubo e il consumo ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che la caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
Se il metano costa, in media, 0.50 €/m^3 (ma varia a seconda della zona in
cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento, 11.3*0.50 =
5.67 €/giorno.
Io in genere per questi calcoli considero 0.80€/smc, mi sembra ci sia
un divario troppo grande fra il mio valore ed il tuo.
Puoi verificare?
Se accendiamo la caldaia in media per 6 mesi all'anno
avremo 5.67*180 = 1020 euro circa, ed un consumo totale
di 11.3*180 = 2034 m^3.
La reazione di combustione del metano è
CH4 + 2O2 → CO2 + 2H2O
per cui 2 moli di ossigeno sono necessarie per bruciare una mole di metano,
producendo 1 mole di anidride carbonica e 2 di acqua.
Una mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol.
Davvero?
Ma sai che ricordavo che le moli pesano sempre un numero tondo in
grammi?
Ma forse era un'approssimazione che usavamo nei calcoli 'a mente'...
V = 2034 m^3 = 2034000 litri da cui otteniamo
P*V = n*R*T supponendo un comportamento ideale del gas
a P = 1 atm e T = 25 °C = 298.15 K
n = P*V/(R*T) = 1*2034000/(0.082057*298.15) = 83137 mol da cui
83137*44.0098 = 3658842 g = 3658.842 kg di CO2 immessi nell'atmosfera.
Bello, mi fa ringiovanire.

Alberto
Mario G.
2012-01-11 11:10:54 UTC
Post by Albe V°
Post by Max
Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione 100% della
potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.
Quindi al diminuire del rendimento diminuisce il consumo?
Io nei miei calcoli avevo diviso, non moltiplicato...
ah eccoo.. infatti ... io non capivo... come non mi tornasse il conto
che era sviluppato in maniera impressionante....

ora ho capito
Post by Albe V°
Sostituendo la divisione alla moltiplicazione,a della zona in
Post by Max
cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento, 11.3*0.50 =
5.67 €/giorno.
Io in genere per questi calcoli considero 0.80€/smc, mi sembra ci sia
un divario troppo grande fra il mio valore ed il tuo.
Puoi verificare?
mah non osavo , fare discussione sempre per l'impressionante
risposta :)

io direi che anche tu... sei basso... meno basso di lui.. ma ostia
il metano pè arrivato a 1 eruo al metro cubo

resiste la lombardia, al nord... 0.85 ma se ci mettono qualche accisa
o l'addizinale reginale andranno a 1 euro

sarà impossibile mandare a gas i riscaldamenti per > di 2500 gradi
effettivi giorni,
anche rivedendo a 18 gradi la temperatura ambiente, se poi come dici
la mia amica scienziata, è vero , quello che dico anche io , che
non esiste iL RISCALDMANETO GLOBALE.. ma anzi.. vabbè.. lasciam
perdere,
ma BASTA UN INVERNO COME IL 2010-2011 CON ROTTURA DEL VORTICE POLARE
qui anche la classe A PASSA A C COME COSTI ERUO PER RISCALDAMENTO...

UNO CHE HA LA C O D , RADDOPPIA
Post by Albe V°
Bello, mi fa ringiovanire.
A ME MI HA FATTO SENTIRE.. UN ASINO :)

ciao

mario
Max
2012-01-11 15:38:12 UTC
Post by Albe V°
Post by Max
Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione
100% della potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.
Quindi al diminuire del rendimento diminuisce il consumo?
Io nei miei calcoli avevo diviso, non moltiplicato...
Nella sezione "dati tecnici" scrivono in effetti che
il rendimento a potenza minima è dell'88%.
Post by Albe V°
Post by Max
Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di
circa 11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
Sostituendo la divisione alla moltiplicazione, secondo me arrivi ai miei
stessi numeri.
Che sono entrambi sbagliati, in quanto il manuale della caldaia dà un
consumo di 2.74 m^3/h (suppongo misurati) ed un potere calorifico di 24
kW che secondo loro corrispondono a 20640 kcal/h, mentre a me vengono
20636.28 kcal/h. Come mai hanno arrotondato a quattro interi superiori?

Rifacendo il conto "a rovescio" abbiamo 2.74 m^3/h,
cioè 2.74*5 = 13.7 m^3 nell'arco di 5 ore,
vale a dire 8500*13.7 = 116450 kcal cioè 135.43 kWh. Vuol dire che la
caldaia del nostro amico eroga 135.43/5 = 27 kW e non 24.
Post by Albe V°
Però non ho voglia di verificare i dati della caldaia, ma non vorrei che
tu avessi usato il rendimento sul pci e non sul pcs, perchè in genere è
questo primo che viene pubblicato sui dati tecnici delle caldaie.
I dati sono al link

http://it.immergas.com/products1/caldaie_convenzionali/per_esterno/eolo_extra_kw/eolo_extra_24_kw.htm

nel tab "Dati combustione". Se scarichi la documentazione tecnica vedi
che loro parlano di potere calorifico inferiore a temperatura di 15 °C
(288.15 K) e 1013 mbar di pressione.
Post by Albe V°
Post by Max
Se il metano costa, in media, 0.50 €/m^3 (ma varia a seconda della
zona in cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento,
11.3*0.50 = 5.67 €/giorno.
Io in genere per questi calcoli considero 0.80€/smc, mi sembra ci sia un
divario troppo grande fra il mio valore ed il tuo.
Puoi verificare?
http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec_gas.htm

e poi scarichi la tabella in formato Excel.
Post by Albe V°
Post by Max
Una mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol.
Davvero?
Ma sai che ricordavo che le moli pesano sempre un numero tondo in grammi?
Ma forse era un'approssimazione che usavamo nei calcoli 'a mente'...
Mai sentita questa approssimazione, né alle superiori né all'università.
Post by Albe V°
Post by Max
V = 2034 m^3 = 2034000 litri da cui otteniamo
P*V = n*R*T supponendo un comportamento ideale del gas
a P = 1 atm e T = 25 °C = 298.15 K
Qui ho sbagliato, non leggendo la documentazione tecnica. I valori
corretti sono 15 °C (288.15 K) e 1013 mbar. Ne viene

n = (1.013)(2034000)/(0.082057*288.15) = 86000 mol circa. Siccome ogni
mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol abbiamo circa 86000*44.0098 = 3784 kg di
CO2 immessi nell'atmosfera. Poiché il metano pesa 16.0426 g/mol avremo
consumato circa 86000*16.0426 = 1380 kg di metano.
Post by Albe V°
Bello, mi fa ringiovanire.
Thanx.


