(troppo vecchio per rispondere)
vendere appartamento senza certificazioni
Appiedato
2010-09-28 08:23:15 UTC
Salve a tutti.



Dovendo vendere la casa di un anziano parente deceduto da anni e rimasta
sfitta, è proprio obbligatorio fornire le varie certificazioni
all'acquirente?





La casa (appartamento) è degli anni '60. L'impianto elettrico è quello
dell'anno di costruzione (a parte il salvavita, un paio di prese e la terra
portata solo in cucina e in bagno, una quindicina di anni fa, ma senza che
fosse rilasciata dichiarazione visto che il resto era vecchio e ormai fuori
norma).

L'impianto del gas è degli anni '60 ma è come se non ci fosse: sempre una
quindicina di anni fa fu staccato il contatore ed installato un boiler
elettrico al posto della caldaia e piastre elettriche al posto dei fornelli,
proprio per evitare agli anziani abitanti i rischi connessi al gas.



Della certificazione energetica meglio non parlarne neanche, una palazzina
degli anni '60 con pareti sottilissime, finestre fatiscenti vecchie di
cinquanta anni con vetro singolo e sottilissimo... per dichiarare che la
classe energetica è la peggiore in assoluto basto e avanzo io (che non ho
nessuna competenza in merito).



La casa però è in una buona zona, dotata di box privato (una rarità) e di
conseguenza abbastanza appetibile (anche se il prezzo di vendita sarà per
forza basso).



Ovviamente per essere messa a norma andrebbe completamente ristrutturata,
magari con pannelli isolanti all'interno dei muri perimetrali, finestre
moderne ad alto isolamento, controsoffitto isolante e impianti rifatti da
zero.

E ovviamente sarebbe inutile e assurdo affrontare tali ristrutturazioni
prima di vendere la casa, ci penserà il nuovo proprietario a ristrutturare
tutto come piace a LUI.

Sarebbe assurdo anche solo far mettere a norma gli impianti prima della
vendita, dato che l'appartamento verrebbe sventrato poco dopo l'acquisto.







A questo punto la domanda è, COME SI FA A VENDERE UN APPARTAMENTO SENZA
ALCUNA CERTIFICAZIONE?



Grazie a tutti























P.s.

Chi vuole tolga il crosspost
Fabbrogiovanni
2010-09-28 07:38:50 UTC
"Appiedato" <rispondisul
Post by Appiedato
A questo punto la domanda è, COME SI FA A VENDERE UN APPARTAMENTO SENZA
ALCUNA CERTIFICAZIONE?
Vedi argomento recentissimo, è di ieri, con oggetto:
"acquisto casa senza certificati?"

Stiamo trattando per arrivare a un accordo:-)
--
Fabbrogiovanni
elena
2010-09-28 07:39:24 UTC
"Appiedato" <rispondisul
Post by Appiedato
A questo punto la domanda è, COME SI FA A VENDERE UN APPARTAMENTO SENZA
ALCUNA CERTIFICAZIONE?
si corrompe un notaio
Ma ad una cifra molto superiore di quella necessaria alle ristrutturazioni

E si abbassa il prezzo di vendita perche' l' acquirente avra' una casa non a
norma ed a sua volta dovra' provvedere
--
E.
Cordy
2010-09-28 08:19:34 UTC
Post by Appiedato
Chi vuole tolga il crosspost
OCCHIO AL X-POST. Dato il tipo d'argomento, il modo d'esposizione,
l'ampia spaziatura verticale ed il X-POST, ucci, ucci...
--
Il futuro mostrerà in quale mondo stiamo vivendo - (K. Chenkin)
Albe V°
2010-09-28 08:40:24 UTC
Post by Cordy
Post by Appiedato
Chi vuole tolga il crosspost
OCCHIO AL X-POST. Dato il tipo d'argomento, il modo d'esposizione,
l'ampia spaziatura verticale ed il X-POST, ucci, ucci...
E grazie a MesNews che mi evidenzia i post col XPost con l'apposita
iconcina, così non li apro neanche e pedalare...

