Discussione:
[OT] quesito su usufrutto e iva agevolata 4%
(troppo vecchio per rispondere)
Nomercy
2009-11-18 09:41:01 UTC
Permalink
Salve,
non trovando risposta alcuna su Ng più dedicato lo ripropongo qui,
scusate:

io e mia moglie siamo usufruttuari e abitiamo in una casa al piano
terra in cui dovremmo rifare la tubazione dell'impianto termico con
relativa installazione di caldaia metano.
Il figlio è nudo proprietario di tale abitazione e vive con noi, ma è
proprietario di un appartamento al 1 piano in fase di costruzione
(attualmente allo stato rustico,non abitabile).Per questo appartamento
al 1 piano mio figlio usufruisce dell'agevolazione iva al 4% come prima
casa.
Io usufruttuario che sto per eseguire tali lavori all'impianto termico,
quale aliquota iva la ditta esecutrice dei lavori deve applicarmi?

Faccio presente che io e mia moglie siamo proprietari di un piccolo
appartamento attualmente affittato.


In alternativa se tali lavori li eseguisse mio figlio quale nudo
proprietario, in questo caso sarebbe per lui seconda casa? e quale
aliquota IVA dovrebbe essere applicata?

Grazie
repo
2009-11-18 10:12:02 UTC
Permalink
io e mia moglie siamo usufruttuari e abitiamo in una casa al piano terra
in cui dovremmo rifare la tubazione dell'impianto termico con relativa
installazione di caldaia metano.
Il figlio è nudo proprietario di tale abitazione e vive con noi, ma è
proprietario di un appartamento al 1 piano in fase di costruzione
(attualmente allo stato rustico,non abitabile).Per questo appartamento al
1 piano mio figlio usufruisce dell'agevolazione iva al 4% come prima casa.
Io usufruttuario che sto per eseguire tali lavori all'impianto termico,
quale aliquota iva la ditta esecutrice dei lavori deve applicarmi?
Credo che l'aliquota del 4% si riservata all'acquisto della casa
direttamente dal costruttore.
Per le ristrutturazioni è al 10% o 20% a seconda dei casi.
Vai sul sito dell'agenzia delle entrate e cerca la guida alle detrazioni
fiscali per le ristrutturazioni.

Repo
Cordy
2009-11-18 11:38:55 UTC
Permalink
Post by Nomercy
Salve,
non trovando risposta alcuna su Ng più dedicato lo ripropongo qui,
io e mia moglie siamo usufruttuari e abitiamo in una casa al piano
terra in cui dovremmo rifare la tubazione dell'impianto termico con
relativa installazione di caldaia metano.
Il figlio è nudo proprietario di tale abitazione e vive con noi, ma è
proprietario di un appartamento al 1 piano in fase di costruzione
(attualmente allo stato rustico,non abitabile).Per questo appartamento
al 1 piano mio figlio usufruisce dell'agevolazione iva al 4% come prima
casa.
Io usufruttuario che sto per eseguire tali lavori all'impianto termico,
quale aliquota iva la ditta esecutrice dei lavori deve applicarmi?
Faccio presente che io e mia moglie siamo proprietari di un piccolo
appartamento attualmente affittato.
In alternativa se tali lavori li eseguisse mio figlio quale nudo
proprietario, in questo caso sarebbe per lui seconda casa? e quale
aliquota IVA dovrebbe essere applicata?
Grazie
I lavori nel vostro appartamento competono (secondo la legge,
trattandosi di manutenzione straordinaria) al nudo proprietario. Che già
possiede un'altra abitazione, quindi IVA al 20%. Però... ci sono le
agevolazioni per il risparmio energetico (se sono rimasti fondi
disponibili), che sono più interessanti ancora, nel caso vostro figlio
sia un lavoratore dipendente con un buon stipendio. Stiamo parlando di
detrazioni del 55%, se riuscite a rientrare in quel caso, magari
ampliando un po' l'intervento.
+ info su:
http://www.agenziaentrate.gov.it/ilwwcm/connect/Nsi/Documentazione/Guide
+Fiscali/
--
Ciao.
Stefano - PC
Albe V°
2009-11-18 11:46:05 UTC
Permalink
Post by Cordy
Post by Nomercy
Salve,
non trovando risposta alcuna su Ng più dedicato lo ripropongo qui,
io e mia moglie siamo usufruttuari e abitiamo in una casa al piano
terra in cui dovremmo rifare la tubazione dell'impianto termico con
relativa installazione di caldaia metano.
Il figlio è nudo proprietario di tale abitazione e vive con noi, ma è
proprietario di un appartamento al 1 piano in fase di costruzione
(attualmente allo stato rustico,non abitabile).Per questo appartamento
al 1 piano mio figlio usufruisce dell'agevolazione iva al 4% come prima
casa.
Io usufruttuario che sto per eseguire tali lavori all'impianto termico,
quale aliquota iva la ditta esecutrice dei lavori deve applicarmi?
Faccio presente che io e mia moglie siamo proprietari di un piccolo
appartamento attualmente affittato.
In alternativa se tali lavori li eseguisse mio figlio quale nudo
proprietario, in questo caso sarebbe per lui seconda casa? e quale
aliquota IVA dovrebbe essere applicata?
Grazie
I lavori nel vostro appartamento competono (secondo la legge,
trattandosi di manutenzione straordinaria) al nudo proprietario.
Sei sicuro?
A me risulta che in caso di casa occupata da usufruttuari o aventi
diritto di abitazione, le spese straordinarie siano a carico
dell'occupante. La man. straordinaria, infatti, ricade normalmente sul
proprietario in quanto incrementa (o ripristina, è la stessa cosa)
valore dell'immobile, per cui ne godrà il proprietario al termine del
diritto di occupazione. Ma nel caso di un contratto di affitto, esiste
un 'termine' a tale diritto, mentre nel caso di usufrutto o diritto di
abitazione, tale diritto potrebbe portare il proprietario a non
rientrare mai in possesso dell'abitazione.
Questo sono sicurissimo al 100% che valga per l'ICI (che è sempre a
carico degli usufruttuari o aventi diritto di abitazione), e sicuro al
90% per le manutenzioni straordinarie...
Post by Cordy
Che già possiede un'altra abitazione
Non è chiaro quale sia la prima casa per l'OP (occupante
usufruttuario). Se fosse quella occupata, secondo me potrebbe chiedere
il 4%.