Max
MARIO.G
2012-01-11 16:02:52 UTC
Post by Max
Nella sezione "dati tecnici" scrivono in effetti che
il rendimento a potenza minima è dell'88%.
Che sono entrambi sbagliati, in quanto il manuale della caldaia dà un
consumo di 2.74 m^3/h (suppongo misurati) ed un potere calorifico di 24
kW che secondo loro corrispondono a 20640 kcal/h, mentre a me vengono
20636.28 kcal/h. Come mai hanno arrotondato a quattro interi superiori?
mHA ... NON CI CAPISCO PIU NIENTE...

se non che anche io, controllando i consumi al contatere ...
terra terra, che il consumo reale corrispondeva a piu kw

per questo HO SEMPRE SOSTENUTO fortemente, CHE LA CALDAIA
DEVE AVERE POTENZA il piu vicino alla temperatura progetto
e non deve essere sovradimensionata

umilmente... se mi spiegate, come mai... io prendendo
il consumo orario e moltiplicando per le ore.. in realtl
non è la caldaia rischiesta ?

ciao

mario
Albe V°
2012-01-11 16:58:42 UTC
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione
100% della potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.
Quindi al diminuire del rendimento diminuisce il consumo?
Io nei miei calcoli avevo diviso, non moltiplicato...
Nella sezione "dati tecnici" scrivono in effetti che
il rendimento a potenza minima è dell'88%.
No, parlavo proprio del fatto che se parti dalle calorie utili e vuoi
arrivare alle calorie potenziali consumate, devi dividere per il
rendimento, non moltiplicare.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di
circa 11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
Sostituendo la divisione alla moltiplicazione, secondo me arrivi ai miei
stessi numeri.
Che sono entrambi sbagliati, in quanto il manuale della caldaia dà un consumo
di 2.74 m^3/h (suppongo misurati) ed un potere calorifico di 24 kW che
secondo loro corrispondono a 20640 kcal/h, mentre a me vengono 20636.28
kcal/h. Come mai hanno arrotondato a quattro interi superiori?
Beh, dai, non mi sembra chissà quale arrotondamento...
Post by Max
Rifacendo il conto "a rovescio" abbiamo 2.74 m^3/h,
cioè 2.74*5 = 13.7 m^3 nell'arco di 5 ore,
vale a dire 8500*13.7 = 116450 kcal cioè 135.43 kWh. Vuol dire che la caldaia
del nostro amico eroga 135.43/5 = 27 kW e non 24.
La caldaia 'assorbe' 27kW, e ne eroga 24.
Rendimento del 89% che è realistico.
Post by Max
Post by Albe V°
Però non ho voglia di verificare i dati della caldaia, ma non vorrei che
tu avessi usato il rendimento sul pci e non sul pcs, perchè in genere è
questo primo che viene pubblicato sui dati tecnici delle caldaie.
I dati sono al link
http://it.immergas.com/products1/caldaie_convenzionali/per_esterno/eolo_extra_kw/eolo_extra_24_kw.htm
nel tab "Dati combustione". Se scarichi la documentazione tecnica vedi che
loro parlano di potere calorifico inferiore a temperatura di 15 °C (288.15 K)
e 1013 mbar di pressione.
Va bheh, tutto quadra perchè sei partito dal potere calorifico
inferiore, quindi ci sta di usare il rendimento basato su questo.
Però in generale a me non piace, perchè oggi ci sono caldaie a
condensazione che consentono di usare il potere calorifico superiore
come energia sfruttabile, e quindi mi piace di più usare il rendimento
sul pcs, che poi è il vero rendimento di un sistema in fisica.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Se il metano costa, in media, 0.50 €/m^3 (ma varia a seconda della
zona in cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento,
11.3*0.50 = 5.67 €/giorno.
Io in genere per questi calcoli considero 0.80€/smc, mi sembra ci sia un
divario troppo grande fra il mio valore ed il tuo.
Puoi verificare?
http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec_gas.htm
e poi scarichi la tabella in formato Excel.
Poi però devi aggiungere ll'imposta usi civili e l'imposta regionale,
che sono spannometricamente 20 centesimi al metro cubo (è parte
variabile, non fissa, quindi va computata), e l'Iva (anch'essa
proporzionale al consumo, ovviamente).
Per cui il costo all'utente di un metro cubo, anche escludendo
(giustamente) le quote fisse, sale senza fatica a 80 centesimi, anzi,
forse mi devo ricredere e dare ragione a Mario che dice che costa di
più.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Una mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol.
Davvero?
Ma sai che ricordavo che le moli pesano sempre un numero tondo in grammi?
Ma forse era un'approssimazione che usavamo nei calcoli 'a mente'...
Mai sentita questa approssimazione, né alle superiori né all'università.
Ricordo, e a rischio di figure di merda voglio citare a memoria e non
verificare su Wikipedia, che il numero di Avogadro è proprio il
rapporto fra il peso atomico ed il peso in grammi di una mole, che è
come dire che sia il rapporto in peso fra un grammo e un protone.
Per cui, se il peso atomico della molecola di CO2 è 44, allora il peso
della mole dovrebbe essere 44.
Ma evidentemente il peso molecolare non è esattamente un numero tondo.
Diciamo che per fare i calcoli a mente si prendeva l'idrogeno a peso 1,
ma magari è 1virgolaqualcosa, ed ecco che appaiono i decimali.