Alberto
fra
2010-09-28 09:14:50 UTC
esattamente, quali certificazioni servono per vendere?
ho appena ristrutturato tutto, rifacendo gli impianti, per cui ho in
mano la certificazione dell'impianto elettrico e quella energetica.
L'impianto a gas non c'e'. Va bene cosi' o ci vuole anche una
certificazione dell'impianto idraulico? L'impresa che mi ha fatto i
lavori sostiene di no, che esiste solo una certificazione impianto
idraullico+gas e che se il gas non c'e' l'impianto idraulico da solo
non va certificato. E' corretto?
repo
2010-09-28 10:27:05 UTC
Post by fra
esattamente, quali certificazioni servono per vendere?
ho appena ristrutturato tutto, rifacendo gli impianti, per cui ho in
mano la certificazione dell'impianto elettrico e quella energetica.
L'impianto a gas non c'e'. Va bene cosi' o ci vuole anche una
certificazione dell'impianto idraulico? L'impresa che mi ha fatto i
lavori sostiene di no, che esiste solo una certificazione impianto
idraullico+gas e che se il gas non c'e' l'impianto idraulico da solo
non va certificato. E' corretto?
Io ho appena ristrutturato, l'idraulico mi ha fornito due certificazioni,
una per l'impianto gas, una per quello idraulico.

