(troppo vecchio per rispondere)
Lavatrice , il motore (AC) fa saltare il salvavita.
JA
2008-05-03 15:10:33 UTC
Buonasera amici, sto' riparando la lavatrice di mia nonna.
una vecchia miele degli anni 80 , costriuta in maniera incredibile e molto
solida.
Dopo tutti i tentativi mi sono accorto che il motore, in alternata , fa
saltare il differenziale.
Poiche se la accendo con il motore attaccato salta, se scollego il motore ,
che e' dotato di un pratico connettore , salta il differenziale.
Ho provato a scollegare il condensatore da 16uF , ma salta ugualmente.
Come mi consigliate di procedere?
Il connettore ha molti fili, credo per regolare la velocita' di rotazione,
ogni filo corrisponde ad un avvolgimento diverso, forse posso provare ad
estrarre i fili e vedere quale avvolgimento salta?
Attendo i vostri preziosi consigli.
Grazie.
VitT
2008-05-03 15:04:04 UTC
Post by JA
Dopo tutti i tentativi mi sono accorto che il motore, in alternata , fa
saltare il differenziale.
Sei sicuro che dipenda dal motore?
Post by JA
Poiche se la accendo con il motore attaccato salta, se scollego il motore
, che e' dotato di un pratico connettore , salta il differenziale.
Quindi non dipende dal motore
Post by JA
Ho provato a scollegare il condensatore da 16uF , ma salta ugualmente.
Come mi consigliate di procedere?
Il connettore ha molti fili, credo per regolare la velocita' di rotazione,
ogni filo corrisponde ad un avvolgimento diverso, forse posso provare ad
estrarre i fili e vedere quale avvolgimento salta?
Se scollegando il motore non salta il differenziale, il colpevole è lui.
Però dubito che si riesca a mettere le mani all'interno degli avvolgimenti
del motore in fai-da-te.
Chiarisci meglio quello che hai scritto.
VitT
kfm
2008-05-03 16:15:03 UTC
Post by JA
Poiche se la accendo con il motore attaccato salta, se scollego il motore ,
che e' dotato di un pratico connettore , salta il differenziale.
in tutti e 2 casi salta . ma cosa salta ?
col motore il magnetotermico e senza motore differenziale ?
come andiamo con la resistenza scaldaacqua ?
se corrosa va a massa e li il differenziale salta , controlla che non sia
quella.
JA
2008-05-03 17:09:56 UTC
Allora dopo numerose prove, e dopo avere smontato tutto lo smontabile , pare
che staccando integralmente, fase e neutro della resistenza non salta piu'
la corrente.
Accadeva una cosa strana scollegando solo la fase della resistenza, se
inserivo la spina nella presa di corrente in un verso saltava sempre e
continuamente il salvavita, se la inserivo nell'altro verso saltava il
salvavita solo quando armavo la resistenza!, tramite il termostato della
lavatrice!
Ora la ho esclusa ed il motore centrifuga e cammina in tutti e due i versi.
La lavatrice ha due resistenze infondo al cestello , delle quali una non era
collegata, a questo punto penso di provare a fare un ciclo di lavaggio senza
attaccare nulla, ed una volta verificato che non salta piu' la corrente
provero' ad attaccare la resistenza inutilizzata!
Che ne dite?
Post by kfm
Post by JA
Poiche se la accendo con il motore attaccato salta, se scollego il motore
,
Post by JA
che e' dotato di un pratico connettore , salta il differenziale.
in tutti e 2 casi salta . ma cosa salta ?
col motore il magnetotermico e senza motore differenziale ?
come andiamo con la resistenza scaldaacqua ?
se corrosa va a massa e li il differenziale salta , controlla che non sia
quella.
kfm
2008-05-03 18:37:58 UTC
Post by JA
provero' ad attaccare la resistenza inutilizzata!
Che ne dite?
prova , non serve un ciclo completo , fai andare il tutto 5 minuti .
poi smonta la resistenza e vai a prenderne una nuova con al massimo 15-20
euro .
la sostituisci e tutto torna nuovo.
per le 2 resistenze che ha la tua lavatrice , non saprei dirti perche ne ha
2 e 1 e staccata , non ho mai visto un modello simile
JA
2008-05-03 19:17:11 UTC
Post by kfm
prova , non serve un ciclo completo , fai andare il tutto 5 minuti .
poi smonta la resistenza e vai a prenderne una nuova con al massimo 15-20
euro .
Ne ha due per la maniera fantastica in cui e' costruita, o 1600 o 3200 watt,
quindi o una o tutte e due le resistenze! Evidentemente avevano previsto uso
in luoghi dove il clima e quindi l'acqua e' piu' fredda!
Ho scambiato le resistenze ed ora funziona come un gioiello!
RLDeboni
2008-05-04 02:07:29 UTC
Post by JA
Buonasera amici, sto' riparando la lavatrice di mia nonna.
una vecchia miele degli anni 80 , costriuta in maniera incredibile e molto
solida.
Colgo l'occasione per precisare che anche la modesta, una volta le
lavatrici le costruiva perche' durassero. Acquistata una 603P oltre 20
anni fa, ancora funziona. L'unico problema: la mascherina che si e'
ormai sbriciolata (plastica fragile ?). Ma ha solo una funzione estetica.
Le riparazioni fatte in questi venticinque anni sono:
1) dopo i primi mesi cambiata la guaina che collega l'oblo al cestello
(difetto di fabbrica ?);
2) ogni tanto ho nastrato il tubo di scarico (quello che collega la
lavatrice alla fognatura), e per tre volte l'ho dovuto cambiare;
3) una volta ho dovuto cambiare il tratto di tubo di scarico che va da'
dalla pompa all'attacco dello tubo di scarico finale (un lavoraccio ...);
4) una volta ho dovuto cambiare il vetro dell'oblo (frantumato a seguito
di una botta), acquistato per pochi euro un'oblo di recupero da
un'installatore;