Alberto
God
2012-01-11 17:16:34 UTC
Post by Albe V°
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Per cui, si ha in 5 ore 120 kWh = 103181.4 kcal. Inoltre dal sito del
produttore della caldaia sappiamo che il rendimento di combustione
100% della potenza nominale Pn è del 93,4% vale a dire 0.934.
Quindi avremo 103181.4*0.934 = 96371.4 kcal.
Quindi al diminuire del rendimento diminuisce il consumo?
Io nei miei calcoli avevo diviso, non moltiplicato...
Nella sezione "dati tecnici" scrivono in effetti che
il rendimento a potenza minima è dell'88%.
No, parlavo proprio del fatto che se parti dalle calorie utili e vuoi
arrivare alle calorie potenziali consumate, devi dividere per il rendimento,
non moltiplicare.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Dividendo quest'ultimo valore per 8500 kcal/m^3 ottengo il consumo di
circa 11.3 m^3, per un totale di 2.27 m^3/ora.
Sostituendo la divisione alla moltiplicazione, secondo me arrivi ai miei
stessi numeri.
Che sono entrambi sbagliati, in quanto il manuale della caldaia dà un
consumo di 2.74 m^3/h (suppongo misurati) ed un potere calorifico di 24 kW
che secondo loro corrispondono a 20640 kcal/h, mentre a me vengono
20636.28 kcal/h. Come mai hanno arrotondato a quattro interi superiori?
Beh, dai, non mi sembra chissà quale arrotondamento...
Post by Max
Rifacendo il conto "a rovescio" abbiamo 2.74 m^3/h,
cioè 2.74*5 = 13.7 m^3 nell'arco di 5 ore,
vale a dire 8500*13.7 = 116450 kcal cioè 135.43 kWh. Vuol dire che la
caldaia del nostro amico eroga 135.43/5 = 27 kW e non 24.
La caldaia 'assorbe' 27kW, e ne eroga 24.
Rendimento del 89% che è realistico.
Post by Max
Post by Albe V°
Però non ho voglia di verificare i dati della caldaia, ma non vorrei che
tu avessi usato il rendimento sul pci e non sul pcs, perchè in genere è
questo primo che viene pubblicato sui dati tecnici delle caldaie.
I dati sono al link
http://it.immergas.com/products1/caldaie_convenzionali/per_esterno/eolo_extra_kw/eolo_extra_24_kw.htm
nel tab "Dati combustione". Se scarichi la documentazione tecnica vedi che
loro parlano di potere calorifico inferiore a temperatura di 15 °C (288.15
K) e 1013 mbar di pressione.
Va bheh, tutto quadra perchè sei partito dal potere calorifico inferiore,
quindi ci sta di usare il rendimento basato su questo.
Però in generale a me non piace, perchè oggi ci sono caldaie a condensazione
che consentono di usare il potere calorifico superiore come energia
sfruttabile, e quindi mi piace di più usare il rendimento sul pcs, che poi è
il vero rendimento di un sistema in fisica.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Se il metano costa, in media, 0.50 €/m^3 (ma varia a seconda della
zona in cui abita l'OP) si spende, a 5 ore al giorno di funzionamento,
11.3*0.50 = 5.67 €/giorno.
Io in genere per questi calcoli considero 0.80€/smc, mi sembra ci sia un
divario troppo grande fra il mio valore ed il tuo.
Puoi verificare?
http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec_gas.htm
e poi scarichi la tabella in formato Excel.
Poi però devi aggiungere ll'imposta usi civili e l'imposta regionale, che
sono spannometricamente 20 centesimi al metro cubo (è parte variabile, non
fissa, quindi va computata), e l'Iva (anch'essa proporzionale al consumo,
ovviamente).
Per cui il costo all'utente di un metro cubo, anche escludendo (giustamente)
le quote fisse, sale senza fatica a 80 centesimi, anzi, forse mi devo
ricredere e dare ragione a Mario che dice che costa di più.
Post by Max
Post by Albe V°
Post by Max
Una mole di CO2 pesa 44.0098 g/mol.
Davvero?
Ma sai che ricordavo che le moli pesano sempre un numero tondo in grammi?
Ma forse era un'approssimazione che usavamo nei calcoli 'a mente'...
Mai sentita questa approssimazione, né alle superiori né all'università.
Ricordo, e a rischio di figure di merda voglio citare a memoria e non
verificare su Wikipedia, che il numero di Avogadro è proprio il rapporto fra
il peso atomico ed il peso in grammi di una mole, che è come dire che sia il
rapporto in peso fra un grammo e un protone.
Per cui, se il peso atomico della molecola di CO2 è 44, allora il peso della
mole dovrebbe essere 44.
Ma evidentemente il peso molecolare non è esattamente un numero tondo.
Diciamo che per fare i calcoli a mente si prendeva l'idrogeno a peso 1, ma
magari è 1virgolaqualcosa, ed ecco che appaiono i decimali.
Alberto
Mi sa che hai un po' di confusione in testa se non sai
distinguere un atomo da una molecola. Rimandato a settembre.
Albe V°
2012-01-11 17:22:52 UTC
Post by God
Mi sa che hai un po' di confusione in testa se non sai
distinguere un atomo da una molecola. Rimandato a settembre.
Dove avrei fatto confusione?