repo
Appiedato
2010-09-28 10:41:34 UTC
Post by Albe V°
Post by Cordy
Post by Appiedato
Chi vuole tolga il crosspost
OCCHIO AL X-POST. Dato il tipo d'argomento, il modo d'esposizione,
l'ampia spaziatura verticale ed il X-POST, ucci, ucci...
E grazie a MesNews che mi evidenzia i post col XPost con l'apposita
iconcina, così non li apro neanche e pedalare...
hiiii 'saccerato!
Fabbrogiovanni
2010-09-28 09:54:44 UTC
Post by Cordy
OCCHIO AL X-POST. Dato il tipo d'argomento, il modo d'esposizione,
l'ampia spaziatura verticale ed il X-POST, ucci, ucci...
Non ci avevo proprio fatto caso, grazie per la segnalazione.
--
Fabbrogiovanni
tinô
2010-09-28 10:13:39 UTC
secondo me (eheh) si vende nello stato nel quale e', ad un prezzo adeguato
allo stato, l'acquirente al 99% ristruttura comunque e allora si fara
rilasciare la certificazione.
--
"Se i vicini fan schiamazzi chiama Olindo e Rosa Bazzi!"
Post by Fabbrogiovanni
"Appiedato" <rispondisul
Post by Appiedato
A questo punto la domanda è, COME SI FA A VENDERE UN APPARTAMENTO SENZA
ALCUNA CERTIFICAZIONE?
si corrompe un notaio
Ma ad una cifra molto superiore di quella necessaria alle ristrutturazioni
E si abbassa il prezzo di vendita perche' l' acquirente avra' una casa non a
norma ed a sua volta dovra' provvedere
--
E.
federico
2010-09-28 11:01:28 UTC
 > esattamente, quali certificazioni servono per vendere?
Post by fra
ho appena ristrutturato tutto, rifacendo gli impianti, per cui ho in
mano la certificazione dell'impianto elettrico e quella energetica.
L'impianto a gas non c'e'. Va bene cosi' o ci vuole anche una
certificazione dell'impianto idraulico? L'impresa che mi ha fatto i
lavori sostiene di no, che esiste solo una certificazione impianto
idraullico+gas e che se il gas non c'e' l'impianto idraulico da solo
non va certificato. E' corretto?
Io ho appena ristrutturato, l'idraulico mi ha fornito due certificazioni,
una per l'impianto gas, una per quello idraulico.
repo
fra
2010-09-28 11:24:00 UTC
 > esattamente, quali certificazioni servono per vendere?
Post by fra
ho appena ristrutturato tutto, rifacendo gli impianti, per cui ho in
mano la certificazione dell'impianto elettrico e quella energetica.
L'impianto a gas non c'e'. Va bene cosi' o ci vuole anche una
certificazione dell'impianto idraulico? L'impresa che mi ha fatto i
lavori sostiene di no, che esiste solo una certificazione impianto
idraullico+gas e che se il gas non c'e' l'impianto idraulico da solo
non va certificato. E' corretto?
Io ho appena ristrutturato, l'idraulico mi ha fornito due certificazioni,
una per l'impianto gas, una per quello idraulico.
repo
non e' che potresti darmi qualche riferimento del modulo della
certificazione idraulica? e' tipo quello dell'impianto elettrico che
segue un form che credo si ritiri alla camera di commercio?
l'idraulico dell'impresa sostiene che a lui non risulta che esista ma
che se gli facevo vedere un modulo-template me lo avrebbe rilasciato
(vabbe', non commento ...)
SilverLeo
2010-09-28 12:03:24 UTC
Appiedato <rispondisul
Post by Appiedato
Dovendo vendere la casa di un anziano parente deceduto da anni e rimasta
sfitta, è proprio obbligatorio fornire le varie certificazioni
all'acquirente?
L'unica cosa obbligastoria è la certificazione energetica, dove un
tecnico deve solo prendere atto della situazione, calcolare le
dispersioni e produrre dichiarazione scritta. Presumibilmente
l'appartamento sarà certificato in classe F (=come una baracca di
lamiera), parcella di 200 euro e fine.
Per gli impianti, non ci sono obblighi. Il venditore deve sapere che gli
impianti non sono a norma, il notaio lo deve scrivere sul rogito,
aggiungendo che la cosa è stata tenuta in conto nella determinazione del
prezzo di vendita, e fine.
SilverLeo
2010-09-28 12:06:13 UTC
Post by Cordy
OCCHIO AL X-POST. Dato il tipo d'argomento, il modo d'esposizione,
l'ampia spaziatura verticale ed il X-POST, ucci, ucci...
Scusate l'OT, ma qual'è il problema del cross post? Personalmente non lo
faccio perchè non so nemmeno come si faccia, ma quale rischio/danno
comporta?
Oppure è solo una questione di maleducazione (anche se non capisco lo
sgarbo)?
H.S.
2010-09-28 12:35:54 UTC
Post by SilverLeo
Appiedato <rispondisul
Post by Appiedato
Dovendo vendere la casa di un anziano parente deceduto da anni e
rimasta
Post by Appiedato
sfitta, è proprio obbligatorio fornire le varie certificazioni
all'acquirente?
L'unica cosa obbligastoria è la certificazione energetica, dove un
tecnico deve solo prendere atto della situazione, calcolare le
dispersioni e produrre dichiarazione scritta. Presumibilmente
l'appartamento sarà certificato in classe F (=come una baracca di
lamiera), parcella di 200 euro e fine.
Per gli impianti, non ci sono obblighi. Il venditore deve sapere che gli
impianti non sono a norma, il notaio lo deve scrivere sul rogito,
aggiungendo che la cosa è stata tenuta in conto nella determinazione del
prezzo di vendita, e fine.
a me risulta che i certificati siano obbligatori (L.10/96) a
responsabilita' del proprietario legale rappresentante, infatti gli
amministratori di condominio hanno fatto adeguare le parti comuni arrivando
fino alla porta dei singoli alloggi, oltra la quale e' responsabile il
proprietario. Che non ci siano controlli comunali e' dovuto alla mole di
lavoro che richiederebbe, quindi il compito e' demandato al legale
rappresentante.
Che poi nel rogito non sia previsto di allegare questi certificati e'
stata, imho, una scelta corporativa, in modo da non far diminuire
notevolmente le compravendite, ma che poi non ci siano responsabilita' e'
un aspetto che potrebbe dare origine a cause legali, imho.
H.S.
2010-09-28 12:48:45 UTC
Post by H.S.
a me risulta che i certificati siano obbligatori (L.10/96) a
ops..., L.46/90.
Cordy
2010-09-28 13:17:03 UTC
Post by SilverLeo
Scusate l'OT, ma qual'è il problema del cross post?
http://bertola.eu/usenet/faq/testi/crosspost.txt
--
Il futuro mostrerà in quale mondo stiamo vivendo - (K. Chenkin)
Cordy
2010-09-28 13:22:30 UTC
Post by H.S.
Post by H.S.
a me risulta che i certificati siano obbligatori (L.10/96) a
ops..., L.46/90.
Che io ricordi si applica ad immobili nuovi. Peraltro il circuito
elettrico è dal... 70? 73? boh... che richiedeva una sorta di mini-
certificazione. Già la casa dei miei (fine costruzione nel '70) lo
prevedeva. Assieme ad impianto di messa a terra ed interruttore
differenziale (di cui è solo cambiata la sensibilità qualche anno dopo).
E stiamo parlando di un impianto realizzato con cavi rigidi...
--
Il futuro mostrerà in quale mondo stiamo vivendo - (K. Chenkin)
Fabbrogiovanni
2010-09-28 13:25:14 UTC
Scusate l'OT, ma qual' il problema del cross post? Personalmente non lo
faccio perch non so nemmeno come si faccia, ma quale rischio/danno
comporta?
Oppure solo una questione di maleducazione (anche se non capisco lo
sgarbo)?
Hai presente quando vai a pescare?
(magari non ci vai, fai uno sforzo e vestiti da pescatore:-)