Mi sorprende la durata delle tubazioni interne.
Inoltre la resistenza e' sempre la stessa. Tra parentesi, dopo ogni
lavaggio, nel filtro, trovo qualche pezzo di calcare che pare ricalcare
la superficie di un tubo di circa 8 mm di diametro. Pare che la
resistenza sia autoscrostante.

E' diventata un po' rumorosa, ma non ci sono giochi (i cuscinetti
sembrano indistruttibili).
La lavatrice ha subito 3 traslochi ed i primi anni faceva anche tre
cicli alla settimana (appartamento con cinque studenti :-), poi passato
al ciclo settimanale.

Osservo che il primo risparmio di energia si ha evitando il costo
energetico della costruzione di una lavatrice ... oggi, alla luce del
problema energia, si dovrebbe rivedere questa moda degli ultimi decenni
di avere tutto nuovo (come se la lavatrice si tenesse in salotto !!!),
tutto bello, tutto lustro ... ci devono essere altri modi per tenere in
moto l'economia, senza acquistare in continuazione beni fisici, specie
se richiedono, oltre ad energia, anche alluminio, ferro, rame e
plastica, tutte materie prime che non sono illimitate.
Post by JA
Dopo tutti i tentativi mi sono accorto che il motore, in alternata , fa
saltare il differenziale.
Nella mia esperienza, l'elettromeccanica non si guasta, in genere
soppravvive tutte le altre parti dell'elettrodomestico.

R.L.Deboni
RLDeboni
2008-05-04 02:08:57 UTC
Post by RLDeboni
Post by JA
Buonasera amici, sto' riparando la lavatrice di mia nonna.
una vecchia miele degli anni 80 , costriuta in maniera incredibile e
molto solida.
Colgo l'occasione per precisare che anche la modesta, una volta le
lavatrici le costruiva perche' durassero. Acquistata una 603P oltre 20
Ops ... manca la marca :-)

Colgo l'occasione per precisare che anche la modesta Candy, una volta le
lavatrici le costruiva perche' durassero. Acquistata una 603P oltre 20

un Gremlin ... bho ... :-)
kfm
2008-05-04 08:27:51 UTC
Post by RLDeboni
Colgo l'occasione per precisare che anche la modesta Candy, una volta le
lavatrici le costruiva perche' durassero. Acquistata una 603P oltre 20
un Gremlin ... bho ... :-)
tuuti una volta costruivano prodotti fatti per durare.
oggi con la scusa del risparmio energetico tutti mettono sul mercato
prodotti che in teoria consumano meno , ma l'energia spesa per costruire e
per smaltire il prodotto vecchio nessuno la mette in conto e ci ritroviamo
il mondo pieno di immondizia .
oggi ti danno 4- 5 anni di granzia ,e il manufatto , qualunque esso sia ti
dura tanto quanto la garanzia , se poi e qualcosina in piu vuol dire che
l'ingegnere che lo ha progettato ha sbagliato i calcoli.
Il Russo
2008-05-04 09:37:07 UTC
Post by kfm
Post by RLDeboni
Colgo l'occasione per precisare che anche la modesta Candy, una
volta le lavatrici le costruiva perche' durassero. Acquistata una
603P oltre 20
un Gremlin ... bho ... :-)
tuuti una volta costruivano prodotti fatti per durare.
oggi con la scusa del risparmio energetico tutti mettono sul mercato
prodotti che in teoria consumano meno , ma l'energia spesa per
costruire e per smaltire il prodotto vecchio nessuno la mette in
conto e ci ritroviamo il mondo pieno di immondizia .
oggi ti danno 4- 5 anni di granzia ,e il manufatto , qualunque esso
sia ti dura tanto quanto la garanzia , se poi e qualcosina in piu
vuol dire che l'ingegnere che lo ha progettato ha sbagliato i calcoli.
... le aziende producono quel che la gente acquista ...