Ho usato peso atomico come 'sinonimo' di peso molecolare perchè parlavo
di Avogadro e volevo stare sul generico, e confidavo sulla perspicacia
del lettore (cosa che spesso faccio e spesso mi rendo conto di
sopravvalutare gli interlocutori).

Altre cose non ne vedo...

Alberto
God
2012-01-11 20:06:43 UTC
Post by Albe V°
Post by God
Mi sa che hai un po' di confusione in testa se non sai
distinguere un atomo da una molecola. Rimandato a settembre.
Dove avrei fatto confusione?
Ma no, va tutto bene, solo che sai io ho una certa
avversione per tutti coloro che parlano, tanto per dire
qualchecosa, di cose che non conoscono, come il Gustavo.
Ma e' un problema mio, te l'assicuro.
Si vede che non bazzico abbastanza i bar sport.
">[ale]
2012-01-11 11:39:51 UTC
Post by Max
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh.
A piena potenza, condizione che forse si realizza solo durante la
produzione di acqua calda.
MARIO.G
2012-01-11 12:01:04 UTC
Post by ">[ale]
Post by Max
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh.
A piena potenza, condizione che forse si realizza solo durante la
produzione di acqua calda.
seeee ,,,,, :)

prova a mettere la telecamera al contatore....
tu non hai idea di cosa vedresti....

chissà che gas passa, la temperatura... che cavolo sia
membrana del contatore troppo rigida.. errore positivo
diventi pazzo ....

il consumo che non diresti si verifica spesso, non solo
in spazzacamino o sanitaria

NON HAI PROVATO VERO ? altrimenti anche io avrei
fatto la stessa osservazione, o almeno la battuta precedente
era anche la mia :)

prova a vedere , ovviamente, sai che caldaia hai e metti una telecamere,
registri... e vedi
che SPESSO vanno a manetta, ovviamente non sempre :)

c'era un amico del ng, l' edy, che mi ha insegnato, metti
al massimo termosifoni e crono on, forza al massimo la caldaia
in riscaldamento... prendi i numeri rossi del contare
e resti di stucco ovviamente ti basta un minuto e poi
rapporto all'ora....



ciao

mario

[ nb ] magari mi esprimo con concetti non tecnici, ma
intendo , che la potenza massima, dichiarate, che di solito
sono , nel massimo numero , es riscladamento 24.7 e
sanitario, sempre qualcosa in più , es 25.5 e quindi
giustamente come dicivi tu solo in sanitario che hai
il massimo dei kw....

POI INVECE MISURI A CONTATORE e trovi che consuma 25.5 anche in
riscaldamento

ciao

mario
God
2012-01-11 13:19:08 UTC
Post by MARIO.G
Post by ">[ale]
Post by Max
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh.
A piena potenza, condizione che forse si realizza solo durante la
produzione di acqua calda.
seeee ,,,,, :)
prova a mettere la telecamera al contatore....
tu non hai idea di cosa vedresti....
Come fa uno squattrinato come te che non ha manco
5 euro per una tastiera ad avere la telecamera
(con cavalletto aggiungo) da mettere davanti
al contatore.
Ma mochela dai.
Mario G.
2012-01-11 14:45:58 UTC
Post by God
Ma mochela dai.
Loading Image...


4.99 dai cinesi

sei proprio un tirarigori di serie z



GOD MI STAI ROMPENDO I COGLIONI TE E LA TUA RAZZA IN....
MANIERA CATTIVA



ULTIMO AVVISO
God
2012-01-11 15:45:47 UTC
Post by Mario G.
Post by God
Ma mochela dai.
http://s15.postimage.org/tjll6vaa3/09122011_046.jpg
4.99 dai cinesi
sei proprio un tirarigori di serie z
GOD MI STAI ROMPENDO I COGLIONI TE E LA TUA RAZZA IN....
MANIERA CATTIVA
ULTIMO AVVISO
e la madonna.....
Mario G.
2012-01-11 16:34:47 UTC
On 11 Gen, 16:45, God <***@d.com> wrote:




BESTEMMIATORE.... CHE TI VENGA ADDOSSO
God
2012-01-11 17:17:21 UTC
Post by Mario G.
BESTEMMIATORE.... CHE TI VENGA ADDOSSO
chi la Madonna?
potrebbe essere interessante.
Mario G.
2012-01-11 14:53:43 UTC
Post by God
Post by MARIO.G
Post by ">[ale]
Post by Max
In 5 ore la caldaia fornisce 24*5 = 120 kWh.
A piena potenza, condizione che forse si realizza solo durante la
produzione di acqua calda.
seeee ,,,,, :)
prova a mettere la telecamera al contatore....
tu non hai idea di cosa vedresti....
Come fa uno squattrinato come te che non ha manco
5 euro per una tastiera ad avere la telecamera
(con cavalletto aggiungo) da mettere davanti
al contatore.
Ma mochela dai.
INFATTI L'HO PRESA A MENO :(

http://s15.postimage.org/tjll6vaa3/09122011_046.jpg
">[ale]
2012-01-11 11:44:43 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per
il calcolo ?
Grazie
Stefano
I dati non sono sufficienti a fare un conteggio, nemmeno spannometrico.
Serve sapere volume dell'edificio, dispersioni dovute a tubazioni,
infissi, struttura, etc. (in generale efficienza energetica
dell'edifico), temperature di esercizio, numero e tipo dei caloriferi.
Il che genererebbe un conteggio troppo complicato e risolvibile solo con
software specifici.

Se ti interessa con una Immergas da 32 KW a condenbsazione, per una casa
di ca 250 mq non troppo efficiente, ed una temperatura di 18°C a me se
ne vanno circa 15 mc/giorno.