Alberto
Cordy
2009-11-18 11:58:55 UTC
Permalink
Post by Albe V°
Questo sono sicurissimo al 100% che valga per l'ICI (che è sempre a
carico degli usufruttuari o aventi diritto di abitazione)
Probabilmente nel tuo comune è così. Ma bisogna andarsi a leggere il
regolamento comunale con cui è stata istituita l'ICI per avere la
certezza...
Per il resto, non saprei proprio. E' così per le spese condominiali.
L'usufruttuario è equiparato per la suddivisione ordinarie/straordinarie
al conduttore. Fatto salvo il caso del decreto ingiuntivo...
Caso radicalmente diverso in caso di leasing, che non c'interessa, dato
il grado di parentela... ;-)
--
Ciao.
Stefano - PC
Albe V°
2009-11-18 12:09:24 UTC
Permalink
Post by Cordy
Post by Albe V°
Questo sono sicurissimo al 100% che valga per l'ICI (che è sempre a
carico degli usufruttuari o aventi diritto di abitazione)
Probabilmente nel tuo comune è così. Ma bisogna andarsi a leggere il
regolamento comunale con cui è stata istituita l'ICI per avere la
certezza...
No, ho avuto un caso del genere (io proprietario e una persona
usufruttuaria), ho trovato le sentenze di Cassazione, quindi "è legge",
non regolamento comunale.
Post by Cordy
Per il resto, non saprei proprio. E' così per le spese condominiali.
L'usufruttuario è equiparato per la suddivisione ordinarie/straordinarie
al conduttore.
Strano, ma non discuto.
Però capisci anche tu che se io ho un appartamento, una persona (magari
più giovane di me e quindi con vita attesa oltre la mia) ha un diritto
di abitazione, io sarei nella assurda condizione di dover pagare le
spese straordinarie (che sai anche tu che fare qualche decina di
migliaia di euro, per un rifacimento tetto o facciata, è un attimo),
per un bene di cui non potrò mai godere in tutta la mia vita...