... la "massa" cerca prodotti "in tripla classe A che costino poco" e le
aziende la accontenta ...

... complici riviste come altroconsumo che "misurano" le caratteristiche
"sul momento" e non verificano assolutamente dati come affidabilità, durata,
servizio assistenza post-vendita ...
kfm
2008-05-04 10:42:51 UTC
Post by Il Russo
... le aziende producono quel che la gente acquista ...
la gente acquista quello che il mercato propone , e non il contrario, siamo
costretti a comprare quello che il mercato ci propone perche altro non
trovi, e non e una questione di soldi , la filosofia e quella di produrre
tanto a poco prezzo ( per il costruttore) e fare in modo che duri poco cosi
ne puo produrre ancora , logico che i consumatori fanno parte di questa
catena , ma siamo indotti a farlo anche inconsciamente , dalla curiosita
innata dell'uomo e dalla pubblicita martellante che promette miracoli .
Il Russo
2008-05-04 10:00:53 UTC
Post by kfm
Post by Il Russo
... le aziende producono quel che la gente acquista ...
la gente acquista quello che il mercato propone , e non il contrario,
LOL
Post by kfm
siamo costretti a comprare quello che il mercato ci propone perche
altro non trovi, e non e una questione di soldi , la filosofia e
quella di produrre tanto a poco prezzo ( per il costruttore) e fare
in modo che duri poco cosi ne puo produrre ancora , logico che i
consumatori fanno parte di questa catena,
... sono gli attori principali ...

... se la massa smettesse di botto di acquistare i "primi prezzi" e
ricominciasse ad utilizzare la logica dei nostri nonni del "chi più spende
meno spende", vedresti come cambierebbero rotta velocemente, le aziende ...
Post by kfm
ma siamo indotti a farlo
anche inconsciamente , dalla curiosita innata dell'uomo e dalla
pubblicita martellante che promette miracoli .
... ecco ... questo anche ...
RLDeboni
2008-05-04 13:58:49 UTC
Post by kfm
Post by Il Russo
... le aziende producono quel che la gente acquista ...
la gente acquista quello che il mercato propone , e non il contrario,
Fanno anche mercato tutti quei clienti che vogliono cambiare la
lavatrice solo perche' e' "vecchia e brutta" anche se svolge ugualmente
il suo onorato servizio.

Quando le signore benestanti (le consorti di una bella fetta di
lavoratori dipendenti) guardano piu' all'estetica che alla durata, gli
industriali "recepiscono".

Io la butto, oggi ci sarebbe un potenziale mercato di "lavatrici
refurbished" (cioe' revisionate) per persone sensibili al problema
recupero degli sprechi. Installatori capaci potrebbero recuperare le
lavatrici vecchie, ed invece di portarle in discarica, "rifare" la
facciata, ovvero il pannello comandi. Mi domando se con questo piangere
dei prezzi salati si trovano poi clienti ... [se non si trovassero, vuol
dire che poi questa crisi tanta non c'e' ...].

Notare che la lavatrice in oggetto mi e' costata meno di molti altri
modelli dell'epoca (Candy era considerata una "economica"). Percio'
certi soluzioni tecnologiche che portano alla "durata" evidentemente non
costano piu' di tanto. Del resto le componenti di base sono di per se
durature (motori elettrici, cestello d'acciaio, cuscinetti a sfere,
etc.) Notare che, ad esempio, i tubi di scarico sono l'anello debole, ma
la loro sostituzione non richiede neanche di "aprire" la lavatrice.
A tale proposito, anche i condensatori devono essere stati
sovradimensionati (saranno da 750V ?) perche' non si sono ancora
(tocchiamo ferro ... :-) guastati.

A proposito, non sono ancora riuscito a capire in cosa si differenzia
una lavatrice AA+ da una lavatrice normale ... a parte le lavatrici con
imbocco apposito per l'acqua calda di provenienza esterna (pannelli
solari ? ;-).