Insomma, per avere dati attendibili, chiedi a chi ha una caldaia simile
di leggere il contatore!
MARIO.G
2012-01-11 12:27:13 UTC
Post by ">[ale]
Se ti interessa con una Immergas da 32 KW a condenbsazione, per una casa
di ca 250 mq non troppo efficiente, ed una temperatura di 18°C a me se
ne vanno circa 15 mc/giorno.
adesso ale ????? dici interna 18 ed esterna il clima attuale, di
questi giorni ????
Post by ">[ale]
Insomma, per avere dati attendibili, chiedi a chi ha una caldaia simile
di leggere il contatore!
guarda... ale... se hai una condensing e a 18 gradi sei 15 m3 ....^^^^
::::::::::::::

se lo metti a 20 cosa fai ? 18-20 m3 al giorno ?

stai attento .... io ho capito il m2 250 .. ma per dire anche io
avevo seppur con molti meno mq tantissime dispersioni avevo 639 m3
e pur con una immergas aspirata ... regolando bene mandata e orari
e avendo più caldo ero sceso molto piu basso, di te... e io te lo giuro
avevo e ho ancora i vetri del 1960 2 mm. infissi in legno..
tutto anni 60 cambiato nulla

il 28 ottobre 2010 con caldaia a gas,,, stessi dati clima di oggi
a gas... dati veri, 0 minima 14 massima 5.54 medi 24 ore, ero a 10.62 m3


io oggi dalle 7 alle 7 , come 24 ore prese alla mattina di stamattina,
con t media interna 18 ore giorno e di notte nulla, scende
quanto vuole, ed esterna nelle 24 ore media 5.54 gradi massima
a 16 minima -1 ho fatto, con lo stesso impianto , convertendo
kg legna in m3 e rendimento caldaia giusto, 11.75 m3 equivalenti
g20 e 0.81 metri cubi equivalenti a grado giorno.

bho ... prendila come una scemata empirica, ma non fidarti dei manuali
caldaia, impostala secondo i tuoi calcoli, verificali a contatore
e risparmi , se io ho 639 m3 e arrivo a 11.75 tu anche se hai 250
m2 e presumo 2.70 hai gli stessi m3 .... non puoi avendo una condensing
da rendimento ? 95 .... consumare piu di me che ho una caldaia a legna
equiparabile a una gas a camera aperta da 86.5 % ... o come consumavo e
anche io a gas con una a 88 .5 , stessa casa pessima, come isolamento

io ieri a legna , ma ero a 11.75 m3 gas equivalenti
a gas ero con lo stesso clima a 10.62
tutto matematico... avevo 88 con immergas e meno con la caldaia a legna
di rendimento.. il consumo è solo apparente aumentato.... ma ho
mantenuto le stesse regolazioni

prova a cambiare qualcosa


ciao

mario
Joe_at_home
2012-01-11 17:30:15 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5
ore ?
Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5
ore al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per
il calcolo ?
Grazie
Stefano
ciao Stefano... posso farti una domanda personale ??
vorrei sapere come mai hai scelto un nick come Heinrich Zagel...
sai per pura curiosità, poi ti dirò il perchè di questa mia curiosità..
Ciao
--
Joe_at_home
l***@gmail.com
2013-12-02 08:05:32 UTC
Salve, saluto tutti gli utenti del gruppo.
Ho letto i post precedenti, che trovo molto interessanti, ma data la mia ignoranza in materia: non riesco ad adattarli alle mie necessità.
Vi sarei grato quindi se mi aiutaste a risolvere il mio problema:
Ho dato in uso gratuito una porzione di fabbricato a mia cognata, vorrei che contribuisse alle spese di riscaldamento in base all’utilizzo che ne fa.
Considerato che i locali in uso da lei sono praticamente indipendenti: c’è un termostato dedicato collegato a una pompa specifica per il riscaldamento di quell’area.
Sulla pompa avevo intenzione di mettere un conta ore in modo da vedere quanto tempo resti acceso il riscaldamento.
Vorrei calcolare il costo orario di consumo di Gas metano usato per riscaldare questa area, sapendo che l’energia erogata dai termosifoni è di 3900 w , la caldaia è una 28 kw dell’ Imergas non a condensazione.
Ringrazio anticipatamente Giovanni.
giovanni
2013-12-02 08:07:32 UTC
Salve, saluto tutti gli utenti del gruppo.
Ho letto i post precedenti, che trovo molto interessanti, ma data la mia ignoranza in materia: non riesco ad adattarli alle mie necessità.
Vi sarei grato quindi se mi aiutaste a risolvere il mio problema:
Ho dato in uso gratuito una porzione di fabbricato a mia cognata, vorrei che contribuisse alle spese di riscaldamento in base all’utilizzo che ne fa.
Considerato che i locali in uso da lei sono praticamente indipendenti: c’è un termostato dedicato collegato a una pompa specifica per il riscaldamento di quell’area.
Sulla pompa avevo intenzione di mettere un conta ore in modo da vedere quanto tempo resti acceso il riscaldamento.
Vorrei calcolare il costo orario di consumo di Gas metano usato per riscaldare questa area, sapendo che l’energia erogata dai termosifoni è di 3900 w , la caldaia è una 28 kw dell’ Imergas non a condensazione.
Ringrazio anticipatamente Giovanni.
Albe V°
2013-12-02 08:28:23 UTC
Post by l***@gmail.com
Salve, saluto tutti gli utenti del gruppo.
Ho letto i post precedenti, che trovo molto interessanti, ma data la mia
ignoranza in materia: non riesco ad adattarli alle mie necessità. Vi sarei
grato quindi se mi aiutaste a risolvere il mio problema: Ho dato in uso
gratuito una porzione di fabbricato a mia cognata, vorrei che contribuisse
alle spese di riscaldamento in base all’utilizzo che ne fa. Considerato che i
locali in uso da lei sono praticamente indipendenti: c’è un termostato
dedicato collegato a una pompa specifica per il riscaldamento di quell’area.
Sulla pompa avevo intenzione di mettere un conta ore in modo da vedere
quanto tempo resti acceso il riscaldamento. Vorrei calcolare il costo orario
di consumo di Gas metano usato per riscaldare questa area, sapendo che
l’energia erogata dai termosifoni è di 3900 w , la caldaia è una 28 kw dell’
Imergas non a condensazione.
Non si può dire niente.
Tu parli della caldaia, della potenza (non energia) dei radiatori,
della caldaia e della sua potenza.
Ma il riscaldamento è un sistema pull, ossia viene 'tirato'
dall'ambiente. La stessa caldaia, gli stessi radiatori, lo stesso
impianto, possono consumare 1, 10, 100, 1000, a seconda dell'ambiente.
La caldaia cambia poco o niente, se non in termini di efficienza dove
una condensazione in determinate condizioni potrebbe produrre più
calore utile consumando meno gas.
I veri parametri da utilizzare sono la temperatura ambiente desiderata
e il tempo per cui la si richiede, la temperatura esterna, estensione e
coibentazione delle pareti perimetrali. Sapendo questi, si potrebbero
fare alcune approssimazioni, ma i dati della caldaia e dei radiatori
sono irrilevanti. Sarebbe come se tu ci chiedessi di sapere quanto
consuma un'automobile, informandoci che ha quattro ruote ed un volante.