Alberto
repo
2009-11-18 14:32:55 UTC
Permalink
Post by Albe V°
Strano, ma non discuto.
Però capisci anche tu che se io ho un appartamento, una persona (magari
più giovane di me e quindi con vita attesa oltre la mia) ha un diritto di
abitazione, io sarei nella assurda condizione di dover pagare le spese
straordinarie (che sai anche tu che fare qualche decina di migliaia di
euro, per un rifacimento tetto o facciata, è un attimo), per un bene di
cui non potrò mai godere in tutta la mia vita...
Le detrazioni (36%) per manutenzioni e ristrutturazioni vanno a chi, fra
proprietario (nudo o vestito), usufruttuario, locatario o comodatario, paga
tramite bonifico tali interventi.
Il tutto fino a un limite di 48000 euro per unità immobiliare.
Un tempo valeva il criterio di 48.000 per ciascuno di questi, ora il limite
è riferito all'unità immobiliare e bisogna scegliere chi ne usufruisce.

A seconda del tipo di intervento l'iva può essere al 10 o al 20%.

Repo
Nomercy
2009-11-18 18:12:39 UTC
Permalink
Non è chiaro quale sia la prima casa per l'OP (occupante usufruttuario). Se
fosse quella occupata, secondo me potrebbe chiedere il 4%.
Alberto
La prima casa è quella da me occupata come usufruttuario.
In riferimento all'ICI evidenzio (d.l. n.504 1992 art. 8 comma 2)la
definizione di abitazione principale si intende quella nella quale il
contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro
diritto reale, e i suoi familiari dimorano abitualmente.
Infatti attualmente sono esente dal pagamento dell'ICI.

Grazie a tutti per l'attenzione.
Cordy
2009-11-19 10:27:47 UTC
Permalink
Post by Nomercy
Non è chiaro quale sia la prima casa per l'OP (occupante usufruttuario). Se
fosse quella occupata, secondo me potrebbe chiedere il 4%.
Alberto
La prima casa è quella da me occupata come usufruttuario.
In riferimento all'ICI evidenzio (d.l. n.504 1992 art. 8 comma 2)la
definizione di abitazione principale si intende quella nella quale il
contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro
diritto reale, e i suoi familiari dimorano abitualmente.
Infatti attualmente sono esente dal pagamento dell'ICI.
Grazie a tutti per l'attenzione.
Mentre per tutto il resto c'è Masterc... no, scusate... ci sono gli
artt. 1004 e 1005 del codice civile.

Art. 1004 Spese a carico dell'usufruttuario
Le spese e, in genere, gli oneri relativi alla custodia, amministrazione
e manutenzione ordinaria della cosa sono a carico dell'usufruttuario.
Sono pure a suo carico le riparazioni straordinarie rese necessarie
dall'inadempimento degli obblighi di ordinaria manutenzione.

Art. 1005 Riparazioni straordinarie
Le riparazioni straordinarie sono a carico del proprietario.
Riparazioni straordinarie sono quelle necessarie ad assicurare la
stabilità dei muri maestri e delle volte, la sostituzione delle travi,
il rinnovamento, per intero o per una parte notevole, dei tetti, solai,
scale, argini, acquedotti, muri di sostegno o di cinta.
L'usufruttuario deve corrispondere al proprietario, durante l'usufrutto,
l'interesse (1284) delle somme spese per le riparazioni straordinarie.
--
Ciao.
Stefano - PC
Nomercy
2009-11-19 17:59:12 UTC
Permalink
Post by Nomercy
Non è chiaro quale sia la prima casa per l'OP (occupante usufruttuario). Se
fosse quella occupata, secondo me potrebbe chiedere il 4%.
Alberto
La prima casa è quella da me occupata come usufruttuario.
In riferimento all'ICI evidenzio (d.l. n.504 1992 art. 8 comma 2)la
definizione di abitazione principale si intende quella nella quale il
contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro
diritto reale, e i suoi familiari dimorano abitualmente.
Infatti attualmente sono esente dal pagamento dell'ICI.
Grazie a tutti per l'attenzione.
Riguardo al personale quesito di richiesta agevolazione aliquota Iva la
circ. 17.5.2000, n. 98/E stabilisce che le piccole riparazioni di un
fabbricato e dei relativi impianti sono riconducili al concetto di
manutenzione ordinaria e, quindi, ricorrendo le relative condizioni,
possono godere dell'aliquota agevolata del 10%.
Tali interventi si intendono realizzati fino al 31 dicembre 2010 per
effetto della proroga disposta dalla legge Finanziaria 2008.
Comunque rientrano anche le manutenzioni straordinarie sempre
realizzate su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.

Rinnovo il ringraziamento a tutti.

Loading...