Ed ora scusatemi, che devo svuotare la lavatrice e stendere il bucato
;-) ...

R.L.Deboni
Il Russo
2008-05-05 06:57:33 UTC
Post by RLDeboni
Post by kfm
Post by Il Russo
... le aziende producono quel che la gente acquista ...
la gente acquista quello che il mercato propone , e non il contrario,
Fanno anche mercato tutti quei clienti che vogliono cambiare la
lavatrice solo perche' e' "vecchia e brutta" anche se svolge
ugualmente il suo onorato servizio.
... di solito la scusa è sempre un guasto ... magari minimo ... però,
piuttosto che tentare una riparazione, anche economica, molti preferiscono
optare per un acquisto ... la frase tipica: "piuttosto che spendere 100 euro
per riparare la vecchia, ne spendo 150 per un nuova" ... che suonerebbe più
o meno "piuttosto che spendere 4mila euro per riparare la mia ferrari, ne
spendo 6mila per prenderne una nuova" ...
Post by RLDeboni
Quando le signore benestanti (le consorti di una bella fetta di
lavoratori dipendenti) guardano piu' all'estetica che alla durata, gli
industriali "recepiscono".
... leva pure l'aggettivo "benestanti" ...
Post by RLDeboni
Io la butto, oggi ci sarebbe un potenziale mercato di "lavatrici
refurbished" (cioe' revisionate) per persone sensibili al problema
recupero degli sprechi. Installatori capaci potrebbero recuperare le
lavatrici vecchie, ed invece di portarle in discarica, "rifare" la
facciata, ovvero il pannello comandi.
... un discorso del genere si potrebbe fare solamente con prodotti di fascia
alta ... dei quali si trovano ancora parti di ricambio ...
... ma un'operazione di "risistemazione", con garanzia, credi che verrebbe a
costare molto meno dei 150 euro di una nuova lavatrice di fascia bassa? ...
e credi che sia facile far capire che spendere 150 euro su una lavatrice
vecchia ma garantita è meglio che spendere 150 euro per una lavatrice fatta
chissà dove? ...
Post by RLDeboni
Mi domando se con questo
piangere dei prezzi salati si trovano poi clienti ... [se non si
trovassero, vuol dire che poi questa crisi tanta non c'e' ...].
... la crisi viene abilmente mascherata dalle offerte "compri subito e paghi
a babbo morto" ...
Post by RLDeboni
Notare che la lavatrice in oggetto mi e' costata meno di molti altri
modelli dell'epoca (Candy era considerata una "economica"). Percio'
certi soluzioni tecnologiche che portano alla "durata" evidentemente
non costano piu' di tanto.
... e chi l'ha detto che le intenzioni dei costruttori sono quelle di fare
elettrodomestici "duraturi"? ...
... d'altra parte la storia ha insegnato che produttori "gloriosi" sono
caduti ... e guarda caso proprio nelle mani dei produttori che facevano
prodotti "usa e getta" ...
... dammi retta ... fare prodotti "di qualità" non paga ...
Post by RLDeboni
Del resto le componenti di base sono di
per se durature (motori elettrici, cestello d'acciaio, cuscinetti a
sfere, etc.)
... e infatti proprio su quei componenti si gioca l'affidabilità e la
duratura ... nessun "altroconsumo" ti dirà che la lavatrice tale monta
cuscinetti 6206-2Z ...l'altra i 6202-2Z ... e l'altra ancora monta su
bronzine ...
Post by RLDeboni
Notare che, ad esempio, i tubi di scarico sono l'anello
debole, ma la loro sostituzione non richiede neanche di "aprire" la
lavatrice.
A tale proposito, anche i condensatori devono essere stati
sovradimensionati (saranno da 750V ?) perche' non si sono ancora
(tocchiamo ferro ... :-) guastati.
A proposito, non sono ancora riuscito a capire in cosa si differenzia
una lavatrice AA+ da una lavatrice normale ...
... a parte che una AA+ non esiste ... casomai una A+A ... comunque la prima
lettera riguarda i consumi, la seconda l'efficacia di lavaggio e la terza
l'efficienza della centrifuga ...
RLDeboni
2008-05-05 11:31:50 UTC
Post by Il Russo
... di solito la scusa è sempre un guasto ... magari minimo ... però,
piuttosto che tentare una riparazione, anche economica, molti preferiscono
optare per un acquisto ... la frase tipica: "piuttosto che spendere 100 euro