Alberto
Fabbrogiovanni
2013-12-02 08:39:58 UTC
Ma il riscaldamento è un sistema pull, ossia viene 'tirato' dall'ambiente.
La stessa caldaia, gli stessi radiatori, lo stesso impianto, possono
consumare 1, 10, 100, 1000, a seconda dell'ambiente.
Secondo me ci si potrebbe avvicinare a una misurazione non precisa ma
sufficiente a suddividere i consumi a spanne, in fondo sono parenti e si
vogliono bene.

Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
A fine stagione tiriamo su i conti e applichiamo la proporzione fra acqua
transitata e costo totale delle bollette del gas.

Ci sarebbe anche la variabile data dall'uso cucina.
Qui potremmo forfetizzare in base al numero di bocche da sfamare.
--
Fabbrogiovanni
Albe V°
2013-12-02 10:11:32 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Ma il riscaldamento è un sistema pull, ossia viene 'tirato' dall'ambiente.
La stessa caldaia, gli stessi radiatori, lo stesso impianto, possono
consumare 1, 10, 100, 1000, a seconda dell'ambiente.
Secondo me ci si potrebbe avvicinare a una misurazione non precisa ma
sufficiente a suddividere i consumi a spanne, in fondo sono parenti e si
vogliono bene.
Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
A fine stagione tiriamo su i conti e applichiamo la proporzione fra acqua
transitata e costo totale delle bollette del gas.
Sarebbe già una prima indicazione. Che potremmo anche ritenere
precisina a due condizioni:
- che la mandata sia a temperatura prefissata (al contrario ad esempio
di casa mia dove la mandata è più bassa possibile per le necessità
correnti, e quindi può variare anche di decine di gradi da un istante
ad un altro).
- che la pompa si fermi quando non c'è chiamata ossia quando la mandata
si presenta fredda.

Il punto però è che tu parli di misure, ossia di rilevare un dato e poi
usarlo, mentre Giovanni parla di dati di targa. Capisci anche tu (ed è
tutto un dire) che la stessa caldaia, con la stessa potenza, con gli
stessi radiatori, se viene tenuta spenta consuma meno...

Alberto
Fabbrogiovanni
2013-12-02 10:53:27 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
Sarebbe già una prima indicazione. Che potremmo anche ritenere precisina a
- che la mandata sia a temperatura prefissata (al contrario ad esempio di
casa mia dove la mandata è più bassa possibile per le necessità correnti,
e quindi può variare anche di decine di gradi da un istante ad un altro).
- che la pompa si fermi quando non c'è chiamata ossia quando la mandata si
presenta fredda.
Ok, questa aleatorietà, sommata a quella dell'uso cucina e acqua calda
sanitaria porterebbe a un risultato troppo approssimativo.
Quindi, a meno di investire in veri contabilizzatori di calore, secondo me,
rimane la tecnica salomonica: a fine anno prendiamo tutte le bollette del
gas e le dividiamo a metà con un colpo netto di spada.