Se alla canna ci attacchi un amo prendi un pesce, se di ami ce ne metti
tanti prenderai tanti pesci.
Ora spoglia i panni del pescatore e indossa queli di un troll, cambia la
professione ma lo scopo è sempre quello, far abboccare più "pesci"
possibili:-)
--
Fabbrogiovanni
Appiedato
2010-09-28 14:48:47 UTC
Post by Fabbrogiovanni
Scusate l'OT, ma qual' il problema del cross post? Personalmente non lo
faccio perch non so nemmeno come si faccia, ma quale rischio/danno
comporta?
Oppure solo una questione di maleducazione (anche se non capisco lo
sgarbo)?
Hai presente quando vai a pescare?
(magari non ci vai, fai uno sforzo e vestiti da pescatore:-)
Se alla canna ci attacchi un amo prendi un pesce, se di ami ce ne metti
tanti prenderai tanti pesci.
Ora spoglia i panni del pescatore e indossa queli di un troll, cambia la
professione ma lo scopo è sempre quello, far abboccare più "pesci"
possibili:-)
si, beh, non è il mio caso, lo scopo è quello di ottenere più risposte
possibili, nei tre Ng che mi sono sembrati più in topic.

e sinceramente ormai che gli hard disk sono veloci e capienti(e che anche le
più scrause connessioni mobili hanno velocità degne di una vecchia ADSL)
credo che il crosspost non dia più fastidio praticamente a nessuno (se non
perchè vista come cosa poco educata.... ma per motivi ormai superati)
tantopiù che a scanso di equivoci lo ho pure segnalato.
insomma, per me il crosspost(segnalato) al giorno d'oggi è una maleducazione
grave tanto quanto lo è appoggiare i gomiti sul tavolo mentre si cena/pranza
in compagnia. le vecchie consuetudini vieterebbero di farlo,ma io non ci
vedo nulla di male(anche se c'è qualcuno a cui da' ancora
fastidio,legittimamente. ognuno ha le proprie sensibilità...

..o sbaglio?

ad ogni modo chiedo se ho dato fastidio a qualcuno.

Pagina Successiva >
Pagina 1 di 3