per riparare la vecchia, ne spendo 150 per un nuova" ... che suonerebbe più
o meno "piuttosto che spendere 4mila euro per riparare la mia ferrari, ne
spendo 6mila per prenderne una nuova" ...
ROTFL :-)
Post by Il Russo
Post by RLDeboni
Quando le signore benestanti (le consorti di una bella fetta di
lavoratori dipendenti) guardano piu' all'estetica che alla durata, gli
industriali "recepiscono".
... leva pure l'aggettivo "benestanti" ...
I lavoratori dipendenti non sono tutti uguali, se guarda la tabelle
ISTAT c'e' una fetta consistente che supera i 3000 euro mensili ... come
li qualificherebbe ? Poveretti (seguendo la tesi di un giornalista che
ha posto la soglia di proverta' per una famiglia a 3500 euro mensili ...
ma si puo ?).
Post by Il Russo
Post by RLDeboni
Io la butto, oggi ci sarebbe un potenziale mercato di "lavatrici
refurbished" (cioe' revisionate) per persone sensibili al problema
recupero degli sprechi. Installatori capaci potrebbero recuperare le
lavatrici vecchie, ed invece di portarle in discarica, "rifare" la
facciata, ovvero il pannello comandi.
... un discorso del genere si potrebbe fare solamente con prodotti di fascia
alta ... dei quali si trovano ancora parti di ricambio ...
... ma un'operazione di "risistemazione", con garanzia, credi che verrebbe a
costare molto meno dei 150 euro di una nuova lavatrice di fascia bassa? ...
e credi che sia facile far capire che spendere 150 euro su una lavatrice
vecchia ma garantita è meglio che spendere 150 euro per una lavatrice fatta
chissà dove? ...
Eh gia'. La generazione yuppie (o come si definisce oggi) ... quando
penso a queste cose mi sento veramente di un'altro secolo.
Post by Il Russo
Post by RLDeboni
Notare che la lavatrice in oggetto mi e' costata meno di molti altri
modelli dell'epoca (Candy era considerata una "economica"). Percio'
certi soluzioni tecnologiche che portano alla "durata" evidentemente
non costano piu' di tanto.
... e chi l'ha detto che le intenzioni dei costruttori sono quelle di fare
elettrodomestici "duraturi"? ...
... d'altra parte la storia ha insegnato che produttori "gloriosi" sono
caduti ... e guarda caso proprio nelle mani dei produttori che facevano
prodotti "usa e getta" ...
... dammi retta ... fare prodotti "di qualità" non paga ...
Questo e' un'altro esempio di "esternalizzazione" degli sprechi
energetici. Una tassa dell'energia SOLO sui prodotti nuovi di fabbrica
potrebbe rimettere le cose sul binario giusto. Visto che la tassa si
paga una volta sola, piu' il prodotto dura, su piu' anni si riparte l'onere.
Post by Il Russo
Post by RLDeboni
Del resto le componenti di base sono di
per se durature (motori elettrici, cestello d'acciaio, cuscinetti a
sfere, etc.)
... e infatti proprio su quei componenti si gioca l'affidabilità e la
duratura ... nessun "altroconsumo" ti dirà che la lavatrice tale monta
cuscinetti 6206-2Z ...l'altra i 6202-2Z ... e l'altra ancora monta su
bronzine ...
Argh! Le tremende bronzine delle ventoline usa e getta dei PC. Non le
useranno anche per le lavatrici ... ? :-(
Post by Il Russo
Post by RLDeboni
Notare che, ad esempio, i tubi di scarico sono l'anello
debole, ma la loro sostituzione non richiede neanche di "aprire" la
lavatrice.
A tale proposito, anche i condensatori devono essere stati
sovradimensionati (saranno da 750V ?) perche' non si sono ancora
(tocchiamo ferro ... :-) guastati.
A proposito, non sono ancora riuscito a capire in cosa si differenzia
una lavatrice AA+ da una lavatrice normale ...
... a parte che una AA+ non esiste ... casomai una A+A ... comunque la prima
lettera riguarda i consumi,
Ovvero riesce a scaldare la stessa quantita' di acqua con meno energia
elettrica ? ;-)
Post by Il Russo
la seconda l'efficacia di lavaggio
???
Post by Il Russo
e la terza
l'efficienza della centrifuga ...
Qui te voio. A mio modesto parere e' una bufala. Si consuma meno energia
a stendere il bucato con qualche goccia di acqua in piu' che usando una
centrifuga che fa 1000 rpm ... ma forse ragiono troppo da ingegnere ;-)

R.L.Deboni