Probabilmente la cognata sarebbe svantaggiata, ma in fondo le abbiamo dato
in uso gratuito l'appartamento, un minimo di riconoscenza ce la meritiamo:-)
--
Fabbrogiovanni
Cordy
2013-12-02 11:38:32 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Post by Fabbrogiovanni
Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
Sarebbe già una prima indicazione. Che potremmo anche ritenere precisina a
- che la mandata sia a temperatura prefissata (al contrario ad esempio di
casa mia dove la mandata è più bassa possibile per le necessità correnti,
e quindi può variare anche di decine di gradi da un istante ad un altro).
- che la pompa si fermi quando non c'è chiamata ossia quando la mandata si
presenta fredda.
Ok, questa aleatorietà, sommata a quella dell'uso cucina e acqua calda
sanitaria porterebbe a un risultato troppo approssimativo.
Quindi, a meno di investire in veri contabilizzatori di calore, secondo me,
rimane la tecnica salomonica: a fine anno prendiamo tutte le bollette del
gas e le dividiamo a metà con un colpo netto di spada.
Probabilmente la cognata sarebbe svantaggiata, ma in fondo le abbiamo dato
in uso gratuito l'appartamento, un minimo di riconoscenza ce la meritiamo:-)
Aggiungo solo un consiglio. Sul mio cronotermostato BPT c'è la
possibilità di leggere il numero di ore in cui il termostato è su ON.
E' un dato BEN NASCOSTO, cui si accede solo leggendo con attenzione il
manuale, ma l'informazione c'è.
A questo punto, a fini di suddivisione dei consumi, se i 2 termostati al
servizio delle due zone hanno questa possibilità, si potrebbe azzerarli
ad inizio stagione e poi leggerli a fine stagione. Il numero di ore
globale verrà usato come peso in una proporzione per suddividere il
costo del gas da riscaldamento.
Sull'acqua calda sanitaria, l'unica è aggiungere un contatore dell'acqua
erogata in ogni zona, temo.
--
Ciao!
Stefano
giovanni
2013-12-02 22:16:24 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
Sarebbe giᅵ una prima indicazione. Che potremmo anche ritenere precisina a
- che la mandata sia a temperatura prefissata (al contrario ad esempio di
casa mia dove la mandata ᅵ piᅵ bassa possibile per le necessitᅵ correnti,
e quindi puᅵ variare anche di decine di gradi da un istante ad un altro).
- che la pompa si fermi quando non c'ᅵ chiamata ossia quando la mandata si
presenta fredda.
Ok, questa aleatorietᅵ, sommata a quella dell'uso cucina e acqua calda
sanitaria porterebbe a un risultato troppo approssimativo.
Quindi, a meno di investire in veri contabilizzatori di calore, secondo me,
rimane la tecnica salomonica: a fine anno prendiamo tutte le bollette del
gas e le dividiamo a metᅵ con un colpo netto di spada.
Probabilmente la cognata sarebbe svantaggiata, ma in fondo le abbiamo dato
in uso gratuito l'appartamento, un minimo di riconoscenza ce la meritiamo:-)
Aggiungo solo un consiglio. Sul mio cronotermostato BPT c'ᅵ la
possibilitᅵ di leggere il numero di ore in cui il termostato ᅵ su ON.
E' un dato BEN NASCOSTO, cui si accede solo leggendo con attenzione il
manuale, ma l'informazione c'ᅵ.
A questo punto, a fini di suddivisione dei consumi, se i 2 termostati al
servizio delle due zone hanno questa possibilitᅵ, si potrebbe azzerarli
ad inizio stagione e poi leggerli a fine stagione. Il numero di ore
globale verrᅵ usato come peso in una proporzione per suddividere il
costo del gas da riscaldamento.
Sull'acqua calda sanitaria, l'unica ᅵ aggiungere un contatore dell'acqua
erogata in ogni zona, temo.
--
Ciao!
Stefano
Credo che il termostato sia impostato a 20 gradi al max oppure 16 al minimo
giovanni
2013-12-06 07:38:32 UTC
Post by giovanni
Post by Fabbrogiovanni
Potrebbe funzionare se misurassimo l'acqua che transita nelle due zone?
A ogni pompa abbiniamo un contatore da acqua.
Sarebbe giᅵ una prima indicazione. Che potremmo anche ritenere precisina a
- che la mandata sia a temperatura prefissata (al contrario ad esempio di
casa mia dove la mandata ᅵ piᅵ bassa possibile per le necessitᅵ correnti,
e quindi puᅵ variare anche di decine di gradi da un istante ad un altro).
- che la pompa si fermi quando non c'ᅵ chiamata ossia quando la mandata si
presenta fredda.
Ok, questa aleatorietᅵ, sommata a quella dell'uso cucina e acqua calda
sanitaria porterebbe a un risultato troppo approssimativo.
Quindi, a meno di investire in veri contabilizzatori di calore, secondo me,
rimane la tecnica salomonica: a fine anno prendiamo tutte le bollette del
gas e le dividiamo a metᅵ con un colpo netto di spada.
Probabilmente la cognata sarebbe svantaggiata, ma in fondo le abbiamo dato
in uso gratuito l'appartamento, un minimo di riconoscenza ce la meritiamo:-)
Aggiungo solo un consiglio. Sul mio cronotermostato BPT c'ᅵ la
possibilitᅵ di leggere il numero di ore in cui il termostato ᅵ su ON.
E' un dato BEN NASCOSTO, cui si accede solo leggendo con attenzione il
manuale, ma l'informazione c'ᅵ.
A questo punto, a fini di suddivisione dei consumi, se i 2 termostati al
servizio delle due zone hanno questa possibilitᅵ, si potrebbe azzerarli
ad inizio stagione e poi leggerli a fine stagione. Il numero di ore
globale verrᅵ usato come peso in una proporzione per suddividere il
costo del gas da riscaldamento.
Sull'acqua calda sanitaria, l'unica ᅵ aggiungere un contatore dell'acqua
erogata in ogni zona, temo.
--
Ciao!
Stefano
Credo che il termostato sia impostato a 20 gradi al max oppure 16 al minimo
giovanni
2013-12-02 22:14:16 UTC
Post by Albe V°
Post by l***@gmail.com
Salve, saluto tutti gli utenti del gruppo.
Ho letto i post precedenti, che trovo molto interessanti, ma data la mia
ignoranza in materia: non riesco ad adattarli alle mie necessità. Vi sarei
grato quindi se mi aiutaste a risolvere il mio problema: Ho dato in uso
gratuito una porzione di fabbricato a mia cognata, vorrei che contribuisse
alle spese di riscaldamento in base all’utilizzo che ne fa. Considerato che i
locali in uso da lei sono praticamente indipendenti: c’è un termostato
dedicato collegato a una pompa specifica per il riscaldamento di quell’area.
Sulla pompa avevo intenzione di mettere un conta ore in modo da vedere
quanto tempo resti acceso il riscaldamento. Vorrei calcolare il costo orario
di consumo di Gas metano usato per riscaldare questa area, sapendo che
l’energia erogata dai termosifoni è di 3900 w , la caldaia è una 28 kw dell’
Imergas non a condensazione.
Non si può dire niente.
Tu parli della caldaia, della potenza (non energia) dei radiatori,
della caldaia e della sua potenza.
Ma il riscaldamento è un sistema pull, ossia viene 'tirato'
dall'ambiente. La stessa caldaia, gli stessi radiatori, lo stesso
impianto, possono consumare 1, 10, 100, 1000, a seconda dell'ambiente.
La caldaia cambia poco o niente, se non in termini di efficienza dove
una condensazione in determinate condizioni potrebbe produrre più
calore utile consumando meno gas.
I veri parametri da utilizzare sono la temperatura ambiente desiderata
e il tempo per cui la si richiede, la temperatura esterna, estensione e
coibentazione delle pareti perimetrali. Sapendo questi, si potrebbero
fare alcune approssimazioni, ma i dati della caldaia e dei radiatori
sono irrilevanti. Sarebbe come se tu ci chiedessi di sapere quanto
consuma un'automobile, informandoci che ha quattro ruote ed un volante.
Alberto
Ciao Alberto se può essere utile è una casa di recente costruzione ha 9 anni in poroton da 30 con tetto coibentato con 6 cmm di polistirene e le finestre con vetro camera e pwc. L'impianto ha una caldaia unica di tipo solo riscaldamento con 2 pompe una per ogni ambiente, è il termostato che fa girare la pompa e quindi passare l'acqua calda nell' impianto. Se il termostato fosse settato sui 20 gradi sarebbe più facile fare questo calcolo? Non voglio un calcolo precisissimo, non mi voglio arricchire, ma almeno un contributo adeguato.... ;)
Grazie
primula
2013-12-02 08:38:56 UTC
Post by l***@gmail.com
Salve, saluto tutti gli utenti del gruppo.
Ho letto i post precedenti, che trovo molto interessanti, ma data la mia ignoranza in materia: non riesco ad adattarli alle mie necessità.
Ho dato in uso gratuito una porzione di fabbricato a mia cognata, vorrei che contribuisse alle spese di riscaldamento in base all’utilizzo che ne fa.
Considerato che i locali in uso da lei sono praticamente indipendenti: c’è un termostato dedicato collegato a una pompa specifica per il riscaldamento di quell’area.
Sulla pompa avevo intenzione di mettere un conta ore in modo da vedere quanto tempo resti acceso il riscaldamento.
Vorrei calcolare il costo orario di consumo di Gas metano usato per riscaldare questa area, sapendo che l’energia erogata dai termosifoni è di 3900 w , la caldaia è una 28 kw dell’ Imergas non a condensazione.
Ringrazio anticipatamente Giovanni.
ciao
l'unica è

1 vedere quanto consuma in diciamo 15 minuti a max potenza
quindi calcolare il consumo in una ora
2 misurare il tempo che è accesa la caldaia.
e trovare i M cubi di gas consumati

ciao primula
utente@esempio.net
2013-12-02 09:36:18 UTC
Post by primula
1 vedere quanto consuma in diciamo 15 minuti a max potenza
quindi calcolare il consumo in una ora
ah....

ma guarda che se fai una cosa simile.. .veramente...e la provi....
poi chiudi il contatore... ne :)

per esempio , cambia di ora o quarto d''ora di mattina,
di pomeriggio o sera
cambia da giorno a giorno...
e cambia .... se fai 15 minuti di fiamma + caffe...

e 15 minuti di sola fimmaa stessa ora giorno mese
e poi sommi
e un caffe solo caffe stessa ora fiamma stessa ora giorno e mese...

e li diventa lampante.... la conta ....
27x1 = 29
3x9 = 27
Post by primula
2 misurare il tempo che è accesa la caldaia.
qui primula... ti chiederei un parere.. .perche so che
saresti capace... esiste un qualcosa... da mettere , a
livello di contatore elettrico... che da mettere
nel quadtro caldaia contare il consumo di corrente
o le accensioni ? un qualcosa .... altrimenti una schedina
da mettere ai piedini della caldaia che con un programmino
conti e implementi la caldaia di partenz priva che fosse
di contatori ?

ciao

mario
f***@gmail.com
2013-12-15 22:12:27 UTC
Post by "e" <eòtin.it>
Buongiorno
come faccio a sapere quanti metri cubi di metano consuma una caldaia
Immergas eolo extra 24kw che funziona ad esempio ininterrottamente per 5 ore
?
Sapendo il costo al metro cubo e il consuma ad ora potrei sapere quanto
spendo in un giorno sapendo mediamente che al caldaia e' in funzione 5 ore
al giorno
In maniera empirica potrei guardare il contatore ma c'e'una funzione per il
calcolo ?
Grazie
Stefano
Io uso il controllo giornaliero. La mia Baxi 31 KW per 6 ore consuma 12/13 M3 di Metano. La regolo nella posizione "confort" vale a dire metà potenza con la manopola a metà
Albe V°
2013-12-16 08:32:25 UTC
Post by f***@gmail.com
Io uso il controllo giornaliero. La mia Baxi 31 KW per 6 ore consuma 12/13 M3
di Metano. La regolo nella posizione "confort" vale a dire metà potenza con
la manopola a metà
Ma non è "la tua caldaia Baxi" ad avere quel consumo.
E' il tuo impianto, di cui la caldaia è un elemento quasi trascurabile.
Il riscaldamento è un sistema pull, è l'ambiente che chiama calore.
Se con quella caldaia devi scaldare una stanza coibentata con un metro
di pannelli isolanti, consumi un centesimo di quel valore.
Se con quella stessa caldaia devi scaldare una serra in vetro in alta
montagna, consumi cento volte quel valore.

Alberto